BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nando Pagnoncelli dialoga con Giovanni Floris al teatro Sociale

Giovedì 11 ottobre Nando Pagnoncelli, Giovanni Floris e Daniele Rocchetti tracciano le "Mappe per uscire dalla crisi" alla serata di Molte fedi sotto lo stesso cielo.

Proseguono i Dialoghi dello Spirito all’interno del ciclo di incontri Molte fedi sotto lo stesso cielo promosso dalle ACLI di Bergamo con la collaborazione del Comune di Bergamo:giovedì 11 ottobre 2012 alle ore 20.45 al Teatro Sociale sarà la volta di Nando Pagnoncelli, ricercatore e presidente IPSOS, e Giovanni Floris, giornalista e conduttore di Ballarò, che proveranno a tracciare “Mappe per uscire dalla crisi”.

Coordinati Daniele Rocchetti, Vicepresidente ACLI Bergamo, dialogheranno sul tema e proveranno a delineare possibili scenari che possano aiutarci ad avviare percorsi per superare la situazione di crisi che stiamo attraversando.

Giovanni Floris è giornalista e scrittore italiano, noto al grande pubblico per la conduzione del talk-show d’attualità politica, economica e sociale Ballarò.

Nando Pagnoncelli nasce a Bergamo nel 1959. Dopo essersi laureato in Scienze Politiche, inizia l’attività di ricercatore in Abacus dove nel 1990 assume la carica di Direttore generale e nel 1992 di Amministratore Delegato. Dal 2004 insegna “Modelli e processi della pubblica opinione” presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dal 2009 è inoltre Direttore Scientifico del “Corso di comunicazione Politica e Opinione pubblica” presso l’Università degli studi di Urbino.

www.moltefedisottolostessocielo.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lotty

    floris è quello che ha sponsorizzato la sindacalista di an polverini invitandola sera sì sera no a ballarò, i risultati li conosciamo. Vent’anni di berlusconismo hanno creato individualismo, indifferenza, sfiducia nel sindacato e ora la gente non vuole più nè destra(visti i risultati) nè sinistra(visto il coraggio del pd!) e preferisce monti che almeno sta a galla… Ci vorranno molti anni prima che le nuove generazioni provino a cambiare le cose, speriamo!

    1. Scritto da ITALIA povera

      mi scusi ma il MONTI che descrive lei è quello al governo d’emergenza cioè colui che per risparmiare è diventato senatore a vita e percepisce 32,000,00 euro mensili alla faccia del governo tecnico
      governo tecnico o d’emergenza avrebbe dovuto lavorare al minimo sindacale mah forse perchè non credo più alle favole lei ci crede beata lei.
      COMUNQUE A LORO NON SI SONO TAGLIATI NULLA

      1. Scritto da lotty

        guardi che io monti non lo voglio! Ho solo cercato di spiegare come sono andate le cose dopo i danni caisati dal berlusca..

  2. Scritto da nino cortesi

    Spot inutili. In Italia prima bisogna ripristinare la legalità ( chi sbaglia paga, i corrotti non solo si devono dimettere ma vanno dentro e restano dentro), la democrazia (i politici li seleziona la gente non i partiti), l’equità ( i grandi patrimoni devono pagare le tasse e stipendi e pensioni devono avere limiti minimi e massimi). Non c’è alcuna possibilità di uscire dalle crisi (sono più crisi) se non si sistemano prima queste cose.

    1. Scritto da Andy baumwolle

      Bene la tua e’ una ricetta semplice di buon senso ma resta da capire perché gli italiani quando vanno a votare votano per questo pattume
      Mi viene un sospetto: siamo come chi votiamo e ci piace così
      D’altra parte la televisione così come e’ ha milioni di seguaci….
      Quindi e’ chiaro che i nostri eroi sono questi Er Batman compreso
      E ce ne sono per tutti i gusti di destra di sinistra di centro cattolici laici gay ninfomani e altro
      Churchill diceva che ogni popolo ha il governo che si merita
      Sbagliava?