BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“No all’Imu sulle case Aler” Rifondazione Comunista protesta davanti al Comune

Per la giornata di lunedì è stato organizzato un presidio davanti a Palazzo Frizzoni, laddove alle 17.30 il consiglio comunale si riunirà per parlare proprio delle aliquote Imu: "Si lavora sempre a scapito dei ceti popolari".

Più informazioni su

"No all’Imu sulle case popolari". Rifondazione Comunista scende in campo contro la decisione del Comune di imporre la quota dell’Imu anche sulle case popolari. Per questo, per la giornata di lunedì è stato organizzato un presidio davanti a Palazzo Frizzoni, laddove alle 17.30 il consiglio comunale si riunirà per parlare proprio delle aliquote Imu.

Ecco il testo del comunicato di Rifondazione Comunista.

 

Il governo Monti ha previsto nel decreto salva Italia che la nuova tassa IMU sarà applicata anche alle case popolari. Successivamente a fronte delle proteste organizzate dai sindacati degli inquilini, ripensandoci, ha cancellato la quota destinata allo stato, lasciando però alle singole amministrazioni la facoltà di normare la riscossione della quota dovuta alle amministrazioni locali.

A Bergamo se la tassa sarà interamente riscossa sulle case popolari l’Aler si vedrà obbligata a dedicarvi buona parte (2.000.000 di euro) delle sue risorse economiche, che oggi sono dedicate alle spese di manutenzione degli alloggi popolari. E non solo mancheranno le manutenzioni, ma si rischia seriamente un aumento dei canoni sociali d’affitto.

In sede di adozione delle tariffe IMU su sollecitazioni dei sindacati degli inquilini delle case popolari tutti i gruppi politici presenti in consiglio comunale hanno sottoscritto un invito al sindaco e all’assessore al bilancio, il leghista Enrico Facoetti, affinché le case popolari di Bergamo fossero totalmente o in parte esonerate dal pagamento dell’IMU.

Il giorno 16 ottobre si è ritrovata la prima commissione consigliare per discutere delle tariffe e del regolamento IMU di Bergamo è l’amministrazione di centrodestra ha scelto di abbattere l’IMU ai commercianti e ristoratori (per un milione di euro), ma non alle case popolari. E’ in sostanza la solita pantomina si votano ordini del giorno per tacitare le proteste e poi si prevedono provvedimenti a scapito dei ceti popolari e a favore di chi è meno in difficoltà.

Rifondazione Comunista – Bergamo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Antonietta

    L’IMU allora chi la paga? solo quei quattro fessi che hanno fatto debiti per comprarsi la prima e unica casa? E sono pure gli stessi quattro fessi che non possono utilizzare l’automobile perchè non hanno i soldi per cambiarla?
    Se il misero stipendio va nell’IMU, nelle rate della casa, nelle spese per mantenere la famiglia, quanto avanza?
    E’ davvero così difficile per il Fisco italiano rintracciare i veri ricchi? Ah già quelli non si possono e non si devono toccare!!!

    1. Scritto da Rizzetta

      Ormai non si può parlare di “avanzi”. Gli stipendi sono bloccati, le tasse aumentate. Beato chi si è potuto comprare la prima casa e chi può continuare a pagarla. Chi abita nelle case popolari, solitamente, non è riuscito a fare tutto ciò, per cui è già penalizzato, non è proprietario di nulla: dobbiamo gravarlo di ulteriori tasse? Mentre lo stato Vaticano è tra i più ricchi del mondo ed è esentato da questo balzello?

    2. Scritto da giovanna

      Condivido è uno scandalo l’esenzione IMU per i beni della chiesa e per i beni delle fondazioni bancarie. Ma Monti è ancora più scandaloso quando non fa la petrimoniale e spreme il solito limone dei poveracci e dei ceti medi.
      Non se ne può più.

  2. Scritto da Uno del SICET

    A Bergamo sono state consegnate a Tentorio e al leghista Facoetti cinquecento firme contro l’IMU applicata alle case popolari, Le hanno raccolte i sindacati degli inquilini.
    Ma ciò nonostante confermano l’IMU sulle case popolari.
    E la Lega ha avuto anche la faccia tosta di promuovere una raccolta firme ai gazebo per l’abrogazione integrale dell’IMU, e c’è stato anche chi ha fatto sti gazebo mettendoci la faccia e chi ha firmato pur essendo un poveraccio. Al peggio non c’è mai limite.

  3. Scritto da Rifondarolo

    L’ALER è un’agenzia regionale, usa per le scarse manutenzioni delle case popolari gli introiti degli affitti. Se deve pagare l’IMU dovrà sospendere le manutenzioni del suo patrimonio già cadente. In sostanza o aumenterà gli affitti ai cittadini più miserabili (ingran parte appunto pensionati e operai) o non farà più manutenzioni alle loro case. Il comune di Bergamo al posto di esentare l’ALER ha esentato commercianti e Ristoratori,
    E leggere bene i comunicati prima di commentarli?

  4. Scritto da Luca

    Dobbiamo esprimere la nostra indignazione contro i politici che usano la crisi per tagliare il reddito di lavoratori e pensionati. Dobbiamo dire che i tagli ai servizi sociali, le tasse (come l’IMU), aggravano la crisi economica. Per fortuna che almeno i comunisti lo dicono!

  5. Scritto da Fabio

    I comunisti fanno il loro mestiere: promuovono le lotte dei ceti popolari (ndr: i poveri) contro la crisi e contro le politiche di austerità del governo Monti (le manovre economiche che ci stanno impoverendo). Però fanno qualcosa di più: evidenziano le contraddizioni della Lega Nord che a livello nazionale sbraita contro le tasse ma dove amministrano le applicano sopratutto sui poveri.

  6. Scritto da il polemico

    e bravi,già non bastava il decreto monti che esentava le sue amiche banche dal pagamento dell’imu,ora si vuole esentare pure l’aler,e domani chi esentiamo?alla faccia del decreto salvaitalia dove lo stesso monti indicava che tutti gli italiani devono fare la loro parte…..in realtà la loro parte la faranno solo i pensionati e gli operai che con sacrifici propri si sono comperati o stanno comperando la sudata abitazione,mentre per gli altri legalmente non saranno toccati

    1. Scritto da bepun

      B R A V I S S I M O! qui sono tutti come lármiamoci e partite! lé’ura de mocala!