BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lombardia presto al voto Martina candidato Pd? E c’è chi propone Ambrosoli

Tempi stretti per andare alle urne e rinnovare il consiglio regionale della Lombardia. Tempi stretti che potrebbero non consentire lo svolgimento delle primarie care al centrosinistra. Intanto emergono i primi nomi.

Tempi stretti, ha annunciato il Governatore uscente, Roberto Formigoni, forse addirittura meno di due mesi, per andare alle urne e rinnovare il consiglio regionale della Lombardia.

Tempi stretti che potrebbero non consentire lo svolgimento delle primarie tanto care al centrosinistra.

Così, dopo che sul versante del centrodestra si è fatto avanti Roberto Maroni mentre qualcuno ha lanciato Gabriele Albertini, ora si fanno delle ipotesi sul fronte riformista e progressista.

Il nome più gettonato per ora sembra essere quello del bergamasco Maurizio Martina, segretario regionale del Partito democratico e consigliere al Pirellone. Sul web e sui social media c’è chi propone invece Pippo Civati, considerato più fresco e meno paludato del pure giovane Martina.

Ma è di ieri la novità proposta da Enrico Letta: Umberto Ambrosoli, figlio di Giorgio, l’avvocato liquidatore della Banca Privata italiana, ucciso a Milano nella notte fra l’11 e il 12 luglio 1979 da un killer assoldato da Michele Sindona. Anche Umberto è avvocato penalista a Milano nonché opinionista del Corriere della Sera: fa parte del comitato antimafia della Giunta Pisapia e tra i primi a chiedere l’azzeramento dell’esecutivo lombardo travolto dalle inchieste.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Roberto

    Martina senza alcun dubbio! Giovane? Si tratta di una persona con spessore politico, e per governare una regione come la Lombardia non serve una persona che “tira” tipo Gori o altri. Perchè non si può solo pensare a vincere con una bella faccia da “vendere” all’elettorato. Servono persone che siano l’inizio di un nuovo governo regionale, che chiude con il “regno”. Inesperienza? Guardate cosa sta combinando Cota in Piemonte. Martina e’ una persona che può meglio cogliere i sentimenti e le istanze dei lombardi, tutti,a partire dalle profonde provincie. O vogliamo tirare fuori dal cilindro un altro nome milanocentrico? Martina sarà in grado di costruire una grande squadra di cambiamento.

  2. Scritto da nino cortesi

    Candidati Ambrosoli o Spataro con Di Pietro, M5* e Sel alleati.

  3. Scritto da Pierluigi

    Candidate Penati,l’onestissimo candidato contro Formigoni nel 2010. Pensate se fosse stato eletto…

    1. Scritto da Chiarezza

      Nessuno difende Penati , la cogli la differenza ? Comunque se ti piace questo genere di cose facciamo l’elenco, peccato che siano così tanti che manca lo spazio. La differenza la fa non votare contro le intercettazioni, il non fare leggi ad personam, votare la legge anticorruzione, non diminuire la prescrizione ,essere contrari al falso in bilancio ecc ecc ecc Ti è più chiaro adesso ?

  4. Scritto da nino cortesi

    Abbiamo bisogno di gente di legge, che facciano rispettare la legge. Quindi Ambrosoli o Spataro. Gente onesta e rigida nei controlli. Di segretari d’ufficio ce ne sono a migliaia.
    Tabacci è la copia di Casini, fra i due litiganti loro si accontentano di ciurlare nel manico. Non dovrebbero esistere come partito, ne bastano due di partiti.
    Anche queste votazioni non saranno per nulla democratiche. Non sarà certo il corpo elettorale a scegliere fra gli abitanti della Lombardia. L’impianto elettivo e il numero dei candidati è ridicolo. L’unica cosa scontata, come al solito, sarà che il Pd proporrà come candidato quello più adatto per essere sicuri di perdere.

  5. Scritto da @mbrosoli

    Giorgio Ambrosoli fu un eroe, persona aliena in questa povera Italia di malaffare e puttanieri. Il figlio Umberto, se gli somiglia solo un pochino, sarebbe un grande candidato. Abbiamo tutti un grosso debito con Giorgio, anche se il suo esempio non ha portato frutti, almeno fino ad ora, visti o comportamenti successivi di politici, economisti e classe dirigente in generale. L’ideale sarebbe se si candidasse con il M5*. Nel PD-L, con Renzi, Lusi e cariatidi varie …

  6. Scritto da Pietro

    Martina di CL!?!?!?! Ma cosa state dicendo!?!?! Ok, non potrà piacervi come politico, ma da qui a dire che Martina è un ciellino ce ne passa! Se fosse lui il candidato lo voterei senza ripensamenti! E’ un giovane capace, da sempre impegnato in politica, trasparente ed onesto! Gli si critica la giovane età: ma come, non siamo quelli che vogliamo il rinnovamento, o peggio ancora la rottamazione!? Non siamo quelli stanchi dei soliti nomi, triti e ritriti!? Quindi ben venga Martina candidato alla Regione anche perché, nella peggiore delle ipotesi, non potrà di certo fare peggio di chi l’ha preceduto…

    1. Scritto da dd

      Martina è un nome nuovo? E mi spieghi che rapporti c’erano tra lui e Penati? E poi scusa, l’ultima tua frase la dice lunga: “non potrà di certo fare peggio di chi l’ha preceduto…” perdonami, ma qui non si tratta di “non poter fare peggio”, serve una svolta DEFINITIVA in regione e nel modo di fare politica, e io non credo che questa svolta venga da gente come Martina, che è cresciuto con le Flebo del PD vecchia leadeship.

