BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Festa del Raccolto? Rivendichiamo di essere fieri antiproibizionisti”

Gli attivisti del centro sociale Pacì Paciana rispondono alla lettera inviata dal blogger Andrea Lombardi che invitava il prefetto a prendere misure contro la tradizionale festa del raccolto, appuntamento antiproibizionista in programma ogni fine ottobre.

Più informazioni su

Gli attivisti del centro sociale Pacì Paciana rispondono alla lettera inviata dal blogger Andrea Lombardi che invitava il prefetto a prendere misure contro la tradizionale festa del raccolto, appuntamento antiproibizionista in programma ogni fine ottobre.

Ci risiamo! Come ogni anno ci aspettavamo che l’occupante di numerose cadreghe Daniele Belotti uscisse con le solite, trite e ritrite, dichiarazioni sulla Festa del Raccolto presso il c.s.a. Pacì Paciana. Purtroppo però Belotti lo vediamo più impegnato a rendersi conto solo ora di aver governato una Regione con gruppetto di criminali e faccendieri, con tanti saluti a “Roma Ladrona”.

Strano, dato che proprio con l’integerrimo Zambetti (assessore regionale alla casa, ora domiciliato presso le patrie galere e legato alla ’ndrangheta) ilduroepuro Belotti aveva pianificato la ”riqualificazione” (etnica) di Zingonia, operazione che avrebbe portato alla demolizione e alla ricostruzione (nelle mani di chi? ora ci viene qualche dubbio) di parte del quartiere a cavallo fra quattro Comuni. Quest’anno finalmente una bella ventata di freschezza: un giovanotto in cerca di ”clic” sul suo blog scrive al Prefetto rispetto al più grosso evento dell’orgoglio antiproibizionista bergamasco:ladies and gentleman the winner is Andrea Lombardi che, desideroso di farsi pubblicità, si scaglia contro un’iniziativa che si tiene da 15 anni a questa parte con toni vibranti.

La cosiddetta “antipolitica” ha fatto scuola nel lessico se addirittura veniamo definiti La Casta, un paragone che fa sorridere da tanto è spropositato: a differenza delle cricche di potere e politica che da 50 anni governano l’Italia noi siamo un gruppo più o meno eterogeneo di precari, disoccupati, studenti, lavoratori autonomi, con le nostre facce e nessun privilegio. Rivendichiamo sì il diritto alla scelta rispetto al consumo delle sostanze e mettiamo in luce i danni che le politiche proibizioniste hanno fatto e stanno continuando a fare e ci rendiamo conto che siamo un’ “avanguardia”… di un esercito di consumatori!

Durante la Festa del Raccolto non accade niente di così eclatante: non vengono sgozzati capretti su altari pagani costruiti all’uopo per santificare erbe miracolose né vengono costretti centinaia e centinaia di ragazzini di prima media (rapiti nottetempo) a consumare forzatamente ”la ddroga”. Forse se il sig. Lombardi lasciasse un attimo il computer si accorgerebbe che c’è un mondo fatto di “consumatori” al di fuori della Festa del Raccolto, con tutte le criticità che questo comporta. Consumatori che rischiano la reclusione per due canne (come la rischiamo noi attivist* del centro sociale, ma non ci sembra il caso di puntualizzare che non c’è alcuna disparità di trattamento nonostante un complotto demoplutomassogiudaico ci assegni il ruolo di “Casta”), consumatori che rischiano di trovarsi in carceri strapiene perchè una legge – la Fini Giovanardi – criminalizza chi fa uso di qualsiasi indistinta sostanza. Forse il sig. Lombardi farebbe meglio a chiedere al Prefetto perché i luoghi di aggregazione giovanile (compreso il csa Pacì Paciana) non sono serviti da mezzi pubblici notturni gratuiti, che eviterebbero una serie di problemi e renderebbero le strade più sicure: l’uso (e abuso) di alcool è socialmente accettato in Italia e causa ben più incidenti o morti correlate all’abuso della sostanza che la marjiuana.

