BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pianoforte e Utopia I concerti in Sala Greppi del pianista Carlo Grante

Giovedì 18 ottobre alle 20.45 alla Sala Greppi il celebre pianista Carlo Grante presenterà il primo dei tre concerti intitolati Pianoforte e Utopia. Le successive serate avranno luogo nel corso delle prossime stagioni.

Più informazioni su

Giovedì 18 ottobre alle 20.45 alla Sala Greppi il celebre pianista Carlo Grante presenterà il primo dei tre concerti intitolati Pianoforte e Utopia. Le successive serate avranno luogo nel corso delle prossime stagioni. Questo concerto rappresenta il cuore della programmazione artistica di quest’anno, non solo per il contenuto, ma per l’ambiziosa idea del ciclo.

Coniugare pianoforte e utopia significa non solo proporre al pubblico brani rari, spesso cardini della letteratura pianistica, particolarmente impegnativi dal punto di vista tecnico e interpretativo (quindi, l’utopia pianistica), ma presentare soprattutto l’utopia compositiva, dove l’autore mette in gioco la propria arte per qualcosa che vada oltre la consuetudine e rappresenti una creazione memorabile.

La serata sarà anche un’occasione unica per ascoltare le Elegie, composte fra il 1907 e il 1909 da Ferruccio Busoni (1866 – 1924). Si tratta, a conoscenza di chi scrive, di un’altra “prima” per la nostra città, con la quale si avvicinerà il pubblico a uno dei compositori più complessi e ricchi di stimoli, straordinaria sintesi evolutiva di barocco, classicismo e romanticismo che conduce verso il Novecento.

I brani che saranno suonati racchiudono, inoltre, le tematiche principali attorno alle quali ruota l’idea che anima tutta la 31ª stagione della Sala Greppi: dapprima ascolteremo una trascrizione per pianoforte solo – effettuata dallo stesso Carlo Grante – della Rapsodie espagnole di Maurice Ravel, originariamente pensata per orchestra. Si tratta di una prima esecuzione europea che il Maestro Grante ha voluto presentare nella nostra città, dopo la prima assoluta che ha avuto luogo nel luglio di quest’anno a Newport, negli Stati Uniti.

Il secondo tema è rappresentato dallo “spirito di Bach”, che ritroviamo nelle Elegie di Busoni. La terza di esse è un Corale (La mia anima anela e spera in te) che sarà poi utilizzato dallo stesso Busoni come sezione introduttiva del suo capolavoro estremo, la Fantasia Contrappuntistica. La rarità del programma di Carlo Grante ha fatto sì che l’Ella Studio di Vienna decidesse di riprendere il concerto dal vivo (oltre ai successivi del ciclo) in vista di una futura pubblicazione in Dvd.

L’intimità raccolta della Sala Greppi, ideale per il programma proposto, potrà così essere apprezzata da un pubblico più vasto.

Info: www.salagreppi.it

Stefano Lania

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.