BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Festa della marijuana, intervenga il prefetto Una questione di giustizia”

Pubblichiamo la lettera di Andrea Lombardi, blogger bergamasco, che chiede l’intervento del prefetto per far rispettare le leggi alla “festa del raccolto” organizzata al centro sociale Pacì Paciana.

Più informazioni su

Pubblichiamo la lettera di Andrea Lombardi, blogger bergamasco, che chiede l’intervento del prefetto per far rispettare le leggi alla “festa del raccolto” organizzata al centro sociale Pacì Paciana.

La Casta sta per combinarne un’altra delle sue, alla faccia di tutti noi onesti cittadini costretti a rispettare le leggi e pagare le tasse fino all’ultimo centesimo. Ancora una volta staremo a guardare i Privilegiati godersi l’impunità che sembra renderli intoccabili? Pare proprio che per l’ennesima volta i Potenti si arroccheranno nella loro torre d’avorio, nella terra franca apparentemente inviolabile ed esente da ogni dovere: il Centro Sociale Pacì Paciana. Tra quelle quattro mura ci anti

cipano pubblicamente che disobbediranno con orgoglio alle leggi che ritengono ingiuste, pratica che ormai prosegue da anni senza impedimenti. Infatti anche quest’anno per fine ottobre è prevista al Pacì Paciana la Festa del Raccolto: due serate a base di marijuana consumata nella totale illegalità. Due serate pubblicizzate con tanto di volantini e largo preannuncio, che attireranno giovani e meno giovani da tutta la provincia. E anche da fuori. Un evento così pubblicizzato e ormai consolidato dal tempo varca ampiamente le soglie del confronto e dello scontro politico, per entrare senza alcun dubbio nel campo della Giustizia e dell’equità. Sono il primo a dirmi favorevole a discutere la legalizzazione della cannabis, ma non trovo accettabile che intenti dichiaratamente illegali e potenzialmente pericolosi per la sicurezza pubblica (si pensi ad esempio da chi una volta uscito da lì salirà in macchina) possano passare sotto un silenzio connivente.

Solo poche settimane fa il Botellón, l’evento che doveva vedere riunite lungo le mura di Città Alta centinaia di persone armate di bevande “portate da casa”, aveva scatenato la reazione e l’interessamento di tutti: stampa, politica e istituzioni, preoccupati dalle conseguenze di quel ritrovo. Alcuni solo speranzosi che venisse annullato e altri che si adoperavano attivamente perché ciò avvenisse. Perfino il Prefetto aveva annunciato lotta all’iniziativa, dichiarando «salteranno molte patenti» (fonte), e ancora dicendo che «non è il caso di portare avanti quest’iniziativa. Non credo che chiunque possa invitare 50mila persone per occupare gli spazi comuni di una città, secondo un malinteso principio di libertà» (fonte). Ora voglio rivolgermi a Lei Sig. Prefetto, perché purtroppo la stampa locale ad oggi non ha dato alcun risalto a quest’iniziativa portata avanti dal Pacì Paciana. Di conseguenza non ho avuto la possibilità di conoscere la Sua opinione in proposito, nel caso in cui l’avesse già espressa pubblicamente. Le chiedo dunque: pensa che la Festa del Raccolto possa rientrare tra quelle iniziative che si basano su un «malinteso principio di libertà»? Pensa che la stessa attenzione riservata al Botellón e alla sicurezza stradale che in quell’occasione veniva minata, potrà essere riservata anche a questo evento?

E nel caso in cui la Sua risposta fosse positiva, come ha intenzione di adoperarsi per prevenire rischi e pericoli? Personalmente sono molto preoccupato non solo per le conseguenze che la Festa del Raccolto potrebbe avere sulla sicurezza stradale, ma soprattutto per la consuetudine che di edizione in edizione è andata consolidandosi: quella per cui in certi luoghi ci si possa sentire al di sopra delle leggi che valgono invece per quelli che stanno fuori. Come se si fosse protetti da regolamenti autoproclamati, in barba alla sovranità dello Stato in cui, volenti o nolenti, si vive.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da silvia

