BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Testimoni da Scampia, tre incontri per capire

Martedì 23 ottobre a Ranica testimonianze da Scampia: incontri per conoscere per dare nuove occasioni ai giovani del quartiere di Napoli, con don Aniello Manganiello, Cristiano Vannucchi e Davide Cerullo.

All’Auditorium Centro Culturale Roberto Gritti di Ranica (Bergamo) in passaggio Sciopero del 1909, martedì 23 ottobre alle 18, viene presentato il progetto "Vela: rendere consapevoli", contro la dispersione scolastica e per la costruzione di nuove possibilità a bambini e ragazzi di Scampia, quartiere di Napoli purtroppo famoso per il degrado sociale.

Intervengono Davide Cerullo, autore del libro-testimonianza "Ali bruciate" e operatore sul territorio di Scampia per il progetto "Vela: rendere consapevoli", Cristiano Vannucchi segretario generale della Fondazione "Un raggio di sole" di Pistoia, Antonio Vermigli rappresentante della "Rete Radié Resch" e della "Casa della solidarietà" di Quarrata (PT). Il progetto, finanziato dalla Fondazione "Un raggio di luce" di Pistoia, è sostenuto anche dal Coordinamento bergamasco EE LL per la Pace.

Dalle 20 alle 21 piccolo ristoro nel foyer dell’Auditorium per chi partecipa ad entrambi gli incontri e alle 21 dialogo intorno a Scampia con Don Aniello Manganiello, autore del libro “Gesù è più forte della camorra. I miei sedici anni a Scampia fra lotta e misericordia” Nel foyer dell’Auditorium sarà organizzata, con il supporto del Coordinamento di Libera di Bergamo, la vendita di libri di Davide Cerullo e di Antonio Manganiello e di altri libri sul tema della legalità e di prodotti provenienti dalla terre confiscate alle mafie.

Mercoledì 24 ottobre all’Auditorium Città di Albino alle 10 Don Aniello Manganiello dialoga con gli studenti dell’ABF di Albino in un incontro riservato ai soli studenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.