BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I pacchi vanno in bici Le consegne in città diventano ecosostenibili

Entro metà novembre anche Bergamo avrà i suoi “Urban bike messengers”: in sella a biciclette tradizionali, elettriche o a tricicli “cargo” della portata di 70 e 130 chilogrammi offriranno un servizio di consegne a domicilio in città rapido, ecosostenibile e tecnologico.

Più informazioni su

Entro metà novembre anche Bergamo avrà i suoi “Urban bike messengers”: in sella a biciclette tradizionali, elettriche o a tricicli “cargo” della portata di 70 e 130 chilogrammi offriranno un servizio di consegne a domicilio in città rapido, ecosostenibile e tecnologico.

La nuova attività di consegna promette battaglia ai corrieri privati e alla Poste Italiane, puntando su un mezzo capace di muoversi facilmente nel traffico senza limitazioni imposte dalla viabilità o dai classici problemi di parcheggio. Il format ha ottenuto grande successo oltreoceano e nelle maggiori città europee e da qualche anno sta prendendo piede anche in Italia, come testimoniano i casi di Milano e Bologna: a Bergamo approda in via Monte Sabotino 2 col nome di “OroBici” grazie all’idea di Paolo Civera, Antonio Filisetti e Pietro Calvi di Bergolo.

Il servizio, che sarà inizialmente svolto da 5 “messengers”, potrà contare sul supporto di due importanti partner quali l’Agenzia delle Assicurazioni Generali di Bergamo e Bianchi, storico marchio di biciclette.

“Orobici nasce ora perché il tempo è questo – commenta Antonio Filisetti. Carburanti alle stelle, traffico paralizzante… la necessità di fornire un servizio alle realtà professionali presenti in centro e, al contempo, di contribuire a tessere una veste ad una città, la nostra, sempre più frequentata da un turismo in cerca di vivibilità e non solo di attrattive architettoniche e culturali, ci hanno convinto dell’idea”.

“L’iniziativa -prosegue Filisetti- ha un cuore eco con diversi risvolti di utilità sociale: consegne di medicinali agli anziani e a chi ha problemi di mobilità, supporto e organizzazione di attività per la mobilità sostenibile”.

L’ecologia è l’obiettivo che sta alla base di tutto ma non si priverà del prezioso supporto offerto dalla tecnologia: ogni messenger sarà dotato di smartphone e i clienti saranno in grado di controllare in ogni momento lo stato della propria consegna per un servizio puntuale e affidabile che restituisca anche una città più pulita.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da L'altra energia

    Finalmente un’iniziativa che guarda un po’ oltre al mero guadagno. Complimenti a tutti quelli la stanno mettendo in pratica!

  2. Scritto da Pietro Brambillasca

    Se ci mettiamo di meno ad andare al lavoro in bici piuttosto che in macchina, è normale immaginare una consegna leggera in questo modo…

  3. Scritto da CLAUDIA RATTI

    Gran bella iniziativa! Complimenti sinceri!
    Claudia Ratti

  4. Scritto da ivan

    a milano roberto peia un ex giornalista precario ha cominciato 3 anni fa questa attività con notevoli successi ha confronto delle poste. son molto contento che anche bergamo guarda al futuro con un ottimo riguardo alla mobilità sostenibile.

  5. Scritto da dd

    aspettiamo di conoscere le tariffe, poi ne riparleremo….

  6. Scritto da mauro

    finalmente qualche cosa di ecosotenibile…