    almeno offrire

    grazie

  2. Scritto da bremboskifo

    DIVERTITEVI RAGAZZI
    SI E’ GIOVANI UNA VOLTA SOLA NELLA VITA ,OPPURE SEMPRE

  3. Scritto da Attilio

    Secondo me una csa che è illegale è illegale punto e basta, se la legge è sbagliata bisogna cambiarla, magari con un referendum. mica si son fatte mettere incinta le donne radicali per poi abortire illegalmente ed ottenere così la legge sull’ aborto, e allo stesso modo prima rendi legale la canna poi te la fumi. Fare una cosa illegale alla luce del sole senza intervento delle FFOO dimostra la decadenza delle FFOO stesse, della magistratura, e della politica, ammesso che queste ultime due possano scendere ancora nella classifica della fiducia della cittadidaninanza.

    1. Scritto da ale

      il problema è che non c’è un motivo per il quale sia illegale.. il referendum è l’unica “arma” per cambiare l’attuale legge ma se non partecipano il 50% degli aventi diritto non serve a niente.. oggettivamente è solo in italia che c’è una legge così repressiva ma nel mondo occidentale, anche se non è legale, c’è una tolleranza molto più alta sulla marijuana! non c’è tolleranza invece in tutti gli altri reati.. tornando al tuo messaggio purtroppo non c’è un’apertura mentale per cambiare la legge.. almeno per ora
      ps. per informazione generale, in regione liguria, almeno per scopo medico, era passata la legge; bocciata in parlamento con motivazioni etranee all’ambito medico-scientifico..

  4. Scritto da manuela

    quasi quasi ci vado anche io alla festa….

  5. Scritto da Guru

    Parlate tutti come dei matti. Date addosso al centro sociale ma siete solo accecati dai pregiudizi. Secondo il vostro ragionamento la poizia dovrebbe sfondare la porta di casa di MILIONI di fumatori, in Italia.

    1. Scritto da Simone

      Se si hanno le prove che in quella casa si stia commettendo un illecito si…

      1. Scritto da desmet

        E’ arrivato il giustiziere della notte ! facciamo su un carcerone grosso come la lombardia e ficchiamoci dentro una milionata di fumatori di canne !… torna sulla terra dai !

        1. Scritto da giustino

          se facciamo il giro della case chissà quante ballerini di BAILAR BAILAR LA BAMBA troviamo!!!

  6. Scritto da ale

    chi non ha mai fumato una canna dovrebbe prima provare per capire che non crea dipendenza o pazzia (cosa che molti credono). la mafia non è stupida e si fa qualche soldino finchè, scusate il gioco di parole, si fa di un’erba un fascio. per come ormai il mondo perbenista vede la marijana, sarebbe ovviamente da proibire ma la realtà è che una sostanza NON dannosa viene controllata da certe persone che si arricchiscono le quali sono più che contente che altre persone, come si nota nei vari commenti, non sappiano nemmeno che sia la marijuana. fa più male fumarsi le margherite cari..

    1. Scritto da rood

      mbè??? e con ciò?
      COMINCIATE A PAGARE L’AFFITTO!

  7. Scritto da Jim

    A quanto pare chi commenta non ha capito, che alla maggior parte della gente non interessa se un cittadino vuole fumare erba dalla mattina alla sera.
    La cosa riprovevole, è che se un cittadino sparge volantini per una “festa del raccolto” a casa propria, invitando gente, si trova a casa mezza Questura, com’è plausibile, mentre se lo fanno questi individui protetti, nessuno fa nulla.

  8. Scritto da Bingo

    Sono finiti gli anni 80/90 dove x strada trovavi marijuana e derivati di buona qualità….. Bisogna aprire bene gli occhi e vi accorgerete che in piazza al giorno d’oggi trovi solo cocaina e pastiglie…. Iniziamo a ragionare su questo e non di una banale canna.

