BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gli insulti a Morosini costano all’Hellas 50mila euro di multa

Il club gialloblù pagherà la pesante somma per i cori ingiuriosi che una parte dei suoi sostenitori ha rivolto al calciatore bergamasco, lo stesso scomparso sul campo di calcio di Pescara nell'aprile scorso.

Più informazioni su

Stangata doveva essere e stangata è stata. La società Hellas Verona risponderà per gli insulti che una parte dei suoi sostenitori hanno rivolto a Piermario Morosini durante Livorno-Hellas di sabato scorso e, come stabilito dal giudice sportivo della serie B Emilio Battaglia, sarà costretta a pagare una pesante multa di 50mila euro.

"Il Giudice Sportivo – si legge nel comunicato emesso nel pomeriggio di martedì -, ritenuto che trattasi indubbiamente di un fatto grave da censurare, oltre che moralmente, anche a livello sanzionatorio, e ciò anche a causa della potenziale incidenza sull’ordine pubblico, stante l’evidente contenuto provocatorio dei cori in questione; preso atto che dalla relazione redatta dalla Digos di Verona – avente ad oggetto lo screening dei 679 tifosi che hanno acquistato il biglietto per la partita di calcio in questione al fine di verificare a quali settori dello Stadio di Verona “Marcantonio Bentegodi” detti tifosi solitamente frequentano nelle partite casalinghe della propria squadra – è emersa una frammentazione della partecipazione di detti tifosi in quasi tutti i settori dello Stadio; la Soc. Verona ha fatto pervenire alla Segreteria del Giudice sportivo una nota descrittiva di tutte le iniziative intraprese e da intraprendere sia per dissociarsi dall’accaduto, sia per onorare la memoria di Pier Mario Morosini; considerato che le sanzioni, anche nell’ambito della Giustizia sportiva e nei confini peraltro della responsabilità oggettiva, pur dovendo avere un carattere afflittivo devono, tuttavia, quantomeno tendere a punire gli effettivi autori delle condotte illecite, disincentivandoli dal porre in essere simili condotte; quanto accaduto nello Stadio di Livorno è da ascrivere ad uno sparuto numero di tifosi del Verona (non più di una ventina) in corso di identificazione da parte delle Autorità competenti; le sanzioni di cui alle lett. d,e,f art. 18 comma 1 da applicare alla fattispecie concreta (richiamate dall’art. 11, comma 3), pur se formalmente corrette, sarebbero eccessivamente penalizzanti nei confronti sia della quasi totalità della tifoseria del Verona – che nelle more del presente provvedimento ha manifestato, a più riprese e con le modalità più disparate, il più ampio disprezzo per quanto accaduto – sia nei confronti della Società, che sin da subito si è attivata con varie iniziative per dissociarsi dalla condotta degli autori dei cori, nonché si è obbligata a porre in essere nell’immediato futuro una serie di iniziative dirette ad onorare la memoria di Piermario Morosini; tenuto conto dell’attenuante di cui all’art. 13 n. 1 lettere a) e b); infligge alla Società Verona la sanzione dell’ammenda di € 50.000,00, unitamente alla diffida".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francesco

    Flavio Tosi (sindaco di Verona nonché tifoso Hellas) ha detto che il Comune si costituirà parte civile nei confronti degli idioti di sabato.
    50.000 € di multa per una società come l’Hellas va anche bene, ma bisogna innanzitutto Daspare i resppnsabili

  2. Scritto da Fubalista

    La multa alla società in quanto nella giustizia sportiva esiste la responsabilità oggettiva, informatevi prima di scrivere a vanvera.

    1. Scritto da W V.E.R.D.I.

      Nessuno sta dicendo che è stata fatta una cosa contro regolamento.Semmai ci si chiede come mai il regolamento preveda ciò.Allora io domani faccio la stessa cosa magari alla partita dell’Aurora Seriate.Tanto poi danno 50.000 euro di multa a loro con la differenza che l’aurora seriate una multa del genere non può pagarla

  3. Scritto da c

    Troppo poco!

  4. Scritto da gibba

    se li hanno individuati nn vedo il motivo di una multa alla società che s’è subito dissociata dalla deficienza di alcuni suoi “tifosi” che poi tifosi non sono… 50000 euro a testa per questi sarebbe fin troppo poco..

  5. Scritto da Nemo

    Per me persone che fanno un gesto del genere dichiarano apertamente la loro incapacità di vivere in una società civile….un gesto che a mio parere dovrebbe essere punito con una multa ad personam di 50.000 euro a testa ..se testa si può chiamare

  6. Scritto da makio

    la violenza genera violenza, la stupidità associata ad altra stupidità genera squallore, simboli politici dovrebbero scomparire dalle maglie e bandiere sportive, che nascondono in effetti la loro appartenenza politica

  7. Scritto da W V.E.R.D.I.

    Quando si punta il dito contro certi extracomunitari subiti i buonisti pronti a difenderli dicendo che ci sono extracomunitari buoni e cattivi così come italiani buoni e cattivi.Qua invece tutti a dargli dietro a tutta la tifoseria del Verona per colpa di 4 idioti.Visto che si dice siano stati individuati non si può sanzionare solo loro?E perchè in questo caso non si dice che ci sono anche veronesi buoni?

    1. Scritto da Francesco

      che senso ha continuare a parlare per luoghi comuni? se tanto mi da tanto gli atalantini sono tutti comunisti, gli interisti fascisti, livornesi comunisti pure loro, laziali nazi-fascisti. è chiaro che non si può fare di tutta l’erba un fascio (calza proprio a pennello) è logico che ci sono anche tifosi “normali” per grazia di Dio. Secondo me si possono isolare questi balordi. Avrebbe fatto più scalpore il vuoto lasciato attorno a questi dementi e reso più facile la loro individuazione per punirli e perseguitarli direttamente. Le società si trovano in situazioni spiacevoli ma purtroppo sono i tifosi ad avere il coltello dalla parte del manico, volenti o nolenti questa è la realtà.

      1. Scritto da W V.E.R.D.I.

        Appunto.Allora perchè multare la società o dire che i veronesi sono delle bestie?Di bestie ci sono solo quei 4 cretini.

  8. Scritto da Francesco

    50.000 euro per una società professionista non sono niente. Andavano colpiti i responsabili, Ci fanno credere che allo stadio sono in grado di riconoscerti grazie alle mille telecamere installate. tutte balle. i responsabili andavano rintracciati, a maggior ragione che fanno parte di una frangia di facinorosi non nuovi a queste bravate. E se davvero si trattava di un’azione isolata da parte di pochi mi stupisco del fatto che il restante pubblico non si sia dissociato dall’iniziativa.

    1. Scritto da Riccardo

      Concordo pienamente!