BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalmine, scherzetto Pdl Il voto segreto boccia il candidato della Lega

Brutto scherzo di tre consiglieri del Popolo della Libertà di Dalmine alla Lega Nord. Il voto segreto per l’elezione del nuovo vice presidente del Consiglio comunale ha infatti decretato la vittoria di Lorella Alessio, candidata dell’opposizione.

Brutto scherzo di tre consiglieri del Popolo della Libertà di Dalmine alla Lega Nord. Il voto segreto per l’elezione del nuovo vice presidente del Consiglio comunale ha infatti decretato la vittoria di Lorella Alessio, candidata dell’opposizione, nei confronti di Francesco Bramani, nome proposto dalla maggioranza. Martedì sera è finita 11 a 10 per l’esponente del centrosinistra: decisiva la scelta di tre franchi tiratori che nel segreto dell’urna hanno “tradito” Bramani. Scontato il voto compatto dei consiglieri leghisti, l’attenzione è tutta sugli esponenti del Pdl, già protagonisti di alcune incomprensioni con la Lega Nord. Il tira e molla tra le due forze di maggioranza è durato quasi tutta estate e si è concluso con una lettera di riappacificazione consegnata nelle mani del sindaco. Ora il nuovo sgambetto, magari simbolico ai fini del programma, ma significativo in un momento in cui Lega e Pdl non vanno certo d’amore e d’accordo. “Forse quel documento di riconciliazione era un po’ forzato – spiega Diego Frazzini, capogruppo del Pd -. Qualcuno ha voluto da un segnale. Noi abbiamo deciso di proporre Lorella Alessio perché è la persona con maggiore esperienza, è stata vice sindaco della precedente amministrazione, una persona stimata da tutti. Infatti alcuni esponenti della maggioranza hanno deciso di appoggiarla”.

Durante la seduta è stata anche sospesa la decisione sull’intitolazione della biblioteca a Carlo Cattaneo, nome proposto dalla maggioranza. La Giunta ha preso tempo per stabilire i nuovi criteri di scelta, che verranno discussi nei prossimi giorni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da diego frazzini-pd dalmine

    Siamo contenti del voto a favore di Lorella Alessio la cui figura non richiede riconoscimenti onorifici, in ragione del gran lavoro fatto per tanti anni al servizio della Città di Dalmine, particolarmente nei servizi sociali. Chi ha votato a favore di Lorella, a parte le opposizioni che contano 8 voti contro i 13 della maggioranza non lo sappiamo: se il voto è segreto… è segreto. Riteniamo che il voto sia un bene per l’alternanza delle cariche istituzionali e premi comunque la qualità della persona, al di là del colore politico, come la stessa Lega riconosce nel suo comunicato. Ci aspettiamo che la Giunta”scongelata”lavori per Dalmine e non si blocchi con un nuovo congelamento..

  2. Scritto da la fronda

    Sicuri che i rapporti all’interno della Lega siano idillici e che i 3 voti venissero dal PDL?
    Non mi dimentico le dimissioni del capogruppo Dapoto, immagino per motivi personali ( ma in ogni caso si danno sempre per motivi personali) che mi hanno molto stupita e che nessuno ha commentato. Certo che questo era in primo consiglio dopo il congelamento; la sindachessa aveva parlato di “rimpasto”, ma non c’è stato e l’amalgama della coalizione non pare dei migliori…

  3. Scritto da giada

    probabilmente, basta dare un’occhiata alla sua pagina in facebook, per capire la scelta del PdL