BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Di che doccia sei?” Il premio va a due architetti bergamaschi fotogallery

Tamara Taiocchi e Marco Fattorini dello studio di architettura premiati a Bologna, vincitori del primo premio al concorso "Di che doccia sei?". Hanno progettato una doccia cromatica per i centri sportivi.

Il primo premio del concorso “Di che doccia sei?”, promosso dalla rivista Ottagono e da Ponsi LAB, è andato a due giovani architetti bergamaschi: Marco Fattorini e Tamara Taiocchi dello studio Yellow Mat che ha sede a Gazzaniga.

Il concorso nazionale di interior design ha riconosciuto il progetto presentato dai due architetti bergamaschi che hanno redatto lo studio “Me&shower”.

“Il nostro progetto nasce dall’esigenza che pratica sport conosce benissimo – affermano Tamara Taiocchi e Marco Fattorini –. Quante volte dopo una sfiancante seduta in palestra avremmo desiderato rilassarci con una bella doccia rigenerante? E invece niente, oltre al danno, la beffa: costretti a docce in batteria totalmente prive di privacy e in completa assenza di comfort. Per questo abbiamo pensato ad una nicchia per coccolarsi e dove magari scoprire i piaceri della cromoterapia, ecco cosa davvero ci vorrebbe. Nasce così Me&Shower, per offrire la possibilità a tutti gli sportivi e non solo, di godersi un momento di puro relax completamente soli, circondati soltanto dalla calda luce di Colore, diffusa gentilmente dentro un’alcova appositamente ricreata: ad ognuno la propria doccia”.

Il premio è stato consegnato durante il Cersaie Salone Internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredobagno di Bologna lo scorso 25 settembre. La giuria composta da Fabio Cavallini, presidente Rubinetterie Toscane Ponsi; lo stilista Elio Fiorucci; Massimo Roy, architetto titolare e socio fondatore di Progetto CMR, Aldo Colonetti, direttore di Ottagono; Marcello Cutino della BCF; Valentina Valente e Laura Della Badia per Forward. Ecco la motivazione della giuria: “Il progetto interpreta correttamente le potenzialità espressive del prodotto, declinandolo in un contesto chiaro e realizzabile. L’ambientazione proposta valorizza pienamente le peculiarità del soffione Colore e ne fa il tramite per una nuova concezione dello spazio e del momento doccia negli ambienti fitness”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.