Noi proponiamo due giorni di opposizione collettiva a una legge (la Fini Giovanardi, appunto) ingiusta, promuoviamo la conoscenza rispetto all’uso e all’abuso delle sostanze e approfondimenti sulla legge: speriamo che il sig. Lombardi sappia distinguere fra “giusto” e “ingiusto” andando oltre al concetto di “legalità” (anche perché, fino al 1889, in Italia scioperare era reato, così come fino al 1970 il divorzio). Siamo fieramente antiproibizionist* e sì, lo rivendichiamo, consapevoli che non siamo soli o isolati ma che, anche in provincia di Bergamo, ci sono migliaia e migliaia di consumatori stanchi di una legge liberticida che nega qualsiasi diritto di scelta, favorendo le narcomafie, e riempie le carceri di incolpevoli consumatori: la Festa del Raccolto è un modo per contarsi e condividere consapevolezza verso la conquista di nuovi diritti.

Giusto o sbagliato non può essere reato!

Bergamo*Antipro c.s.a.

Pacì Paciana ps: ci teniamo a ringraziare il sig. Andrea Lombardi per la grafica “rivisitata” del logo Pacì Paciana. Ci stamperemo degli adesivi che attaccheremo sulle siringhe di marijuana prima di spiaccicarcele in vena!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Obbama

    Per me i è doma öna maniga de lasarù piè de solc’.

    1. Scritto da dd

      te ghet resù! se ù’l gà mia i solc de campà, glià spent mia a stupidade, e se ù al laùra, l’ga mia ol tep de fà i stronzade chi fà chesce che…me la pense isè. bela la éta a viga ol papi pie de solc che tanto quando ta ghe net bisoin al te ciapa a laùra a cà tò!

  2. Scritto da barlafus

    a parte le solite manfrine da tastiera,mai una volta che abbia visto tutti questi benpensanti manifestare,protestare,fare volantinaggi,mettersi in prima persona contro il vostro tanto odiato Pacì Paciana.Una sola raccolta firme:poco più di un centinaio. Al sindaco fa comodo che ci sia il Pacì così ha qcosa da dire in campagna elettorale.
    Fate veramente ridere! alla festa del raccolto ne fumerò una anche in vostro onore. E non dite che le persone aspettano solo quell’evento per fumare,non hanno nessun problema a farlo tutte le volte che vogliono,ovunque siano…

  3. Scritto da Alberto

    Di fronte a una crisi epocale con l’euro che ci ammazza, questi si preoccupano solo per le canne. Segno dei tempi.

  4. Scritto da ma....

    perchè non venite tutti voi benpensanti a mangiare qualcosa di buono e a farvi due risate?? il giorno seguente tranquilli che non vi sveglierete verdi o storti o smongolati, fidatevi ;)

  5. Scritto da Mr.Pecis

    Antiproibizionismo Militante !!! Free joynt bambule’ ….

  6. Scritto da Avv. Mauro Invernizzi

    Sono antiproibizionista ma non bugiardo. Con “due canne” non è mai finito nessuno in galera, a meno che le stesse cedendo ad un minorenne

  7. Scritto da John Locke

    La festa in questione e il fumare cannabis pubblicamente poco c’entrano col cambiare o contestare il sistema. E’ uno stile di vita, ci si può identificare o meno, ma non è certo un qualcosa per stimolare il sistema a cambiare, a migliorarsi. E’ solo una storiella di comodo per fare liberamente ciò che è proibito dalla legge in altri contesti. Che poi non ci sia differenza con la libera consumazione legalizzata dei super alcolici è palese, ma questa è un altra storia e forse un’altra battaglia, da intraprendere, ma con modi e strumenti adeguati.

  8. Scritto da Simone

    Dalla profusione di commenti a difesa di questi bravissimi (demolitori di macchine) ragazzi si capisce che è giusto drogarsi ma non parlare di politiche monetarie… Giusto…

  9. Scritto da invitoaleggere

    Invito a leggere l’articolo di oggi su questo argomento: http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/10/16/depenalizzare-droghe-leggere-conviene-ricerca-uk-scatena-dibattito/384402/
    E a questa conclusione non sono giunti un gruppo di ragazzi sballati, ma la commissione inglese per le politiche sulla droga, un organismo indipendente composto da scienziati, politici, operatori sociali, forze dell’ordin, giuristi e medici. Tutto il resto sono cose che avanzano. Esempi di depenalizzazione (Olanda, Rep. Ceca e Portogallo) hanno dimostrato che non portano ad aumento del consumo ma solo tolgono “ENORMI” profitti a mafia & Co.

