BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Domenica di visite alla Riserva Naturale Wwf Valpredina

Sabato 27 e domenica 28 ottobre all’Oasi Wwf di Valpredina Cenate Sopra e al Museo di Scienze Naturali di Bergamo su prenotazione, laboratori e visite per il progetto europeo di tutela del Gambero di fiume autoctono.

All’Oasi Wwf di Valpredina a Cenete Sopra pomeriggio di approfondimento su tematiche ambientali e visite guidate per conoscere il Gambero di fiume autoctono, protagonista di un progetto europeo che ne promuove la tutela.

Molte delle specie osservabili agli stagni (Raganelle, libellule, tritoni crestati, martin pescatori e ninfee bianche) sono considerate bioindicatori della buona qualità ambientale. La loro sopravvivenza è minacciata dall’inquinamento e dalla scomparsa del prezioso habitat cui sono legate.

In occasione dell’iniziativa promossa da Wwf e Anms (Associazione Nazionale Musei Scientifici), l’Oasi Wwf di Valpredina, riserva naturale e centro di recupero di animali selvatici di Cenate Sopra e il Museo di Scienze Naturali Caffi di Bergamo, propongono un itinerario per osservare da vicino le principali forme di vita che popolano i corsi d’acqua della bergamasca.

Domenica 28 ottobre all’Oasi Wwf di Valpredina sarà possibile conoscere il Gambero di fiume autoctono, sorprendente protagonista di un progetto europeo che ne promuove la tutela e la maggiore conoscenza per capire perché oggi il gambero di fiume sia in difficoltà e cosa fare per aiutarlo a tornare nelle acque dei nei torrenti.

Sabato 27 al Museo di Scienze Naturali in Città Alta, laboratorio scientifico grazie al microscopio stereoscopico, sarà possibile osservare e riconoscere molte larve acquatiche – dai Ditteri ai particolarissimi Tricotteri abili “architetti a sei zampe” capaci di costruire incredibili ricoveri con pagliuzze utilizzando sabbia o piccoli ciottoli. Mentre tra gli esemplari conservati nelle collezioni del Museo si possono osservare alcuni esemplari appartenenti a specie tipiche soprattutto di ambienti di pianura e specie esclusive del territorio bergamasco che vanno rarefacendosi fino a scomparire e che devono dunque essere tutelate con ogni attenzione.

Inoltre durante gli appuntamenti verranno spiegati i problemi causati delle specie esotiche introdotte dall’uomo che sono causa di grave degrado ambientale a danno dei delicati ecosistemi acquatici di torrenti e stagni nostrani.

Per partecipare ai laboratori gratuiti del Museo Civico di Scienze Naturali “E. Caffi” di sabato 27 alle 15 e domenica alle 10.30 in piazza Cittadella a Bergamo alta occorre prenotarsi allo 035.286011.

Mentre domenica 28 dalle 14.30 alla Riserva Naturale Oasi Wwf di Valpredina, appuntamento per le visite guidate su prenotazione in via Lussana 2 a Cenate Sopra. Tel. 035.956140 info@oasivalpredina.it Info http://www.oasivalpredina.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.