BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Invito a Palazzo 2012”, un grande successo con 17mila presenze

Le iniziative espositive promosse si sono chiuse con un successo di pubblico veramente straordinario: 16.974 visitatori; 94 visite guidate durante i tre fine settimana; 25 visite guidate infrasettimanali per classi scolastiche, gruppi e associazioni.

Si sono concluse presso il Palazzo Storico del Credito Bergamasco le iniziative espositive promosse in occasione di "Invito a Palazzo 2012" (Grandi restauri: Ultima Cena (1582) di Alessandro Allori; L’oeil gourmand; Omaggio a De Chirico) con un successo di pubblico veramente straordinario: 16.974 visitatori; 94 visite guidate durante i tre fine settimana; 25 visite guidate infrasettimanali per classi scolastiche, gruppi e associazioni.

La Fondazione ringrazia il pubblico dei visitatori, i collezionisti che hanno messo a disposizione i dipinti per le esposizioni L’oeil gourmand e Omaggio a De Chirico nonché tutti i collaboratori che hanno reso possibile l’iniziativa.

Di particolare significato il grande successo dell’Ultima Cena di Alessandro Allori cha ha sorpreso il pubblico per le dimensioni imponenti del quadro e per l’esito eccellente del restauro – promosso e finanziato dalla Fondazione Creberg – operato da Minerva Tramonti Maggi e Alberto Sangalli sotto la direzione della dottoressa Amalia Pacia della competente Soprintendenza.

"La richiesta pressoché generalizzata dei visitatori – evidenzia Angelo Piazzoli, Segretario Generale del Credito Bergamasco e della sua Fondazione – è stata di far sì che nel futuro il dipinto possa essere collocato in una posizione costantemente aperta al pubblico, evitando il ritorno all’oblio. La Fondazione si è pertanto assunta l’impegno di procedere agli opportuni interventi di sensibilizzazione presso l’ente proprietario affinché – una volta terminato il restauro – l’Ultima Cena di Alessandro Allori possa trovare una collocazione in Bergamo che ne riconosca l’importanza valorizzando nel contempo l’eccellente restauro. Inoltre – conclude il Segretario Generale – corrispondendo a una larghissima richiesta dei visitatori, la Fondazione Credito Bergamasco si ripromette di organizzare, presumibilmente nella prossima primavera, un’esposizione straordinaria del dipinto al termine del restauro".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.