BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Tirafuorilalingua” concorso e non solo ad Albino con il Bepi

Concerto & conferenza del Bepi per la serata spettacolo di “Tirafuorilalingua”, primo concorso festival dedicato alla lingua madre all’auditorium comunale di Albino sabato 13 ottobre

“Tirafuorilalingua”, serata conclusiva del festival con la presentazione e premiazione delle migliori opere in concorso all’Auditorium Comunale di Albino sabato 13 ottobre a partire dalle 20.45 e sarà, ovviamente, presentata dal Bepi.

Il cantautore di Rovetta, noto per le sue canzoni in dialetto bergamasco, presenterà il festival artistico da lui diretto, accompagnato da Stefano, l’Animale da cortile (Stefano Galli).

“Tira fuori la lingua”, infatti, è il concorso dedicato alla lingua madre, organizzato dalla cooperativa Interculturando e da 7 biblioteche della Valle Seriana, all’interno del progetto “C.I.C. Culture in corso – Biblioteche della Valle Seriana per la coesione sociale e l’intercultura” (sostenuto dalla Fondazione Cariplo).

L’obiettivo è rappresentare la propria lingua madre, sia essa un dialetto delle valli bergamasche o una lingua originaria dei migranti che risiedono in Italia, attraverso qualsiasi forma artistica (foto, video, audio, pittura, scultura, letteratura…). Le opere giunte alla Biblioteca di Albino sono state 65, provenienti da più parti d’Italia (una anche dall’Estero: dal Kenya!), di diversa forma artistica e da autori di diversa nazionalità. Solo 21 di queste sono state selezionate per essere sottoposte al giudizio della apposita giuria che assegnerà i due premi, uno da €1.000,00 e l’altro da €500,00.

Il Bepi proporrà “Il Suq delle culture” promosso dalla Biblioteca di Cene per “celebrare la multiculturalità che abita a Cene”.

Il Bepi come Direttore Artistico di un concorso sulle lingue madri di tutto il mondo? “E perchè no? Chi l’ha detto che chi difende la propria terra e la propria parlata sia chiuso verso le altre? Sarebbe un controsenso chiedere più rispetto e non averne noi per primi, no? Da sempre voglio dire in bergamasco quello che in italiano (o in inglese, in tedesco, chèl ca l’è…) non mi verrebbe così bene”.

www.albino.it/tira-fuori-la-lingua

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.