    1. Scritto da Andrea Lombardi

      E quindi? Di grazia, cosa c’entra con quello di cui stiamo parlando?
      Il Paciana mica ha fatto nulla per rendere legale l’uso della cannabis. Lei li ha visti raccogliere firme per qualche referendum in proposito?
      L’antiproibizionismo è solo un paravento per delinquere con la connivenza dei loro amici, e di quelli ingenui che leggono le cose a metà…

      1. Scritto da ??

        la gente non ha bisogno di organizzare una festa per fumare spinelli,lo fa qdo vuole e in altri posti. perchè nella sua lettera non fa riferimento allo stadio? lì si fuma(e non solo) tranquillamente tutte le domeniche in tutti i settori e per di più di danni in giro ne hanno fatti,probabilmente sotto gli occhi di un noto esponente politico. lì nulla?

    2. Scritto da L76BG

      condordo pienamente con Lei..ed aggiungo, che per discutere in modo completo si deve conoscere l’argomento e non andar per luoghi comuni o per “sentito dire” ..xchè si fà presto a parlare di dddroga e di dddrogati, ma si dovrebbe ben distinguere! Anche lo zafferano è droga, riflettete..

  10. Scritto da vacario

    Stupefacente…il richiamo alle categorie del “giusto” e dell'”ingiusto.
    Di grazia chi decide cosa è giusto e cosa non lo è?
    P.s. per i terrororisti, rossi e neri, che hanno insanguinato il paese durante gli anni di piombo, le loro azioni erano senz’altro “giuste”…
    la legalità è l’argine entro il quale scorre il vivere civile e se qualche legge non è condivisa si può cercare di cambiare ma non infrangere!

  11. Scritto da Enrico

    Il proibizionismo ha fatto solo danni e arricchito le mafie di tutto il mondo.

  12. Scritto da edoardo

    di tutte le cose sensate su cui attaccare il Paci, mi sa che ha scelto proprio la peggiore. Responsabilizzare al consumo è la strada da seguire: il proibizionismo fa danni!

  13. Scritto da febo64

    credo che le buone intenzioni che voi ventilate e proponete si scontrano con le leggi che tutti gli altri devono rispettare, siete fuori legge sia nel settore delle droghe più o meno pesanti, negli impenti elettrici non a norma, nel disturbo alla quiete pubblica del quartiere, nella somministrazione di alimenti e bevande senza l’autoprizzazione e chi più ne ha ne metta………………

    1. Scritto da Camillo Benso

      mi scusi, guardi che i ragazzi chiedono di cambiare una legge che colpisce anche loro, non sono sopra la legge, sono fuorilegge come centinaia di migliaia di persone in Italia

  14. Scritto da Dino

    Sulla base del fatto che nessuno a questo mondo può considerarsi perfetto è fuori discussione. Provo però molto dispiacere vedere i ragazzi “dopo” la manifestazione (di cui all’oggetto) che deambulano
    senza più un’identità ( anche se provvisoriamente)…solo questo…..

    1. Scritto da ma

      lei dove li avrebbe mai visti??? ahahah sarei curiosissimo di vederli anch’io ahahahah

      1. Scritto da DINO

        …Complimenti, …vedo che Ti sei già ” calato ” nella festa….ahahah.

    2. Scritto da Camillo Benso

      Ma scusa Dino, ma sai quanta gente che magari non ti aspetti si fuma le canne? e magari svolge tranquillamente le sue attività quotidiane, senza che questo dia problemi… il film degli “zombies” dopo una canna mi sa che l’hai visto al cinema…

      1. Scritto da Dino

        gli “zombies” hanno ancora un’identità (anche se astratta e cinematografica) quelli contro un palo o accartocciati nelle lamiere delle auto la domenica mattina sui giornali no!

        1. Scritto da Emanuele

          E ovviamente è colpa della drrrrooggga, non dell’alcool vero?

          1. Scritto da Dino

            ….colpa…….CENTRATO……..colpa!!!!!!!!!!!!!

  15. Scritto da lombardiinastinenza

    Non che sia un simpatizzante del paciana, ma sto lombardi qui mi sembra un tuttologo in cerca di visibilità e che bgnews gli stia dando fin troppo spazio od importanza. Tra l’altro su altri argomenti e’ stato bellamente zittito in quanto si diletta a scrivere su argomenti su cui ha informazioni scarse o nulle… utile per fare due risate ma non certamente per trovare spazio su una testata informativa seria come bgnews…. opinione personale eh..