BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Angelo Bendotti ricorda la Resistenza proprio com’era

Secondo appuntamento con "La storia va narrata" venerdì 12 ottobre a Petosino: Angelo Bendotti narra la guerra partigiana di Beppe Fenoglio.

Più informazioni su

Prosegue il ciclo di letture in biblioteca “Il futuro della memoria, dall’Unità d’Italia ai giorni nostri – La storia va narrata”. Venerdì 12 ottobre, alle 20.45 nella sala del Centro civico di Petosino in Via Martiri della Libertà, 57 a Sorisole il secondo appuntamento è con Angelo Bendotti, presidente dell’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, direttore della rivista “Studi e ricerche di storia contemporanea” e autore di numerose pubblicazioni sulla storia del Novecento.

Partendo da “Una questione privata”, romanzo di Beppe Fenoglio nel quale secondo Italo Calvino “c’è la Resistenza proprio com’era, di dentro e di fuori, vera come mai era stata scritta, serbata per tanti anni limpidamente dalla memoria fedele, e con tutti i valori morali, tanto più forti quanto più impliciti, e la commozione e la furia”, lo storico Angelo Bendotti condurrà il pubblico in un viaggio, quello della storia della Resistenza, attraverso il mondo dei racconti e dei romanzi dello stesso Beppe Fenoglio.

L’incontro è organizzato in collaborazione con il Comune e la Biblioteca di Sorisole ed è ad ingresso libero.

Tutti gli eventi sono organizzati da ARTS – Auditorium delle Arti e dello Spettacolo e del Sistema Bibliotecario dell’area Nord-Ovest della provincia di Bergamo in collaborazione con il Sistema Bibliotecario intercomunale dell’area di Dalmine e i Comuni e le Biblioteche di Almenno San Bartolomeo, Brembate, Brembate di Sopra, Filago, Ponte San Pietro, Sorisole, Suisio e Verdellino. Sostenuto dalla Fondazione Cariplo all’interno del Bando “Favorire la coesione sociale mediante le biblioteche di pubblica lettura” e dalla Fondazione Banca Popolare di Bergamo, Letture in biblioteca è patrocinato anche da partner istituzionali pubblici quali Regione Lombardia, Provincia e Comune di Bergamo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da stefano

    ……”c’è la Resistenza proprio com’era, di dentro e di fuori, vera come mai era stata scritta, serbata per tanti anni limpidamente dalla memoria fedele, e con tutti i valori morali, tanto più forti quanto più impliciti, e la commozione e la furia”……, IN REALTA’ E’ BASTATO LEGGERE GLI ULTIMI LIBRI DEL GRANDE PANSA PER CAPIRE COSA E’ STATA, ANCHE, LA RESISTENZA, E SE NON FOSSE STATO PER GLI ALLEATI COL CAVOLO CI SAREMMO LIBERATI DAI TEDESCHI, VIVA LE VERITA’, E NON CARI COMPAGNI “LA VERITA’ “

    1. Scritto da Maria

      Certo che se era per i fascisti, per i repubblichini eravamo ancora in guerra, a fare le purghe ai dissidenti, a torturare gli avversari politici, ad allearci con l’hitler di turno … Ma fammi il piacere va

      1. Scritto da stefano

        infatti signora dico abbasso i fascisti e, se mi permette, anche i comunisti, le verità emerse dalla storia hanno demolito le versioni di comodo, di una parte, hanno svelato gli orrori che entrambi hanno commesso, smascherando per sempre chi si era ammantato di purezza ed onore, tutto qui! Legga qualche libro di Pansa e scoprirà verita e dignità che nemmeno si immagina!