BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scoprire il Marocco un Paese protagonista della primavera araba

Prenderà il via sabato 20 ottobre con una conferenza all’Ex Archivio di Stato in Via Tasso, l’iniziativa “Marocco: terra, territorio, culture” frutto della collaborazione tra Agenzia per l’Integrazione, Ordine degli Architetti, SlowFood e Università degli Studi di Bergamo.

Prenderà il via sabato 20 ottobre con una conferenza all’Ex Archivio di Stato in Via Tasso, l’iniziativa “Marocco: terra, territorio, culture” frutto della collaborazione tra Agenzia per l’Integrazione, Ordine degli Architetti, SlowFood e Università degli Studi di Bergamo.

Il programma che si svilupperà in città e provincia, mira a promuovere la produzione culturale di uno dei paesi più dinamici del Mediterraneo, e protagonista recentemente della Primavera araba. Produzione culturale intesa come architettura, musica, storia e patrimonio gastronomico: saranno diversi gli aspetti che verranno approfonditi con l’aiuto di illustri studiosi, architetti, musicisti e chef.

 

Sabato 20 ottobre

•ore 9,30 – 13,00 – Ex Archivio di Stato – Via Tasso – Bergamo Conferenza: “Architettura contemporanea in Marocco” Promosso dall’Ordine degli Architetti PPeC della Provincia di Bergamo
•ore 15,00 – Università degli Studi di Bergamo – Sede: Via dei Caniana, 2 Conferenza: “Il Marocco dinnanzi alla Primavera Araba” Promosso dal Dipartimento di Lettere, Arti e Multimedialità;
 
 
Domenica 21 ottobre
•ore 21,00 – Chiesa di San Fermo – Via Ss. Maurizio e Fermo 7 – Bergamo Concerto dell’Ensemble Sharg Uldusu’ : “Stella d’Oriente” Promosso dall’Agenzia per l’Integrazione
 
 
Martedì 23 ottobre
•ore 20,00 – al Vecchio Tagliere, in via Libertà 87 a Zanica, si terrà la Cena per Terra madre Marocco organizzata con Slow Food – Condotta di Bergamo
"L’iniziativa è stata promossa dall’Agenzia in collaborazione con altre importanti organizzazioni del territorio provinciale per dare un’immagine diversa del Marocco, troppo dipendente dai fenomeni migratori e dalla cronaca ad essa collegata ha dichiarato il Direttore dell’Agenzia Eugenio Torrese -. Per l’Agenzia, inoltre, è un modo concreto per comunicare il messaggio che l’integrazione riguarda tutta la società locale, le istituzioni e le organizzazioni professionali, culturali e del terzo settore"
"L’Ordine degli Architetti avvia con questa partecipazione una serie di iniziative dedicate ai paesi dell’Asia e dell’Africa con un’attenzione particolare a quelli che si affacciano sul Mediterraneo: paesi in grande ed incerta trasformazione che stanno assumendo una crescente importanza politica, sociale, economica e culturale" ha dichiarato Marco Tomasi, Referente Cultura dell’Ordine degli Architetti.
 
 
"Quest’anno in particolare il tema dell’internazionalizzazione sarà il fil rouge di tutte le nostre iniziative e abbiamo pertanto intensificato i contatti con architetti di fama mondiale che vengono a portare qui la loro esperienza" ha aggiunto il Presidente dell’Ordine, Francesco Valesini.
"L’Università partecipa all’iniziativa con una conferenza promossa dal Dipartimento di Lettere, Arti e Multimedialità dell’Università di Bergamo e dalla Cattedra Unesco di Bergamo al fine di approfondire alcuni degli aspetti politici e culturali più specifici del Marocco. Sarà un’occasione rara di ascoltare il prof. Mohamed Tozy, sociologo e politologo, una delle voci più originali e competenti sul Marocco contemporaneo, anche alla luce della Primavera Araba e dei più recenti processi di cambiamento che attraversano il mondo arabo" ha affermato la referente per l’Università Paola Gandolfi, docente di Politiche educative nei paesi arabo-islamici del Mediterraneo presso l’Università di Bergamo.
 
