BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Inflazione a Bergamo A settembre scendono i prezzi In forte calo i trasporti

A settembre l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività a Bergamo risulta in diminuzione dello 0,6% rispetto ad Agosto, mentre il tasso tendenziale si attesta a +3,4%, in linea con quanto fatto registrare nel mese scorso.

Più informazioni su

A settembre l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività a Bergamo risulta in diminuzione dello 0,6% rispetto ad Agosto, mentre il tasso tendenziale si attesta a +3,4%, in linea con quanto fatto registrare nel mese scorso.

La divisione di spesa che fa segnare la variazione più marcata è quella dell’Istruzione (+2,7%), trascinata verso l’alto da Istruzione primarie e secondaria superiore. Positive anche la divisione di spesa delle Comunicazioni (+0,3% con aumenti sugli apparecchi di telefonia mobile, fissa e telefax), Servizi sanitari e spese per la salute (+0,2% a causa soprattutto di servizi medici specialistici) e Abitazione, acqua, energia elettrica, gas e combustibili (+0,1% rispetto al mese precedente ma fa segnare la variazione percentuale maggiore rispetto a settembre 2011 con +10,2%).

In forte diminuzione la divisione di spesa dei Trasporti: un -2% condizionato dai cali di viaggi aerei, trasporti ferroviari e accessori per mezzi di trasporto privati.

Segue “Ricreazione, spettacolo e cultura” (-1,5%) con diminuzioni di accessori per il trattamento dell’informazione, piante, servizi ricreativi e sportivi, narrativa, pacchetti vacanza nazionali e internazionali. Negativa anche la spesa dei Servizi ricettivi (-1,4%) con il prevedibile calo netto di villaggi vacanze, campeggi, ostelli della gioventù.

In “Prodotti alimentari e bevande analcoliche” diminuisce la spesa per frutta e carne; mentre aumenta quella per la pasta e i vegetali. Segue “Bevande alcoliche e tabacchi” con cali di vini da uve. Lieve discesa per “Abbigliamento e calzature” con diminuzioni di indumenti e calzature uomo e donna; in aumento abiti per bambino e neonato.

Invariate le divisioni “Altri beni e servizi” e “Mobili, articoli e servizi per la casa”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.