BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviolo in festa per il monumento all’aviatore

La cerimonia di inaugurazione si è svolta nei giorni scorsi a Curnasco, alla presenza di numerose autorità. Il monumento è costituito da un masso nella quale è stato inserito il motore di coda di un elicottero incidentato.

Più informazioni su

E’ un masso di pietra di Lecce nella quale è stato inserito il motore di coda di un elicottero incidentato, quello che nei giorni scorsi è stato inaugurato a Curnasco di Treviolo come monumento all’aviatore. Una cerimonia riservata quella organizzata che l’associazione arma aeronautica del nucleo di Treviolo.

La giornata ha avuto inizio con la la banda di Curnasco che, partendo dalla chiesa “Santi Nazario e Celso”, con la sua musica ha accompagnato il corteo verso via don Antonio Seghezzi, dove le autorità presenti hanno espresso il loro pensiero. Come il caponucleo della sezione di Curnasco, Andrea Capoferri: “Noi vogliamo ricordare ai giovani che tra le varie opportunità di lavoro devo considerare la vocazione al volo. Abbiamo scelto la pietra di Lecce perché è proprio a Lecce la scuola di volo dell’aeronautica militare italiana”. Dopo la benedizione al monumento il corteo si è diretto verso la chiesa di Curnasco, dove è stata celebrata la messa. Al termine una corona è stata posta sul monumento dei caduti, per onorare i militari scomparsi.

Tra le autorità presenti il vice comandante del terzo reggimento “Aquila” Salvatore Torre, il comandante della stazione dei carabinieri di Curno,il luogotenente Biagio Mondì, il presidente dell’associazione arma aeronautica di Bergamo, il tenente Sergio Ingeranti, i sindaci di Treviolo, Lallio e Stezzano, nonché la giovane sindaco dell’istituto comprensivo “Cesare Zonca”. Il nucleo della sezione di Curnasco esiste da una quarantina di anni e attualmente sono una sessantina gli iscritti: “Abbiamo bisogno di reclute nuove –ha concluso Capoferri- per dare continuità e trasmettere i nostri valori”.

Romina Liuzza

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.