"Dal 25 al 29 ottobre 2012 si svolgerà a Torino il Salone del Gusto / Terra Madre (www.slowfood.it), da ogni Paese si recheranno Torino per il più importante evento eco-gastronomico al mondo che propone cibi buoni impegnandosi allo stesso tempo a ridurre l’impatto della manifestazione sull’ambiente, al motto "Cibi che cambiano il mondo". Lunedì 22 ottobre arriverà in città la delegazione di Terra Madre Marocco con Habib Balatif, cuoco berbero della rete di Slow Food e Terra Madre, interprete della cucina marocchina/berbera del sud est del Marocco e con El Rhaffari Lhoussaine, docente all’università di Errachidia, Coordinatore Nazionale del Marocco del progetto Mille Orti in Africa" ha evidenziato Raoul Tiraboschi, fiduciario Slow Food Bergamo.
 
"Martedì 23 ottobre sarà presentata presso il Vecchio Tagliere di Zanica la Mostra Fotografica del Cesvi sulla condizione della donna in Marocco e a seguire – ha aggiunto Tiraboschi – in collaborazione con la Condotta della Bassa Bergamasca e quella delle Valli Orobiche, una cena marocchina cucinata dal cuoco ospite, coadiuvato da diverse cuoche marocchine ospiti nella nostra città. L’intero ricavato della serata andrà a finanziare l’ospitalità dei nostri ospiti ed il Progetto Mille orti in Africa"
 
 
LE INIZIATIVE
Sabato 20 Ottobre, ore 9,30 – 13,00 – Ex Archivio di Stato – Via Tasso,88 – ingresso dall‘Ex Hotel Commercio stesso ingresso alla mostra Contemporary Locus – Bergamo.
Conferenza: “Architettura contemporanea in Marocco”
La conferenza dedicata al Marocco ha l’obiettivo di far conoscere l’architettura contemporanea di questo paese attraverso gli interventi di quattro relatori che propongono diversi aspetti di una realtà ricca e articolata e, in Italia, poco nota:
– Mohamed Tozy, sociologo e politologo, insegna presso le Università di Casablanca e di Aix en Provence (F) è riconosciuto fra le figure di maggior rilievo intellettuale del suo paese e ci fornirà alcune chiavi di lettura per capirne la realtà contemporanea;
– Karim El Achak, architetto di Marrakech, oltre a presentare le i suoi lavori, noti anche a livello internazionale, ci parlerà dei problemi e delle opportunità del mestiere di architetto in Marocco;
– Selma Zerhouni, direttrice della rivista AM Architecture du Maroc, ci offre un quadro d’insieme dell’architettura contemporanea marocchina;
 
Sabato 20 ottobre, alle 15 – Via dei Caniana – Ingresso libero, Conferenza: “Il Marocco dinnanzi alla Primavera Araba” La conferenza verterà su “Il Marocco dinnanzi alla Primavera Araba” e sarà tenuta dal Prof. Mohamed Tozy, professore di scienze politiche presso l’Università Hassan II di Casablanca e dell’Università di Aix en Provence. Mohamed Tozy è una figura di spicco tra gli intellettuali marocchini ed è considerato il maggior esperto dei movimenti religiosi marocchini. Politologo e antropologo, responsabile di alcune tra la ricerche più innovative sul Marocco contemporaneo dal punto di vista culturale e politico, è autore di “Monarchia e Islam Politico in Marocco” e di numerosi saggi e ricerche sull’islam nel quotidiano, sui valori religiosi e culturali dei giovani in Marocco, sul quadro politico marocchino attuale e sui movimenti islamisti in Marocco.
 
 
Domenica 21 ottobre, ore 21,00 – Chiesa di San Fermo – Via Ss. Maurizio e Fermo 7 – Bergamo – Ingresso gratuito
Concerto dell’Ensemble Sharg Uldusu’ : “Stella d’Oriente”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.