BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Theo Brandmüller all’organo Serassi della chiesa di Pignolo

Venerdì 19 ottobre il maestro concertista Theo Brandmüller sarà all’organo Serassi della Chiesa di S. Alessandro della Croce, per il sesto concerto del Festival organistico internazionale “Citta’ di Bergamo”.

venerdì 19 ottobre alle 21 il maestro concertista Theo Brandmüller sarà alla console dell’organo Serassi della Chiesa di Sant’Alessandro della Croce, in Pignolo a Bergamo per il sesto appuntamento del Festival organistico internazionale “Citta’ di Bergamo”.

Theo Brandmüller, uno fra i massimi compositori dei nostri tempi, oltre che concertista di fama internazionale ed eccelso improvvisatore sarà all’organo storico Serassi del 1860 della Chiesa di S. Alessandro della Croce di Bergamo per il concerto, d’organo che si preannuncia memorabile, su musiche di D.da Conceição, A.Poglietti, J.S.Bach, W.Heider, G.Scelsi, O.Messiaen e improvvisazioni.

Il maestro di Saarbrücken, allievo di Mauricio Kagel e Olivier Messiaen, si presenta sul monumentale organo Serassi di Pignolo con un programma piuttosto inusuale, idealmente diviso in due parti: la prima è dedicata ad un divertente excursus su musiche antiche ‘a programma’ (da Conceição, Poglietti, Bach), la seconda all’improvvisazione, e ad alcune composizioni moderne, tra cui, in prima esecuzione assoluta italiana, la nuovissima ‘Positionen’ di Werner Heider.

Il concerto, ad ingresso libero e gratuito, è approntato in collaborazione con Bozzetto Group.

Theo Brandmüller è nato nel 1948 a Mainz, ha studiato composizione con Mauricio Kagel al Neus Musiktheater di Colonia, con Cristóbal Halffter al Conservatorio di Madrid, con Olivier Messiaen al CNSM di Parigi, oltre che organo, sempre a Parigi, con Gaston Litaize. Fin dal 1979 Theo Brandmüller è professore di composizione, analisi ed improvvisazione organistica presso la Hochschule fur Musik und Theatre del Saarland. Compositore raffinato, la critica gli riconosce la grande capacità di fondere melodie e melisimi di antiche reminiscenze liturgiche in un linguaggio moderno e personale, di grande effetto. Le sue composizioni hanno vinto numerosi premi internazionali.

www.organfestival.bg.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.