    1. Scritto da Cidney

      Caro Bingo
      siamo al solito problema.
      Se vostro figlio sta attraversando la strada ed un’automobile sopraggiunge e lo investe, che sia condotta da una persona che ha esagerato bevendo o assumendo stupefacenti, cosa direbbe?
      Legalizzare queste sostanze in un paese come il nostro è catalogamente impossibile e creerebbe solamente il caos.
      Certo, se m’assicurate che chi fuma NON possa condurre alcun tipo di veicolo ad esempio, avrete il mio voto.
      Fino ad allora, chi gradisce stordirsi, vada a mettere a repentaglio la propria vita altrove, visto che apparentemente per quella degli altri non c’è alcun pericolo.

      1. Scritto da grabbo

        Un mio amico ha studiato tutta la notte e il giorno dopo ha avuto un colpo di sonno causando un incidente. Propongo di NON far condurre l’auto a chi studia di notte… Continuate ad attribuire colpe alla maria perche’ vi siete fatti fregare dalle campagne mediatiche di chi vuole demonizzare l’erba. Io conosco gente che fuma quotidianamente, alcuni hanno un ottimo lavoro, sono sposati e hanno figli e non hanno mai causato incidenti stradali… e non perche’ sono fortunati o sono degli Alonso… perche’ la maria non ti fa diventare ne zombie ne ti fa “volare” come certa gente pensa. A sto punto vietiamo anche la coca-cola per chi guida, perche’ ti rende nervoso e poi causare degli incidenti.

  9. Scritto da Lorenzo

    data e ora??

  10. Scritto da m5s

    Qualcuno sa la posizione di Beppe Grillo in merito alla droga? Perche’ se lui e’ d’accordo allora vengo anch’io a rollarmi una trombetta.
    Se invece non e’ d’accordo non posso che non esserlo anch’io e biasimare questa festa di fricchettoni cannaioli

    1. Scritto da Spyke 5 stelle

      Bhe vaglielo a chiedere se ne hai bisogno. Non ti fa dormire la notte eh?

  11. Scritto da La Maria

    Quanti morti vediamo ogni giorno in tutto il mondo per alcol? Quante violenze? Notizie del genere al telegiornale perenni. Io sono certa di non aver mai sentito una morte per la cannabis. Quanti morti vediamo ogni giorno per il tabacco? Fumatori attivi o passivi che siano? Trobbe. Smettetela con questo antiproibizionismo, se avete così a cuore la guida responsabile iniziate a scrivere qualcosa che sia contro l’alcol. E se volete meno vite perse inutilmente per una cosa che fa male, allora scrivete anche del tabacco. Chi fuma si fa solo due risate, per quello non è mai morto nessuno.

    1. Scritto da Proà a fas de meno...

      A parte che già il suo uso sconsiderato della lingua italiana sarebbe argomento bastevole contro l’uso della cannabis, le faccio presente che essere antiproibizionisti significa essere favorevoli alla legalizzazione delle droghe: si snebbi un pelino le idee. Quanto al resto delle sue, chiamiamole così, argomentazioni: non vanno oltre il solito “benaltrismo”, che, ormai, pare l’unico argomento dei blog. Le ricordo che esistono un mucchio di leggi per limitare il fumo e l’alcool, solo che non vengono rispettate. Ossia, fumatori e alcolisti si comportano esattamente come i suoi protegés che fumano cannabis. Con la differenza che ci risparmiano le fesserie sull’antagonismo e la libertà..

      1. Scritto da ale

        probabilmente l’ignoranza che c’è sull’argomento e l’inappropriato abbinamento della marijuana alle dipendenze (es cocaina) porta molta gente a parlarne -purtroppo- senza cognizione di causa… dovresti provare ad andare ad una di queste feste almeno per conoscere una parte della società buona.. ovviamente se vuoi conoscere l’argomento di cui scrivi..

        1. Scritto da Rispieghiamo...

          Forse non mi sono spiegato: a me che lei si faccia una canna, si accoppi con una bertuccia o si butti dal ventesimo piano in una tinozza frega men che zero. Per conto mio potrebbero benissimo liberalizzare la cannabis: io non fumo nemmeno le sigarette e per me se uno fuma è proprio lo stesso. Qui la questione è quella della legalità: se io infrango la legge, anche solo un pochettino, vengo immediatamente sanzionato. Questi qui non solo la infrangono, ma sanno talmente bene di essere impuniti, da strombazzare ai quattro venti la loro sfida. E, allora, mi chiedo: la legge è uguale per tutti o il PP è più uguale degli altri? E meno male che la menano sull’uguaglianza!

