BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Comune No Tax”, Seriate mantiene invariate Imu e Tarsu

Se la maggior parte degli enti locali ha alzato le aliquote IMU sulla prima e seconda casa per far tornare i conti, l’amministrazione comunale di Seriate non ci sta. Trova altre soluzioni, per non gravare sulle famiglie già in difficoltà per la crisi economica e occupazionale.

Più informazioni su

Niente stangata per i seriatesi, né per l’IMU né per l’addizionale IRPEF né per la TARSU. Se la maggior parte degli enti locali ha alzato le aliquote IMU sulla prima e seconda casa per far tornare i conti, l’amministrazione comunale di Seriate non ci sta. Trova altre soluzioni, per non gravare sulle famiglie già in difficoltà per la crisi economica e occupazionale. Aliquote base per IMU L’aliquota Imu si conferma allo 0,4% sulla prima casa e allo 0,76% sulla seconda abitazione, “su tutte le attività commerciali, da non colpire ulteriormente visto che sono già in ginocchio per la crisi economica, su altri fabbricati e terreni agricoli”, sottolinea il sindaco Silvana Santisi Saita. A questo agevolazioni si aggiungono “altri sconti per chi vive nelle case di riposo, indice di una politica attenta alle classi meno abbietti e più fragili”, continua il sindaco. Le abitazioni, non affittate e possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili residenti in un istituto di ricovero o sanitario, mantengono difatti lo 0,4% come se fossero alloggio principale. Nonostante i tagli dei trasferimenti statali, il Comune assorbe il colpo e si regge con aliquote base. Secondo stime provvisorie, il gettito Imu incassato dal Comune è inferiore di circa 30-40 mila euro rispetto alla previsione dichiarata dal Ministero dell’Interno, attestata a 3 milioni e 650 mila euro. In piccola parte questa differenza è colmata dall’introduzione di un’imposta comunale speciale sulla pubblicità, per affissioni su pannelli posizionati lungo strade esterne all’area urbana e ad alta percorrenza. Si ricorda che per il saldo dell’IMU la data ultima per il versamento è lunedì 17 dicembre 2012.

L’Amministrazione comunale a partire da lunedì 3 dicembre riproporrà il servizio gratuito dello sportello IMU allestito in sala consiliare nei seguenti e orari: lunedì- martedì – venerdì: 8.30 – 12.30 mercoledì: 8.30 – 14 giovedì: 8.30 – 19 sabato: 8.30 – 12 Aliquota IRPEF allo 0,3% e TARSU invariata Sulla stessa linea il discorso legato all’ IRPEF, rimasta sempre invariata allo 0,3%, su un massimo consentito dello 0,8%.

E non si dimentichi la TARSU. Tassa per coprire i costi comunali per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, è invariata dal 2000, data di inserimento. Nonostante non ci sia mai stato un aumento dell’imposizione tributaria, si è sempre garantito un servizio di raccolta differenziata efficiente e perfezionata nel tempo. “Purtroppo la politica del governo Monti, fatta sempre più di tasse, ne è esempio l’ultimo aumento dell’IVA, e mai di tagli su centri di sperpero e privilegi, sta creando forti problemi a cittadini, famiglie e ditte nel pagare i tributi – punta il dito il sindaco Saita -. Benché Seriate applichi una politica di non aumento delle tasse, purtroppo si riscontra una percentuale sempre più in crescita di chi non effettua i versamenti nei termini di legge. L’impoverimento della classe media sottolinea la fatica del vivere dei nostri giorni”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Arianna

    BRAVA più sindaci dovrebbero seguire il suo esempio e sicuramente vista l’attenzione che l’amministrazione pone in atto riuscirà ed evitare le uscite inutili e far quadrare il bilancio.

  2. Scritto da bruna

    ne IMU ne IRPEF ne TARSU , però quest’anno non ha rinnovato unico comune la convenzione con ATB per quanto riguarda gli abbonamenti studenti, Come mai questo non è stato detto

  3. Scritto da nino cortesi

    Se avete come segretario comunale Michele Luccisano è normale divenire il miglior comune della bergamasca.

  4. Scritto da ATTILIO41

    Brava Saitta alla faccia dei detrattori di sinistra. Ora cosa obbiettano??????????

    1. Scritto da Curius

      che i trasferimenti dello stato sono diminuiti del 0,8 % ! Il calcolo è molto semplice 30.000 sul totale. Che motivo c’era di aumentarla ? Per la Tarsu, visto che i prezzi non diminuiscono, come mai nel 2000 costava così tanto ?

  5. Scritto da il polemico

    ….e se calassero gli sprechi e i servizi rimanessero intatti?non è matematica pure questa?

  6. Scritto da Michelàs

    uè Redazione! sicuri di aver riporto correttamente il termine ‘abbietti’ ? …

    1. Scritto da nino cortesi

      Abbienti.
      In on line si viaggia velocissimi ed è indelicato far presente gli errori. Oppure si fanno presente ma assolvendoli in contemporanea. On line c’è gente sveglia che guarda alla sostanza e non muore profondando sempre più in piccolezze.

  7. Scritto da fabiolino

    Vorrà dire che taglierà i servizi. Magra consolazione… Se calano le entrate, calano anche le uscite, è la matematica.