BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Foppa, lettera di Bonetti “Niente follie, difendiamo la nostra storia”

Lettera aperta del presidente della Foppapedretti Volley Bergamo Luciano Bonetti che carica i tifosi in vesta della nuova stagione. Un intervento accorato per spiegare le politiche della società per fronteggiare la crisi.

Più informazioni su

Lettera aperta del presidente della Foppapedretti Volley Bergamo Luciano Bonetti che carica i tifosi in vesta della nuova stagione. Un intervento accorato per spiegare le politiche della società per fronteggiare la crisi.

«Nella storia del Volley Bergamo, ogni punto di arrivo ha segnato una nuova partenza. Ogni trionfo ha aperto le porte a una nuova caccia alla vittoria. È stato fatto mettendosi continuamente in gioco per sconfiggere l’avversario con la schiacciata decisiva. Questa volta, dall’altra parte della rete ci si è trovati un muro che sembrava insormontabile, un avversario difficile da piegare, ma anche di fronte ad una delle peggiori crisi economiche che la società ricordasse, il gruppo rossoblù non ha mollato. Il Volley Bergamo non è mai stato e mai sarà una locomotiva senza controllo, ma una società che ha maturato idee e utopie che a loro volta hanno mietuto successi. Per questo motivo i vertici rossoblù hanno scelto di essere prudenti, di lavorare sul campo per assicurare un futuro solido alla stagione che va ad aprirsi. Niente follie ma la ferrea volontà di difendere la storia luminosa degli ultimi vent’anni. Proseguendo con la politica e i progetti sui giovani degli ultimi tre anni. Pensiamo che il trofeo più grande che un’atleta, un tecnico o un dirigente del Volley Bergamo possono pensare di conquistare è questa maglia, l’onore di indossarla e di provare a fare grandi cose con lei e per lei. E per il meraviglioso pubblico che se ne innamora di stagione in stagione. Giocare a Bergamo e per Bergamo significa infatti sentire la responsabilità di dover dare sempre il cento per cento, in ogni match, in ogni sfida, in ogni allenamento. Per contagiare i tifosi e l’ambiente e per dimostrare in partita la propria forza.

Cerchiamo perciò di costruire un’eredità da lasciare a Bergamo, al suo territorio, ai suoi giovani, ma, e in questo senso ci piace essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto in questi anni, anche di dare all’Italia e all’Europa l’immagine di una società che ha sempre lavorato duramente per conquistare trionfi e per salvaguardare i propri campioni. Per metterli sempre in condizione di dare il meglio e per metterli a disposizione delle giovani che crescono nel nostro vivaio coltivando il sogno di arrivare in serie A. La scorsa stagione abbiamo visto Gallizioli, Melandri e Bonacina indossare la maglia della prima squadra. Abbiamo promosso Gabbiadini dal settore giovanile, abbiamo iniziato l’importante processo di crescita di Diouf. E ora ritroviamo nel gruppo Marina Zambelli, cresciuta «da noi» e tornata «con noi».

Il Volley Bergamo è questo: onorare i valori che ci portano a far crescere le stelle del futuro sotto la bandiera rossoblù. Abbiamo scelto negli anni di guardare sempre in casa, ai nostri giovani, privilegiandoli in ogni modo. Oltre a loro, abbiamo imparato a seguire anche i giovani che crescono lontano da noi e che sanno far grande il pianeta volley: questa è la nostra scelta, la nostra linea verde. Certo ci sono dei rischi, ma siamo sempre stati pronti a correrli e non ci tireremo indietro ora. Ci buttiamo in una nuova avventura con lo stesso entusiasmo di sempre e l’immancabile voglia di fare bene. Non mancate di continuare a farvi sentire al nostro fianco come avete sempre fatto! We love Volley Bergamo Foppapedretti!».

Luciano Bonetti

presidente Volley Bergamo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.