    2. Scritto da Dai ancooor

      No tranqui collega di giunta con Breno sindaco a mornico presentato dallo stesso alla corte di Bersani per avere l,alternativa! Mai detto niente a formigoni se non trattare posizioni no cl ma Cdo si svegliaaaaa guarda Bersani da dove viene

  7. Scritto da dubbio

    Ma almeno………codesto Martina……….si è già dimesso ?

  8. Scritto da Francy68

    Io la butto lì: Giorgio Gori. Dopo delle primarie da vincere però.

    1. Scritto da anna

      adesso che l’hai buttata lì, la raccogli e la butti v ia, che la sinistra ne
      ha già di problemi

  9. Scritto da Norted70

    Notare i commenti al miele dei sinistri quando si tratta del pd,nonostante penati,martina “ciellino” ecc ecc…..Su maroni erano scatenati con la bava all bocca ,qui ritornano elettori docili docili…

  10. Scritto da La verità fa male

    Visto da destra: Martina sicuramente è un ottimo candidato, persona seria, dotata di buon senso e buona volontà, onesto e che non cede mai alla tentazione della facile demagogìa. Candidare un giovane sarebbe anche un segnale migliore per l’elettorato, piuttosto che andare a ripescare un Tabacci che fu presidente regionale 25 anni fa e che è in politica da oltre 30 anni. Quelli che fanno l’equazione Martina uguale Penati sbagliano: le colpe di Penati sono le colpe di Penati (e della segreteria nazionale che lo ha candidato), non possono certo essere attribuite a Martina

    1. Scritto da La malattia fa per davvero

      Visto da sinistra: quelli di destra sanno che, con Martina candidato del centrosinistra, hanno buone possibilità di vincere ancora.

  11. Scritto da rodolfo pandolfini

    Pippo Civati presidente regione Lombardia

    1. Scritto da Gigi

      Ma per l’amor di Dio!! Bravo comunicatore, bella presenza, eh si, si presenta bene, ma Presidente della più importante Regione d’Italia….

  12. Scritto da Bocciato

    Lunedì sera ho seguito la 7 dove l’argomento era la regione Lombardia. Ho seguito Martina e devo dire di non aver avuto una grande impressione. Mi è sembrato un vecchio vestito da giovane, anzi…un prete vestito da seminarista. Pensavo meglio. Spero che il ventaglio dei candidati per il prossimo consiglio migliori.

  13. Scritto da alvaro

    Martina è un bravo ragazzo, lo conosco personalmente. Anche se non sono mai stato iscritto al PD. Nella sinistra giovanile si è sempre impegnato in lavori organizzativi ed anche manuali nelle iniziative politiche. Senza mai nessun tornaconto personale, anzi a volte ci rimetteva lui. Se dovesse candidarsi per la presidenza della regione sarebbe per me un segnale di fiducia per le istituzioni.

    1. Scritto da dd

      certo… ci rimetteva pure… certo.

  14. Scritto da Gaziantep

    Martina….. Mai è riuscito a mettere in difficoltà la giunta, mai ha preso iniziative politiche di rilievo, è stato eletto con i voti di CL e personalmente credo sia dispiaciuto della caduta Formigoni: un ottimo stipendio, zero responsabilità, le briciole di potere gentilmente offerte dal furbo Celeste. Guardate la vicenda del nuovo ospedale e l’atteggiamento prudentissimo di Martina a riguardo e avrete la prova plastica di quanto sopra

  15. Scritto da Paolo

    Ambrosoli tutta la vita. Il paragone non regge. Martina può avere più possibilità. Coi voti di cl però. Cambiare tutto per non cambiare nulla…meditate gente, meditate.

    1. Scritto da Ppaolo

      Ambrolsoli va benissimo, ma non dimenticatevi di candidare Imberti Giuseppe, Sindaco di Casnigo, come consigliere.

  16. Scritto da alberto tadini

    martina = cl = cambiare molto per far restare tutto come prima.

