BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Anagrafe dei disoccupati: il Comune di Curno aiuta chi cerca lavoro

In un mese sono già ventiquattro i curnesi che si sono rivolti al nuovo servizio per aiutare le persone in situazione di disagio lavorativo nella ricerca di un'occupazione in zona.

In meno di un mese sono già ventiquattro i cittadini di Curno che si sono rivolti all’anagrafe dei disoccupati, il nuovo servizio del Comune per sostenere le persone in situazione di disagio lavorativo e sociale. E’ questo l’obiettivo del progetto ideato dall’assessore ai servizi sociali Luisa Gamba: “Il periodo di crisi economica coinvolge anche il nostro paese. Con questo nuovo servizio i curnesi possono segnalare all’ufficio dei servizi sociali le loro difficoltà legate alla perdita del posto di lavoro”.

Ventiquattro le persone che finora si sono rivolti agli uffici sociali per consegnare il proprio curriculum, e tra questi ci sono anche quattro nuclei familiari che hanno entrambi i coniugi o i conviventi in difficoltà economica. Il progetto prevede che i curriculum vengano suddivisi in una lista nella quale sono descritti i vari requisiti e i titoli di ogni persona. La domanda verrà poi inviata alle varie aziende in cerca di personale presenti sul territorio che, in base alle figure professionali che ricercano, valuteranno la possibilità di contattare l’interessato attraverso il Comune di Curno ed eventualmente procede con l’assunzione. “Non vogliamo sostituirci alle società di lavoro interinale –ha precisato l’assessore Gamba- ma abbiamo il dovere di aiutare le persone in difficoltà, anche perché aumentano di giorno in giorno. Vogliamo soprattutto offrire un servizio di aiuto e consulenza nella stesura dei propri curriculum”.

Il servizio è totalmente gratuito e ad esso possono accedere sia i privati che le imprese. Per quanto riguarda i soggetti extracomunitari, invece “Verifichiamo in primis che i soggetti siano in possesso di un permesso di soggiorno valido –ha concluso Gamba-, non facciamo alcuna valutazione sulle competenze, ma vogliamo facilitare l’incontro tra un’offerta e una domanda di lavoro”.

Romina Liuzza

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da meftah

    secondo me un servizio del genere anche se simbolico ma direi che rappresenta + di un gesto di solidarieta nei confronti di chi ha strettamente bisogno in un momento cosi critico come il caso mio con una famiglia di 5 figli da mantenere sza un stipendio da piu di 2 anni vi lascio immaginare il resto.

  2. Scritto da leggere non guasta mai.

    x ANTONIO.mi permetta di suggerirle un piccolo ma molto sostanzioso, volumetto dal titolo: FALCE, E CARELLO. SCRITTO da CRAGNOTTI. se lo legga e capira cosa sono le, COOP. SEI TU…… buona lettura. ,

    1. Scritto da Tasi e Tira

      Tarcisio.
      Falce e carrello non è scritto da cragnotti (ex presidente Cirio autore del crack) ma da Caprotti, presidente di Esselunga.
      Libro che evidentemente non hai letto.

      Quanto al furbetto Caprotti…
      Non la conta giusta.

      vai a Firenze, la città più rossa in Italia, in teoria in mano alle cooperative.

      C’è un Esselunga ogni 500 metri.

      La più alta concentrazione d’Italia.

      Qualcosa non torna nel libro caro Tarcisio.

  3. Scritto da EUGENIO

    Brava assessore Gamba che ti stai battendo per la dignità delle persone e famiglie in difficoltà grazie ……

  4. Scritto da Giovanni

    Bella iniziativa.

  5. Scritto da siamo alla Gogna

    X ANTONIO. MA LEI DOVE VIVE!! non sa ancora cosa servono le Coop? ma è tanto semlice, x reciclare denaro molto ma molto, di dubbia provenienza, lo dicono da anni tantissimi giornali. e pure tantissime trasmissioni televisive, non è propio una novità.

    1. Scritto da Mediatica o semplice?

      Non so se è così caro Tarcisio.
      Ma in ogni caso visto che non vengono coinvolte..

  6. Scritto da Giulio F.

    Brava luisa. vai avanti così che vai bene.
    L’esperienza in azienda?
    La stai mettendo a frutto per la comunità.
    Ottimo e abbondante.

  7. Scritto da Max

    Per Antonio.
    Certe persone, lo constato, sono fuori anche dai circuiti che dici tu.
    Vanno da Parroco e in Comune.
    Magari sbagliano, ma è così.
    Il comune quindi fa benissimo a promuovere una iniziativa del genere.
    Ottimo lavoro, grazie.

  8. Scritto da pluto

    Il comune di Curno ( maggioranza e opposizione) si mettano a lavorare seriamente affinche’ entro cinque anni si arrivi a creare un comune unico che comprenda Lallio, Treviolo, Curno, Mozzo e Valbrembo in modo da dare servizi piu’ qualificati e sloggiare almeno il 25% dell’attuale personale senno saltano per aria tutti pieni di personale inutile e di debiti. Che poi facciano anche un po’ di caritas ben venga.

