BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mercatanti in Fiera 2012 Sul Sentierone tornano sapori e colori d’Europa

L’attesa sta per finire: i Mercatanti in Fiera riportano sul Sentierone i sapori e i prodotti tipici europei, dal 12 al 14 ottobre, in un appuntamento diventato ormai irrinunciabile.

Più informazioni su

L’attesa sta per finire: i Mercatanti in Fiera riportano sul Sentierone i sapori e i prodotti tipici europei, dal 12 al 14 ottobre, in un appuntamento diventato ormai irrinunciabile.

Circa 120 ambulanti porteranno a Bergamo le eccellenze e i prodotti identificativi della propria terra d’origine per la gioia delle tantissime persone che ogni anno affollano il centro cittadino in concomitanza con questa manifestazione: per i tre giorni di festa sono infatti attese oltre 100mila presenze.

Ad affiancare l’irrinunciabile paella spagnola, i wurstel tedeschi e i dolci fiamminghi, quest’anno ci saranno alcune novità interessanti come il prelibato prosciutto iberico Patanegra, un artigiano del legno sloveno e un venditore di piante esotiche che arriva dall’Olanda.

“Quella dei Mercatanti è ormai una tradizione consolidata – spiega Giulio Zambelli, presidente di Anva Confesercenti, l’associazione degli ambulanti che organizza l’evento. È una manifestazione che porta a Bergamo lo spirito d’Europa e i suoi prodotti più tipici e originali. Anche quest’anno i bergamaschi troveranno pane per i loro denti. La formula è sempre stata vincente ma abbiamo lavorato molto sulla selezione, potenziando l’offerta spagnola e proponendo delle novità stuzzicanti. Con particolare attenzione alla qualità e per questo dobbiamo ringraziare l’Asl che ha collaborato con noi alla compilazione di un decalogo contenente tutte le raccomandazioni per il rispetto della normativa igienico-sanitaria”.

Di selezione e qualità ha parlato anche Enrica Foppa Pedretti, assessore alle Attività produttive del Comune di Bergamo: “Quest’anno abbiamo cercato di migliorare ulteriormente una fiera dal grande successo e che ha sempre un notevole appeal perché punta su un’offerta tematizzata. È un onore poter accogliere questa fiera a Bergamo. Il correttivo principale di quest’anno è rappresentato da una selezione ancora più attenta degli espositori: abbiamo scremato quelli troppo generalisti e ‘invasivi’ nei confronti dei residenti, prestando attenzione ad armonia estetica e decoro. In questo senso si inserisce la fornitura di 58 gazebo del Comune di Bergamo per allineare ancora meglio la manifestazione al centro cittadino che la ospita. Un ultimo ringraziamento va fatto a Regione Lombardia, Provincia di Bergamo e Bergamo Turismo che patrocinano l’iniziativa e alla Camera di Commercio che fornisce un importante contributo”.

Una gradita sorpresa è rappresentata da una delegazione della città francese di Mulhouse, gemellata con Bergamo, che metterà in vetrina gli squisiti prodotti alsaziani.

Piccole correzioni sono state fatte anche nel campo della viabilità, come conferma Gianfranco Ceci: “La mobilità dovrà far fronte a 100mila arrivi. Atb potenzierà il servizio per il centro città, mentre Teb venerdì e sabato prolungherà le sue corse fino a mezzanotte. Nelle passate edizioni si era creato qualche disagio per il parcheggio di via Borfuro ma abbiamo risolto anche questa situazione: per i pochi metri da percorrere in contromano (essendo negato l’accesso da piazza Matteotti) il proprietario del parcheggio doterà la zona di un ‘moviere’ che regolerà il doppio senso di marcia”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paola

    STRABELLIIII!!!! Io avevo trovato un austriaco che dimostrava un trita verdure tutto fare. quest”anno lo compro :)))))

  2. Scritto da nives

    ma perchè la gente si deve sempre lamentare di tutto?apprezzate le piccole cose, vivete e lasciate vivere! non è mai morto nessuno ad acquistare nei mercati, ne succedono di caos alimentari anche nelle grandi aziende dove i controlli sono continui e nessuno vi obbliga ad acquistare. Credo che queste persone che dai vari paesi raggiungono Bergamo abbiano delle spese da sostenere e se non vuoi andar in Olanda a prender i tulipani o in altri paesi a comprar i loro prodotti tipici, sei disposto anche a pagar un po di pi§.

  3. Scritto da lilly

    Belli da “vedere”….6 cioccolatini francesi 10euro!

  4. Scritto da raffaella 78

    Ma cosa vi lamentate.Sono belle iniziative che Bergamo fa!Se non volete comprare non siete obbligati.Ma basta lamentarsi perfavore!A me piacciono i Mercantanti e tutte le manifestazioni per una Bergamo più viva!

  5. Scritto da matteo

    formaggi,salumi,….esposti a temperatura ambiente x tutto il giorno…..ASl….oppure tutto è in deroga?

  6. Scritto da residente

    ASL dove sei?

    1. Scritto da Giggi

      Caro residente,
      secondo Lei a cosa serve l’ASL in questo frangente?

  7. Scritto da valter agliati

    Avevo seguito con interesse le prime edizione dei Mercatanti in fiera. Poi, ho aperto gli occhi sui prezzi di vendita dei prodotti, soprattutto quelli alimentari. Le ritengo cifre allucinanti e fuori da ogni logica.

    1. Scritto da marco

      concordo pienamente.Già lo scorso anno avevano raggiunto cifre assurde e non giustificate.Non ci andrò più.