BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caso Honegger di Albino Sindacati preoccupati “A rischio 500 posti”

Mercoledì 11 ottobre in Confindustria Bergamo si è svolto un incontro in cui Cgil, Cisl e Uil hanno esposto le proprie preoccupazioni sulla vicenda Honegger: a rischio ci sono più di 500 posti di lavoro in un’area già colpita dalla crisi occupazionale.

Più informazioni su

Cgil, Cisl e Uil di Bergamo esprimono la più forte preoccupazione per l’entità dei posti di lavoro in gioco nella vicenda Honegger di Albino e per le ricadute inevitabili nelle altre aziende: sono infatti a rischio oltre 500 posti di lavoro, in un’area, la media Val Seriana, già colpita da una pesante crisi occupazionale.

Mercoledì 11 ottobre in mattinata si è svolto un incontro in Confindustria Bergamo, nel quale la situazione esposta dall’azienda è apparsa ancora una volta preoccupante e densa di incognite per il futuro. Rimangono inevasi i dubbi delle segreterie provinciali di Cgil, Cisl, Uil e delle delegazioni di Femaca, Filctem e Uilta sulle prospettive dell’unità produttiva di Albino e sulla destinazione dell’area. Si sta parlando di una realtà manifatturiera che, in base al piano industriale esposto, ha mercato e prospettive per reggere; le principali difficoltà sembrano essere di natura principalmente finanziaria. Per questo le Organizzazioni Sindacali auspicano una soluzione positiva già dal prossimo incontro che impresa e banche creditrici avranno a breve.

Le banche del territorio devono fare ogni sforzo possibile per sostenere e dare continuità a una importante realtà manifatturiera con aspettative e prospettive importanti: per questo è importante che la NewCo parta e sia operativa nel più breve tempo possibile.

Le Organizzazioni Sindacali seguiranno con grande attenzione la vicenda e, in assenza di risposte adeguate, chiederanno nella prossima settimana la convocazione di un tavolo di crisi, con Provincia, Confindustria, impresa e banche del territorio.

Luigi Bresciani, Ferdinando Piccinini, Marco Cicerone (Segretari generali di Cgil, Cisl, Uil), Severo Legrenzi (Femca Cisl), Enio Cornelli (Filctem Cgil), Luigi Zambellini (Uilta Uil).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.