          1. Scritto da Ermann

            a me interessa se uno fuma o meno, perchè a chi non fuma il fumatore costa alla sanità italiana e anche a noi tutti più di una finanziaria in cure mediche e di questi tempi!!!!
            per il resto concordo pienamente in tutto con lei…

  12. Scritto da luca

    spacciare e’ ilegale, fumare spinelli non lo e’ (cosi’ come non e’ illegale per un minore bere alcool, ma e’ illegale venderglielo). In quel centro sociale si spaccia?

    1. Scritto da ficken

      no non si spaccia. Se qualcuno viene visto a spacciare viene allontanato

  13. Scritto da Gaetano Bresci

    chi è troppo sballato di maria o prodotti collaterali non si mette alla guida di alcunchè, perchè, a differenza degli alcolici, si RENDE BEN CONTO del suo stato e no ‘ie a fà. Chi è moderatamente sballato guida invece benissimo lo stesso e, al massimo, sbaglia strada.
    Provare per credere.

  14. Scritto da cristiano

    il problema non è il pacì, ma quello che NON c’è nelle teste dei signori che lo frequentano. fumate fumate e fumate……
    e bevete bevete e bevete che così state bene. vi illudete di essere il meglio ma siete fuori strada, burattini al servizio della criminalità(la maria costa) e mi raccomando ,fate una bella manifestazione contro le mafie cosi siete nel giusto.e magari vi sentite pure di sinistra con la maglietta con il “Che” che fa tanto contestatore. Pòera italia!!

  15. Scritto da BenGey

    La cosa che dovrebbe indignare, non è la manifestazione in sè che può avere motivazioni legittime, quanto il fatto che se un normale cittadino viene trovato con due spinelli in tasca rischia la galera, mentre questi personaggi sono liberi ogni anno di organizzare un “marijuana party” senza che nessuno gli dica niente.
    La cosa bella è che poi sono loro a denigrare “i protetti”, non si rendono conto di essere loro stessi protetti per i quali la legge è un po’ più uguale che per gli altri.
    Tanto astio per questo atteggiamento della gisutizia pro-politici, e poi fanno di peggio?

    1. Scritto da Andrea Lombardi

      Pare infatti che non si riesca a stare sul pezzo e a spiegare perché lì dentro si può tutto, mentre fuori no. E soprattutto Loro possono tutto, e noi no. Scommetto che se evadessi il fisco non troverei nessuno disposto a difendermi spacciando come attenuanti i crimini più efferati perpetrati da altri.
      In fin dei conti non mi interessa che certi ‘personaggi’ lo capiscano, io vorrei solo ricevere una risposta da parte delle Istituzioni, se ancora ne esistono.

  16. Scritto da demetrio

    Non si è mai capito perché i centri sociali abbiano sempre goduto di impunità e non debbano rispettare la legge…al di là di questo fanno però un pò pena questi 30 frikettoni che si ritrovano a festeggiare con la marijuana. Che tristezza!!! Che vecchi, neanche Bersani li vuole oramai più!

  17. Scritto da Marcus

    Evviva il Lunapark, evviva l’evasione, evviva il divertimento, evviva IL VUOTO !

  18. Scritto da greg

    …. dopo piu di 20 di politici che se ne sono infischiati delle leggi che prentendete? che dei ragazzi devrebbero rispettarle?
    sono contro questa “festa”,come per il botellon, ma ricordo che fino a qualche anno fa’ (e probabilmente anche ora) i politici in parlamento fumavano tranquillamente….

  19. Scritto da dighel

    non male questo esercizio di scrittura creativa, un’ottima trovata pubblicitaria, selfpromotion a go go, chissà che non salti fuori una collaborazione con qualche giornale (tto)… comunque grazie per aver riempito un buco mediatico enorme e fatto luce su un fatto davvero sconcertante, ora anche chi non lo sapeva conosce la situazione. chissà però se anche questa non sia pubblicità…

  20. Scritto da Pensionato

    Sono un pensionato di 60 anni e non ho mai provato la maria, penso si giunto l’ora di farlo, mi sapreste dire date orari e costi della manifestazione, prometto che vado con i mezzi pubblici

  21. Scritto da car

    Grazie di avermelo ricordato, rischiavo di mancare!!!!