  17. Scritto da dd

    Martina è stato il pupillo di Penati, inoltre è anche lui in “odore” di CL.
    Ciò può dire tutto o niente. Io personalmente non lo voterei mai; non è con queste personalità che il PD lombardo può ingraziarsi i voti di molti delusi lombardi

  18. Scritto da Red Cloud

    Ticket Ambrosoli Civati. Caratura di Ambrosoli e capacita amministrativa di Civati. Poi, abbassandomi il morale,Tabacci e Martina. Tabacci di suo non porta voti però è un politico onesto (speriamo che duri). Martina non ha mostrato le qualità che molti pensavano avesse e pesa poi ora il suo rapporto con Cdo

    1. Scritto da Didimo

      …capacità amministrativa di Civati (??) ma in due mandati in regione quando si è vista? Ambrosoli OK. Martina, mah! Non lo vedo come Presidente di regione. Tabacci, io l’ho criticato da presidente regionale DC, per tangentopoli, mi sono dovuto ricredere, da parecchio tempo.

  19. Scritto da qarrumoq

    primi probabili provvedimenti del governatore piddino:obbligatorio un kebabbaro ogni 500 abitanti,bonus bebe solo per immigrati e una moschea per ogni chiesa.

    1. Scritto da ureidacan

      Se la gente compra tanti kebab (a me piace più del panino di mcdonald) anche uno ogni 250 abitanti, buoni bebè per tutti se “quelli di prima” non avessero consumato tutti i soldi, e le moschee per tutti quelli che pregano il loro dio (tanto le moscheee se li costruiscono con i loro soldi con i quali comprano anche il terreno).

  20. Scritto da nemo

    Va bene svecchiare la classe politica…ma uno di 30 anni….ma poi che esperienze ha avuto…..allora mi candido anche io….VOTA ANTONIO, VOTA ANTONIO

  21. Scritto da Centrosinistra

    Due brevi pensieri.
    Il confronto Ambrosoli-Martina semplicemente non regge. Nemmeno per idea… c’è una differeza abissale tra i due!
    Prima di decidere il candidato sarebbe buona cosa sapere dove si vuole andare a parare. Magari poter avere un presidente della statura di Ambrosoli!!! Ad avercene!!!
    Quanto a Martina, io voto PD dal 2008, ma se candidano lui o resto a casa o voto un altro candidato. Ragassi, è la Regione Lombardia, mica il consiglio di quartiere, ce ne rendiamo conto?!?!?

    1. Scritto da fabiolino

      Io invece non ho mai votato PD, ma se candidano Martina voto sia lui che il PD. Sarò meno intelligente e analitico di te, ma il mio voto pesa esattamente come il tuo e quindi lo compenso.

      1. Scritto da cives

        Mi sembra che la società civile lombarda possa/debba suggerire personalità molto più rappresentative e capaci di imprimere alla regione le nuove idealità e progettualità di cui abbiamo bisogno dopo il torpore di questi anni.

  22. Scritto da Ernesto

    La cosa più importante è il programma che viene proposto , soprattutto in termini di costo delle strutture della regione , sia come organi costituzionali che come società partecipate, controllate oltre che le relazioni organizzative con le province che resteranno. Dobbiamo venir via da questa folle struttura dei costi. I soldi devono essere spesi per ciò che serve alla gente , non per le strutture regionali.

  23. Scritto da ste

    Ma Martina è pure lui di cl? Così pare…

  24. Scritto da Forza CL

    Martina non è stato assessore di un comune quando il sindaco era l’attualmente indagato per corruzione capo della CdO bergamasca Rossano Breno?
    Con i voti di chi è stato eletto così giovane e così rapidamente?
    Come nel 1994 con mani pulite. Si trovò una faccia nuova da proporre, sotto il cui ombrello passò tutto il sistema di allora che è poi degenerato ulteriormente.
    I risultati li viviamo oggi sulla nostra pelle tutti i giorni.
    Ricorderemo la lezione?

    1. Scritto da pier

      Non solo da questa (e da altre simili) risposta, ma da parecchie occasioni di battute scambiate con “pd-ini” certificati mi rendo sempre più conto che per qualcuno le barricate rimangono sempre insormontabili: c’è chi, per ignoranza, continua ad associare chiunque abbia una qualche attenzione al mondo cattolico come cl-ino. Senza questa attenzione il pd non andrà poi molto lontano, non sarà mai una forza progressista. Rimarrà quel che era, seppur con un nome diverso; rimarrà sempre e solo una forza di opposizione

      1. Scritto da Paolo

        Andiamo proprio bene, Pier, se consideriamo il mondo cattolico una forza di progresso. Andiamo proprio bene…

    2. Scritto da roberta

      No, Martina non è mai stato assessore. E’ stato solo consigliere, nel paesino di 3000 abitanti in cui è nato, cresciuto e vissuto fino a un paio d’anni fa. Con i voti di chi? Di alcune decine di persone che nel tuo paese ti conoscono e quindi ti votano, compresi i parenti. Esattamente come avviene per il 99% dei consiglieri comunali nel 99% dei comuni medio-piccoli della nostra provincia. Non cercare di vedere del marcio sempre ed ovunque.