BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Creberg presenta “Sani e Salvi”, il manuale di educazione digitale

Venerdì 26 ottobre, alle 17.30 alla sala Traini del Credito Bergamasco, in via San Francesco d'Assisi 8 a Bergamo, si terrà la presentazione del libro “Sani e Salvi”, un manuale di educazione civica digitale

Venerdì 26 ottobre, alle 17.30 alla sala Traini del Credito Bergamasco, in via San Francesco d’Assisi 8 a Bergamo, si terrà la presentazione del libro “Sani e Salvi”, un manuale di educazione civica digitale di facile comprensione, indispensabile per navigare in sicurezza, rivolto a docenti, genitori e giovani della web generation scritto in esclusiva per Creberg dal Tenente colonnello della Guardia di Finanza Mario Leone Piccinni e da Sergio Brigenti.

Oltre agli autori, presenzieranno all’evento Cristiano Carrus, direttore territoriale del Credito Bergamasco, Giorgio Gandola, direttore de L’Eco di Bergamo e Michele Brunelli, docente presso l’Università degli Studi di Bergamo.

Il testo, realizzato da due esperti del settore in esclusiva per il Credito Bergamasco, descrive ciò che può accadere nel variegato mondo di internet, se si ignorano le importanti forme e metodologie di controllo nell’utilizzo della rete. Quella che stiamo vivendo è l’epoca dei digital native, ovvero della generazione che conosce internet e le nuove tecnologie meglio degli adulti. A partire da un’età che sta diventando sempre più bassa, il web sta assumendo una centralità via via più accentuata nella vita dei giovani dell’e-generation, i quali hanno imparato a superare con la velocità di un click i confini spaziali e geografici.

In tale scenario, un ruolo particolarmente importante assume la tutela dei più giovani dagli innumerevoli rischi della navigazione e quindi da eventuali contenuti in grado di lederne il benessere psico-fisico e morale. La strada da perseguire è senza dubbio quella del dialogo con i propri ragazzi; tocca agli adulti abbattere questa nuova barriera tra generazioni, evitando che essa diventi irrimediabilmente uno sbarramento insormontabile, difficile da padroneggiare anche a causa di un linguaggio non usuale per generazioni antecedenti rispetto a quelle attuali.

La priorità è quella di evitare, spiegano gli autori, che gli adolescenti continuino a creare sul web una second family ed una vita concomitante rispetto a quella del mondo reale, mentre gli adulti si ostinano nel concepire il web come qualcosa rispetto alla quale avvertono disagio ed incontrano difficoltà, consapevoli di non essere in possesso dei codici necessari per decifrarla, sentendosi imprigionati in una sorta di bizzarria tecnologica, da un lato angosciati dei pericoli che si nascondono nella rete, dall’altro consapevoli di quanto sia indispensabile per i propri figli poter prendere familiarità con le nuove tecnologie e con il web in particolare. I cambiamenti generazionali non legittimano gli adulti a sottrarsi alle proprie responsabilità, è loro dovere prendere coscienza della necessità di fornire delle risposte ai minori sulla base dell’obbligo formativo che grava su essi stessi.

Compito di genitori ed educatori è quello di seguirli ed istruirli in un uso corretto e consapevole, dando spazio alla necessaria opera di dialogo ed ascolto dei più giovani.

“Sani e Salvi – specifica Cristiano Carrus – è il testo voluto dal Credito Bergamasco, che ha così inteso realizzare per i propri clienti un’opera di educazione ed informazione digitale scritta con linguaggio fruibile anche dai web surfer meno abili e smaliziati, dimostrando – ancora una volta – di essere vicino al territorio ad alla sua gente non solo con prodotti e servizi d’avanguardia ma anche con un’attività di consulenza e di sostegno a tutto tondo”.

La partecipazione alla presentazione del volume è libera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.