  22. Scritto da Aladin

    Ma chi è questo moralizzatore col paraocchi? Se ne stia su Marte.
    Non ci arriva a capire il senso di un rendez-vous provocatorio (e certamente discutibile), quando i morti sono molti di più tra i consumatori di alcool e tra gli incidentati ubriachi. Senza contare che la criminalizzazione del “drogato” riempie le carceri e non risolve la questione.

    1. Scritto da Il Naggio

      Ma davvero state facendo la gara a cosa fa piu morti?
      Fino a prova contraria il consumo di alcol è ancora legale.
      Che poi ci siano degli idioti che sbronzi si mettono alla guida provocando guai è un altro discorso.
      Sembrate i bambini dell’asilo.

    2. Scritto da poeraITALIA

      quello che ha ucciso un carabiniere e offeso a vita l’altro non era ubriaco ma andava o veniva da un rave”party”non è sicuramente una cosa legale se accadesse a lei? si inizia sempre con uno spilello
      nessuno criminalizza nessuno o niente ma quando è troppo basta
      finiamola di difendere l’indifendibile
      poi si inizia sempre con un BICCHIERE MA NON TUTTI SONO ALCOLIZZATI MOLTI O QUASI TUTTI HANNO FUMATO LO SPINELLO MA NON TUTTI SONO DROGATI QUESTO LO DECIDE L’NITELLETTO CHE NON TUTTI ABBIAMO.

      LA SOLUZIONE DMOLIRE RADERE AL SUOLO IL PACI PACIANA SAREBBE UN BUON INIZIO FORSE NON RISOLVERA IL PROBLEMA MA SAREBBE UN BUON INIZIO

      1. Scritto da noya

        1: imparare l’Italiano.. se no davvero poera Italia!
        2- vedo una contraddizione: prima scrivi ” si inizia sempre con uno spilello”, poi “QUASI TUTTI HANNO FUMATO LO SPINELLO MA NON TUTTI SONO DROGATI”

        quindi?

  23. Scritto da lol

    volete vietare a dei ragazzi di fumarsi un paio di canne ascoltando buona musica, e mi lasciate l’alcool legale e a rischio di minore che entra in un supermarket e si porta a casa una bottiglia … INCOERENZA

    1. Scritto da poeraITALIA

      no negligenza della cassiera o meno del supermarket ho avuto 3 locali e non ho mai venduto un bicchier di birra o qualsiasi altro alcolico a ragazzi minori rinunciando ad un cospiquo incasso ma penso che la salute delle persone venga prima e la tranquillita delle famiglie.
      basta mettere in atto alcuni provvedimenti che esistono gia di legge.

      1. Scritto da mario59

        Mi pare di vederla impegnato a chiedere di mostrarle il documento d’identità a tutti i ragazzi che potrebbero avere 15 16 17 come 18 anni…ma per piacere… se davvero e facesse una cosa del genere, tempo due settimane e rimane li da solo a guardarsi la sua di carta d’identità…la racconti a qualcun altro.

        1. Scritto da poeraITALIA

          non esiste più sordo di chi non vuol sentire o più orbo di chi non vuol vedere ma lei è in grado di leggere???
          HO SCRITTO HO AVUTO 3 LOCALI SIGNIFICA AVEVO 3 LOCALI

          NON HO SCRITTO HO 3 LOCALI E NON LAVORO PERCHE’ NON FACCIO BERE DEI MINORENNI
          SE HA LETTO HO ANCHE SPECIFICATO CHE LA MIA SCELTA COSTAVA PERDITE COSPIQUE DI SOLDI OVVIAMENTE MA IO ERO TRANQUILLO E LO SONO ANCORA OGGI.

          LEI SCRIVE PER LE SUE ESPERIENZE?????PEGGIO PER LEI.

