BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo con Bersani ‘Perché sa rinnovare e non rottama l’esperienza’ fotogallery

Circa 150 simpatizzanti hanno partecipato sabato 20 ottobre all'apertura delle sede del comitato "Bergamo con Bersani" in via Palma il Vecchio in città.

"Per l’Italia Bergamo con Bersani". Lo striscione fa bella mostra in vetrina, la "B" di Bergamo è la stessa per Bersani, ma non si punta solo alle primarie: si va dritti alle elezioni politiche. I sostenitori bergamaschi del segretario del Pd alla sfida per le politiche si sono ritrovati sabato 20 ottobre in via Palma il Vecchio 101 a Bergamo per inaugurare la sede del comitato "Bergamo con Bersani". Circa 150 persone hanno preso parte all’incontro. A fare gli onori di casa Alessandro Redondi, Sergio Gandi, Chiara Drago, Davide Casati (segretario provinciale dei giovani democratici). Insomma la generazione che dovrebbe "rottamare" secondo Renzi eccola a Bergamo a sostenere Bersani. Perché? Lo spiega un appassionato Sergio Gandi: "Perché Bersani è il candidato che unisce il centrosinistra, è un riformatore e da ministro è stato l’ultimo in questo Paese che si è occupato di politica industriale".

Antonio Misiani, tesoriere nazionale del Partito Democratico, segue sulla stessa scia: "Bersani è il politico che da ministro ha sfidato rendite e posizioni che pesano su questo Paese, e che ha dimostrato che si può cambiare l’Italia". Per il consigliere regionale Mario Barboni l’augurio che dopo le primarie nazionali "presto ci siano le primarie per scegliere il candidato al Pirellone".

In sala ci sono molti esponenti della Lista Bruni, da Elena Carnevali a Marco Brambilla, c’è anche l’ex sindaco di Bergamo, Roberto Bruni, Santo Consonni segretario regionale del Partito Socialista, Paolo Crivelli, l’ex consigliere regionale Giuseppe Benigni.

Bruni, ammette di non essere tesserato del Pd, "ma sostengo Bersani perché rispetto a Renzi, il segretario del Partito Democratico sa scegliere la strada del rinnovamento senza buttar via l’esperienza maturata in questi anni di battaglie".

La sede del comitato c’è, al primo appello hanno aderito in molti, "E non mancherò di venire a dare una mano" conclude Bruni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da andrea

    ma l esperienza è quella del come scaldare e tenersi attaccata la poltrona nel miglior modo possibile?

  2. Scritto da LUCIA

    Il problema vero, non è tra bersaniani e renziani, il problema è chi ascolta il popolo, e forse, sarebbe anche ora, la smettesse di trincerarsi dietro appartenenze di apparato!.

    1. Scritto da Enrico Tombini

      I comitati Bergamo per Bersani sono in piazza con banchetti in tutta la citta’ di Bergamo e Provincia. Ascoltiamo decine e decine di persone. Nella carta di intenti ci sono risposte ed impegni pesanti: http://www.tuttixbersani.it/strumenti/schede/index.htm
      Io credo che queste primarie siano davvero popolari. Basta mettersi in gioco.

  3. Scritto da Vendoliano

    A quanto pare dietro a Bersani si stanno riciclando tutti i vecchi socialisti craxiani. Va bene che non si deve rottamare nessuno,ma c’è un limite a tutto!

  4. Scritto da bergamo

    prima si scannino ma poi magnano…

  5. Scritto da rosliabacchi@alice.it

    espeesperenzi non avra’moltaesperienza,maalmeno haidee liberali

    1. Scritto da Giosuè

      E anche qualche spazio fra le parole da prestarle…

  6. Scritto da nino cortesi

    Dagli esponenti che avete elencato la politica è morta a Bergamo. Sarà qualcosa d’altro ma non politica buona.

  7. Scritto da nino cortesi

    Sostenere Bersani ormai è solo da maneggini pari pari a quella destra meschina che si è disintegrata e si butta sull’appiglio Renzi. La gente ormai va da un’altra parte. Brodaglia, solo brodaglia che non fa onore ad un italiano normale ma può accontentare solo una persona che si assesta su un profilo basso, basso, piccolo, piccolo. Avete elencato tutti esponenti “ibridi” ed escluso quei pochi in gamba che, per eccessivo amore, ancora credono che il Pd possa essere ancora utile. Alons enfants! In dè ò notra banda però.