BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bonetti sta con la Picci “Accuse ingiuste e Nazionale immorale”

Il patron della Foppa si scaglia contro lo staff azzurro: "Ci hanno tenuto nascosto i problemi della giocatrice, si sono comportati male. Le critiche a Francesca sono state portate dalla gelosia delle altre ragazze. Il palazzetto? Ci siamo rassegnati".

Più informazioni su

“La Nazionale ha tenuto nascosto a Francesca Piccinini e a noi i problemi di salute della giocatrice. E’ stato un brutto comportamento, davvero immorale”. In difesa dell’ex capitano della Foppa scende in campo anche il patron del club rossoblù Luciano Bonetti che, attraverso i microfoni di Video Bergamo, fa sapere quella che è la sua opinione: “Parlo liberamente, senza interessi personali dato che Francesca non è più una mia giocatrice – commenta Bonetti –. Mi sono fatto una mia idea sulla vicenda, fermo restando che la Picci avrebbe dovuto parlare prima per denunciare la cosa. Così facendo, invece, si è presa delle accuse ingiuste perché – e questo noi lo possiamo confermare – in quel periodo stava davvero male e i suoi problemi erano reali. Perché Lo Bianco l’ha criticata? Non me lo spiego nemmeno io dato che quando era lei a stare poco bene tutti le siamo stati vicini, Francesca compresa”.

Ma per Bonetti una piccola spiegazione alle tante critiche arrivate al suo ex capitano ci sarebbe: “Una bella ragazza che rappresenta l’immagine della pallavolo italiana un po’ di gelosia nelle altre donne la procura – spiega il numero uno del club bergamasco -, quindi penso che Gioli, Del Core, Lo Bianco e tutte le altre che hanno criticato la scelta di Francesca siano state spinte anche da un pizzico d’invidia. Voglio però ripetere una cosa: la Picci non è più una mia giocatrice, quindi sto solo cercando di difendere quella che considero una brava persona”.

Nell’intervista a Video Bergamo il patron della Foppa parla anche di un’altra ex rossoblù, quella Serena Ortolani che, in dolce attesa, si fermerà per almeno un anno e mezzo: “E’ arrivata a Bergamo giovanissima, a 17 anni – commenta sorridente Bonetti –, ancora non mi rendo conto che tra poco avrà una figlia. Ovviamente, le faccio i migliori auguri: sono certo che sarà una bravissima mamma. Come ho preso la notizia? Con tanto stupore. Ma sapete com’è, io vendo prodotti per bambini e mi piacerebbe che tutte le giocatrici, escluse le mie, fossero sempre incinta”.

Infine, non è mancata una battuta sulla stagione che si sta per aprire: “Abbiamo perso diverse big ma abbiamo anche acquistato delle ragazze interessantissime. L’obiettivo sarà quello di raggiungere i playoff – ha continuato Bonetti -, poi vedremo quanto e come sarà cresciuta la squadra per capire dove potremo arrivare. Il nuovo palazzetto? Dovete chiedere a Cividini. Noi ormai ci siamo rassegnati e, se proprio devo essere sincero, a me il nostro PalaNorda piace con le ultime modifiche che ha ricevuto”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gianni

    bonetti e’ certamente un signore, oserei dire un Padre x le ragazze che ha avuto; pero’ personalmente non mi dispiace che la Picci se ne sia andata, e come lei anche le altre che fino a poco tempo fa onoravano i nostri colori. ma bonetti sta cercando di vedere lontano, andando a pescare ragazze x un prossimo futuro che speriamo positivo, e lasciando andare la Picci e le altre ha posto fine anche ai problemi che queste giocatrici portavano con se stesse.

  2. Scritto da mario

    un signore! al di là delle strane(?????) gelosie di donne è capace di dire la sua .

  3. Scritto da alberto malaguti

    Quando una persona parla senza fare proclami ma è il cuore che parla,allora siamo di fronte a una persona davvero unica come l’atleta in questione e sinceramente trovo difficile continuare a parlare di una questione che era chiaramente condizionata da diversi fattori,quindi dirò solalamnte grazie Luciano Bonetti sei una persona incredibile in tutt i sensi!!!!

  4. Scritto da Enrico

    Bravo Bonetti.
    Aggiungerei che per anni la Foppa ha dato molto alla nazionale,
    ricevendone spesso in cambio solo atlete stanche e/o acciaccate. E da Bergamo non è mai partito un lamento.
    Onore alla Picci. E in bocca al lupo alla squadra per la stagione che comincia sabato.

  5. Scritto da ernestiluchino

    Un Signore. Se ne frega dell’onda del “politically correct” e rende giustizia prima di tutto alla persona. Vivo apprezzamento per le parole.Un parere ed una testimonianza importante, perche’ era uno dei piu’ vicini all’atleta quando stava male e perche’ non ha piu’ alcun interesse di bandiera a testimoniare il suo punto di vista, che e’ il punto di vista di tantissime sportivi e tifosi che stimano l’atleta, ma specialmente la persona, ed il suo comportamento, in mille occasioni.