  24. Scritto da indignato

    Eh gia’ ! un gran bel problemone … come ogni anno alla fine della festa ci saranno centinaia di incidenti stradali e un sacco di morti di overdose da maria. Comunque di gente che ha vizi illegali ce ne un sacco… l’importante e’ indignarsi dei vizi altrui. Ad esempio OGNI sera, proprio davanti al centro sociale, sulla villa d’alme – dalmine, c’e’ la “festa della gnocca”, ma lo sfruttamento della prostituzione non e’ cosi grave come la festa della maria. O forse che i principali clienti della seconda festa sono i bacchettoni che si indignano per la prima ?

    1. Scritto da Accursio

      Caro indignato, mi sembra che lei ponga la questione in termini esattamente opposti rispetto alla logica e, soprattutto, al diritto: il fatto che la gente abbia un sacco di vizi illegali significa che si deve perseguire un sacco di gente, non che questo giustifichi l’illegalità. Altrimenti, uno che sfrutta la prostituzione potrebbe dire, del pari: ma quelli che si drogano allora? Vede bene che si tratta di un gatto che insegue la propria coda. Fate una legge e legalizzate la cannabis: questa è la via del diritto. Non dire che gli altri fanno di peggio. E, fino a quel momento, la festicciola dei Pacìpaciani è un atto illegale, che le piaccia o meno. Non avessimo autorità pavide, vedrebbe…

      1. Scritto da indignato

        Al di la delle autorita’ pavide, io non vedro’ niente xchè non sono mai stato al Paci. Comunque “il fatto che la gente abbia un sacco di vizi illegali significa che si deve perseguire un sacco di gente” è un discorso molto logico, che dimostra una flessibilita’ mentale degna di un abete. Forse è il caso di dare il giusto peso alle cose, invece di prendersela x una festa con 4 storditi che si faranno delle canne, magari è il caso di assicurare alla legge gli evasori fiscali che causano molti piu’ danni alla società di sti 4 cannaioli. Ma e’ piu’ facile dare contro ai cannaioli che agli evasori o ai putt*nieri, perche’ in queste 2 categorie ci sono molti + ben pensanti di quel che si crede!

        1. Scritto da Accursio

          Lei può anche far finta di non capire, mio caro, ma le cose non cambiano: il giusto peso si usa nelle discussioni da bar, non nella giurisprudenza. La ratio della norma non la soddisfa? Cambi la norma. Perchè, se si prendono scorciatoie come quelle che lei va, poco lucidamente, proponendo, si arriva dritti nella jungla. Io me la prendo tanto con i cannaioli quanto con i puttanieri, perchè la legge condanna gli uni e gli altri: mi dica, dunque, lei sta con la legge o sta per conto suo ad indignarsi? Lo capisce quello che scrivo o pensa di replicare come un mantra che, siccome ci sono reati più gravi, di quelli meno gravi non bisogna occuparsi? Glielo ripeto: è una stupidaggine immane…

          1. Scritto da vic

            Accursio, un consiglio, non stia a sprecare il suo tempo, tanto Indignato non ci arriva.

  25. Scritto da NazBol

    Se penso a come è finita la “sinistra antagonista” mi vien da piangere…certi fricchettoni fuma canne avremmo dovuto allontanarli già dal ’68. Ora è troppo tardi.

  26. Scritto da giorgio

    E viene a dire queste cose in Lombardia dove i politic con la legalità ci puliscono il c….
    Ma dove vive questo qui?

  27. Scritto da dd

    premesso che non me ne importa un ficosecco se questi fumano o meno marjuana… ad ogni modo, credo proprio che oltre a questo non sappiano andare.. proteste, canne, manifestazioni, muri imbrattati, spazi occupati (cominciassero a pagare l’affitto come tutti)… alla gente che non arriva alla fine del mese, non importa un cazzo di questi ragazzini viziati magari della bergamo bene, che tanto hanno sempre babbo e mamma dietro a foraggiare. I problemi reali non sanno cosa siano, se no non avrebbero soldini da spendere in maria..Si interroghino invece alcuni genitori sempre pronti a giustificare i figli, anzichè responsabilizzarli di più visto che il mondo reale è un’altra cosa. Cresceranno.

