BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scuola Calusco, è polemica i Giovani Democratici: “Sindaco, anche colpa sua”

Non si è fatta attendere la risposta dei Giovani Democratici caluschesi dopo la polemica sollevata dal sindaco Colleoni: “La Casta è costituita da coloro che, una volta eletti, vengono meno al proprio dovere”.

Più informazioni su

“La Casta è costituita da coloro che, una volta eletti, vengono meno al proprio dovere”. Non si è fatta attendere la risposta dei Giovani Democratici di Calusco dopo la polemica sollevata dal sindaco Colleoni sul mondo scuola, definito nei giorni scorsi come “una casta chiusa al cambiamento”. La replica arriva attraverso una lettera sul blog del gruppo politico: “Caro Sindaco Roberto Colleoni, rimaniamo sconcertati di fronte all’ennesimo attacco che rivolge alla nostra Scuola, attacco dai toni intollerabili, come intollerabile è la negligenza sua e di tutta la maggioranza nei confronti di un’istituzione pubblica che sta collassando su se stessa anche a causa delle vostre inadeguatezze”.

La risposta fa ricadere sulle mancanze dell’amministrazione di buona parte dei problemi che affliggono le scuole in paese: “Non vogliamo portarle l’esempio dei paesi limitrofi (sarebbe troppo semplice umiliarla in questo modo), ma concentrarci proprio sul nostro territorio, quindi sulla nostra scuola pubblica. Vorremmo ricordarle che la scuola di Calusco d’Adda vive da troppi anni sulle spalle di quegli insegnanti che lei definisce con disprezzo “una casta che non accetta il cambiamento” capaci, nonostante gli insufficienti fondi a disposizione, di portare avanti l’attività didattica, molto spesso anche grazie ad un lavoro che definiremmo quasi “volontariato”. Aule inadeguate allo svolgimento delle attività e mancanza di materiale scolastico (o, se presente, obsoleto) sono solo alcune delle gravissime carenze che ha la nostra scuola e la cui responsabilità non è sicuramente attribuibile a chi ci lavora dentro, ma a una gestione inefficiente da parte della vostra amministrazione.

Fa molto sorridere il fatto che lei parli di “collaborazione” quando, in questi anni, ha sollevato un muro invalicabile fra Comune e Scuola Pubblica. E poi basta, per favore, con questa telenovela del fotocopiatore…Lo sanno anche gli alberi di Calusco che quest’ultimo è stato fermo per quasi un anno e che ha costretto insegnanti e genitori a far fotocopie a spese proprie. Lei definisce questa una casta? La Casta è costituita da coloro che, una volta eletti, vengono meno al proprio dovere”

Gianluca Mercuri

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Dino

    A parer mio…I GIOVANI DEMOCRATICI non hanno torto ma….Il Sig. Colleoni a mio avviso ha ragione in diversi punti … La verità
    probabilmente si trova nel mezzo…auguriamoci molto buon senso
    tra le parti e soprattutto coerenza (per il bene di chi usufruisce del servizio).

  2. Scritto da daniela

    Mi fa molto piacere leggere queste righe. Speravo in una risposta adeguata allo sconcertante intervento del sindaco di calusco