    1. Scritto da Gatto Padano Fan Club

      Informati pluto.
      Sono mesi che stanno prendendo contatti con le amministrazioni vicine per lavorare sui servizi comuni.
      Per risparmiare e per essere più efficienti.
      Mi spiace per Gandolfi (che in pubblico ha deto di dedestare efficienza e produttività, ma l’avremmo capito lo stesso).
      Unire i comuni sarà più dura (devono essere daccordo anche loro).
      Ma vedrai che torna CURDOMO:

      1. Scritto da pluto

        Cerca di non confondere la farina con la segatura.

  9. Scritto da Aristide

    I casi sono due: o le segnalazioni del Comune di Curno alle aziende creano per i disoccupati in cerca di lavoro una corsia preferenziale di accesso alle aziende, o non la creano. Nel primo caso si commette un’ingiustizia. Nel secondo caso, se le aziende sono libere di fare la selezione in base a criteri propri, la segnalazione non serve a niente. In altre parole, una raccomandazione ha senso se la fa un mammasantissima (che potrebbe anche essere un partito in grado di presentare alle aziende un’offerta che le aziende non possano rifiutare).

    1. Scritto da Batuffolo Verdona

      Ha in mente qualcuno da raccomandare?
      Ci faccia presente e sensibilizziamo i partiti del paesello.

      Cercano sociologi-agenti immobiliari (molti ne servono) e Intellettuali-esperti di diari e comunicazione.

      Con simpatia suo
      Batuffolo Verdone

    2. Scritto da Nusquamia vera

      Ti do un consiglio gratis.
      Quando non hai niente da dire fai come noi tutti comuni mortali.
      Fai silenzio.
      Ne guadagni in credibilità.
      Ah sì.
      Visto che parli di criteri oggettivi.
      La mostra del Verdirosi è stata fatta con un bando pubblico scegliendo il migliore pittore emergente?
      E l’assegnazione della redazione del giornaletto è stata fatta con gara d’appalto?
      In caso positivo puoi parlare, in caso negativo non puoi parlare.
      Qui non si tratta di fare un favore ai propri amici più stretti alla moda della precedente amministrazione, qui si tratta di aiutare i cittadini di Curno che han perso il lavoro.
      Se non capisci che è un problema sentito hai sbagliato lavoro.
      Evita di fare polemiche

      1. Scritto da Aristide

        Mi sa che lei ha il dente avvelenato. Comunque: non è che se un problema è sentito, allora si fa qualcosa, tanto per fare, che non serve a niente. Esempio: il problema di una minore incidenza del cancro è un problema sentito. Che cosa può fare il Comune di Curno? Niente. Allora lasci lavorare gli scienziati. Se proprio si vuol fare qualcosa, chiami un professore (non però le vedette di Bergamo scienza: quelle costano) che faccia gratuitamente una conferenza ai ragazzi sul metodo scientifico: Galileo, la scoperta della radio, della penicillina ecc. Così si infonderà — forse — nei ragazzi l’amore per la ricerca. Così aumentano le probabilità di debellare il cancro.

        1. Scritto da Alfonso

          E perchè il comune di Curno non potrebbe fare niente?
          Solo perchè non ha fatto niente Gandolfi non è detto che altri non possano almeno provare.
          Dico provare perchè è una cosa molto difficile trovare lavoro oggi.
          Gli scorsi anni al confronto era una passeggiata.
          Oggi no.
          l’è dura.
          Ma non per questo non si deve provare a trovare una soluzione.
          E poi mi scusi.
          La Gamba l’abbiamo eletta a Curno assessore.
          Chi deve aiutare se non i cittadini di Curno?
          La sua precedente osservazione la trovo incomprensibile.
          Quella in cui agevolando i cittadini di Curno si commette in sostanza una ingiustizia, intendo.

          1. Scritto da Aristide

            Lei trova giusto che un cittadino di Curno goda di una corsia privilegiata, rispetto a un cittadino di Mozzo, per l’assunzione in una fabbrica o in un ufficio di Dalmine, o anche di Curno?

    3. Scritto da abbas

      Meglio non muovere un dito allora. Bravo. Impiega ancora il tuo tempo in quel blog onanistico, con te come consigliere il povero Angelo sta fresco.

    4. Scritto da mac@tin.it

      Quindi il Gandolfi ha fatto bene a non fare nulla? Bravo . Con un consigliere come te e’ a posto.

  10. Scritto da Alessandro

    Ottimo servizio che non viene fatto da nessuno a Bergamo. Ad Alzano ti chiamano a lavorare gratis e basta. A colere non ti chiamano proprio e se vai a dirgli che sei disoccupato…muovono le braccia e ti dicono “pota” faga coe me?

  11. Scritto da Ideona

    Visto la quantità di enti che già si occupa del problema mi sembra che la cosa serva a creare lavoro inutile ai dipendenti del comune, quindi consiglierei all’assessore di non sforzarsi a trovare lavoro ai dipendenti del comune ma di inviare alle aziende il curriculum dei dipendenti del comune così diminuiamo i costi

  12. Scritto da ANTONIO

    scusate ma allora tutte le varie agenzie e coop cosa servono a fare???

  13. Scritto da Noemi Cesarano

    Se ci sono giovani medici o ingegneri interessati a opportunità di lavoro in Germania metteteli pure in contatto con me! Offro tutto il supporto nella ricerca dell’impiego, corsi di lingua e assistenza nella sistemazione in Germania.. Grazie, in bocca al lupo!