    1. Scritto da jc

      Prima di dire cose del genere si informi sulle iniziative umanitarie e di informazione sociale svolte dal centro sociale.
      Poi possiamo parlarne seriamente.
      Non faccio parte per niente del loro gruppo, ma grazie alle loro iniziative (incontri con personaggi pubblici, proiezioni di film ….) sono a conoscenza di questioni sociali che prima non sapevo nemmeno. Ne ha fatte anche lei di analoghe? Lo spero.
      Poi ognuno ha la propria visione della società, del mondo etc etc ma almeno prima di sparare cavolate informiamoci..

      1. Scritto da dd

        lo so benissimo cosa sono i centri sociali, perchè anche io cisono stato..quello che dico è che le iniziative le puoi fare anche in un altro modo,senza per forza “violare la legge” o “occupare una proprietà privata”.Ti piacerebbe se qualcuno entrasse in casa tua e si impossessasse della tua proprietà in nome del collettivismo, per poi organizzarci dentro feste del raccolto o convegni (dde che??)
        Se io voglio combattere il sistema non devo per forza aggregarmi con questa gente,posso farlo anche dall’interno del sistema stesso.E poi di che iniziative lodevoli mi parli? informati su cosa organizzano al BLOOM di Mezzago,e poi paragonalo con il Paci Paciana e poi ne riparliamo..-

        1. Scritto da jc

          si parlava di centri sociali, non di altri locali come il Bloom, anche le parrocchie e i boy scout allora fanno iniziative culturali, cosa c’entra:ovvio che le iniziative si possano fare anche in altro modo, non c’è nemmeno da discuterne.
          Visto che non sai cosa organizza il paci paciana allora informati.
          Io tanto per fare un esempio ho assistito ad una proiezione/dibattito LEGALE di un film sulla vicenda Aldrovandi a cui partecipava anche il padre e che ovviamente non ha avuto spazio sulle tv nazionali: una testimonianza diretta di chi ha vissuto quella vicenda in prima persona. Ti sarebbe piaciuto?nn conosco i tuoi interessi,ma di mio l’ho ritenuta molto istruttiva. riparliamone quindi..

          1. Scritto da Ennio

            Mi sa che hai toppato amico.
            Il Bloom è anche un circolo, e mi pare che non hai capito la provocazione del commento di dd.
            In sostanza, se non ho capito male, lui sostiene che visto che fate pagare l’entrata e vendete alcolici e bevande, e non pagate tasse ed affitti, sarebbe giusto che vi regolarizzate perchè infondo siete a tutti gli effetti un locale, e qualcuno di voi ci mangia sopra.

          2. Scritto da dd

            e invece è qui il punto: il Paci Paciana è all’interno di un edificio “occupato” abusivamente, però per entrare talvolta richiedete il pagamento di un biglietto… Come mai?
            Per autofinanziamento… ok.
            Allora perchè non formate un’associazione no profit, pagate un affitto senza chiedere nulla al comune, e organizzate tutti i convegni che volete e semmai deciderete di far pagare quote associative agli iscritti e a coloro che vogliono assistere ai concerti, e semmai qualcuno volesse fumarsi un giunto all’interno della vs struttura, che lo facesse a suo rischio e pericolo.

  28. Scritto da Simone

    Si sa, comportamenti anticostituzionali, antisociali e illegittimi sono solo propri di altri schieramenti. Chi si fa scudo con una maglietta del “pacifista e liberatore” Che Guevara può infrangere tutte le regole ed essere sempre giustificato.

    1. Scritto da jc

      Vogliamo parlare delle manifestazioni fasciste permesse nonostante viga ancora il reato di apologia di fascismo!??!?!?!?
      O ce ne siamo dimenticati….???

      1. Scritto da Simone

        Come volevasi dimostrare….

      2. Scritto da W V.E.R.D.I.

        “sovranità monetaria”…eh sì.effettivamente era il cavallo di battaglia di Mussolini…ma togliti i paraocchi che è meglio.

  29. Scritto da gabriele2cv

    beh, illegale o no, ben venga la festa…
    e poi hanno anche un bel logo, complimenti…

  30. Scritto da W V.E.R.D.I.

    Premesso che se se ne stanno nel loro centro sociale a fumarsi canne non è che mi interessi molto ma la mia domanda è:come mai loro possono fare una cosa illegale e tutti quelli che dicono A sono cretini mentre Roberto Fiore e chi lo vuole ascoltare sul tema della sovranità monetaria non possono.Ripeto:questa è lo loro democrazia!

    1. Scritto da ma_basta

      Perche’ ascoltare Fiore fa molto piu’ male che fumarsi le canne… Ho capito che ci sei rimasto male che non hai potuto riunirti con i tuoi amici neofascisti, ma non puoi scrivere ad ogni articolo un commento a riguardo. Il fascismo e’ finito fattene una ragione… magari dillo anche a Fiore.

  31. Scritto da Nemo

    Se non si vuole o “puote” controllarli all’interno del PP (io personalmente sono favorevole alla liberalizzazione delle groghe leggere) almeno..per l’incolumità degli altri cittadini …quando escono controlliamo che non guidino automobili….poi il discorso che fanno una cosa fuori legge mi fa ridere….le leggi si possono cambiare….molte leggi sono anacronistiche…le leggi sono al servizio dei cittadini…e non viceversa

  32. Scritto da a tutti un.....

    buon appetito gnam

  33. Scritto da Orobico

    Nonostante i problemi della lettera siano condivisibili, questa forse andava inviata solo al prefetto e non ai media. Così facendo ha dato visibilità ad un evento che era meglio restasse nell’ombra per i cittadini( soprattutto giovani e amanti della maria)

    1. Scritto da Lorelei

      Quindi la soluzione sarebbe lasciare tutto nell’ombra perché far pubblicità attirerebbe più gente? Non so perché ma associo questo discorso alla parola “omertà” (con tutti i risvolti che essa ha intrinsechi nel suo significato).
      I giovani amanti della maria saranno sicuramente già informati, la lettera non cambia questo.
      È da anni che feste di questo genere vanno avanti, ignorate da chi dovrebbe fermarle e far rispettare la legge, l’uso di marijuana è -di fatto, regolamentato dalla legge e ad oggi illegale.
      Il fatto che nessuno faccia nulla quando un evento che PUBBLICAMENTE annuncia un bel “che ce frega della legge facciamo come ce pare” è assolutamente ridicolo.

      1. Scritto da Orobico

        Ho premesso che sono d’accordo sul contenuto della lettera e ho specificato che secondo me era meglio inviarla, per il momento, solo al prefetto e cmq agli organi di polizia. Se per te questa è omertà…

        1. Scritto da Lorelei

          Le autorità competenti lo sanno già da anni; è da tempo che i “vicini di Pacì” chiamano le autorità per cercare di arginare il centro sociale (che, ad esempio, spara alla 5 della domenica mattina l’inno sovietico -non tanto per l’inno, quanto per il volume)..
          È il cittadino comune che ignora, e per questo dovrebbe rimanere nella sua ignoranza?
          Perché a me pare di aver letto questo, o ho frainteso totalmente le sue parole?

          1. Scritto da Orobico

            Sicuramente mi sono spiegato male io, lo scrivo senza nessuna ironia. Lasciando stare per un attimo il disturbo alla quiete pubblica e rimanendo sul fatto della cannabis, credo che una volta segnalata la cosa alle autorità, se queste non faranno nulla allora si che sarà giusto coinvolgere i media. Se fosse vero che lo sanno da anni che durante questa festa girano ingenti quantitativi di stupefacenti non capisco il motivo per cui non intervengono in qualche modo. E’ solo la mia opinione ed è più vicina alla “sua” di quanto sembri

  34. Scritto da Vittorio

    In Olanda una festa così sarebbe autorizzata.

    1. Scritto da laura

      ma fumati una canna e stai tranquillo;)

  35. Scritto da L76BG

    NULLA DI NUOVO SOTTO IL SOLE.. ogni anno si ripete, ogni anno ci son polemiche, ogni anno nessuno interviene..