BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Protesta contro l’Imu, bilancio di Pontida verso il commissariamento

Il bilancio di Pontida verso il commissariamento da parte della prefettura. E’ questo l'esito della battaglia condotta dal sindaco della Città del Giuramento Pierguido Vanalli contro l’Imu, tassa definita “romana”.

Il bilancio di Pontida verso il commissariamento da parte della prefettura. E’ questo l’esito della battaglia condotta dal sindaco della Città del Giuramento Pierguido Vanalli contro l’Imu, tassa definita “romana”, con la connotazione tutta negativa che gli ambienti leghisti sono soliti riservare alla Capitale. Il primo cittadino è stato tra i più feroci avversari della nuova tassa, arrivando alla clamorosa decisione di revocare il bilancio con una delibera del 26 marzo. La prefettura di Bergamo, interpellata sulla questione, chiarisce gli scenari possibili attraverso il viceprefetto aggiunto Adriano Coretti. “Il termine per la presentazione dei bilanci comunali era originariamente fissato per il 31 agosto ma, su richiesta dell’Anci – l’associazione nazionale dei comuni italiani – è stato prorogato al 31 ottobre prossimo con decreto del Ministero dell’Interno in data 2 agosto 2012. Ove entro quella data il Comune non avrà approvato il bilancio, stando all’intenzione del Municipio di Pontida, nelle parole del Sindaco, onorevole Vanalli, di non provvedere all’approvazione del bilancio 2012 entro il termine di legge, la normativa prevede due possibili scenari”. Ed entrambi prevedono il commissariamento. “Nel caso in cui non sia stato predisposto dalla Giunta lo schema di bilancio, il prefetto nomina un commissario affinché lo predisponga d’ufficio e lo sottoponga per l’approvazione al consiglio comunale. Sia nel caso di cui sopra (vale a dire, schema di bilancio predisposto dal commissario), sia nel caso in cui lo schema di bilancio, pur regolarmente predisposto dalla Giunta, non è stato poi approvato nel termine di legge dal consiglio comunale, il prefetto assegna allo stesso Consiglio un termine non superiore a venti giorni per la sua approvazione. Decorso tale termine, un commissario nominato dal prefetto si sostituisce all’amministrazione inadempiente e provvede all’approvazione del bilancio, con l’ulteriore conseguenza che sarà avviata la procedura di scioglimento dell’ente e successiva nomina del commissario straordinario – che, normalmente, è lo stesso commissario che ha approvato in via sostituiva il bilancio – che guiderà il Comune sino al primo turno elettorale utile, in questo caso fino alla primavera del 2013”. La seconda ipotesi è però poco probabile in quanto il Consiglio a maggioranza leghista è pronto a votare il bilancio per evitare il commissariamento della Giunta.

L’amministrazione leghista della città del Giuramento prova a spiegare i motivi della drastica decisione attraverso il capogruppo consiliare della Lega Nord Claudio Riva: “Quando ci siamo candidati alla guida del Comune avevamo promesso di non tassare la casa. L’Imu? Che venga il governo a riscuoterla!”. Riva prosegue difendendo a spada tratta l’operato del sindaco Vanalli: “Ha sempre dichiarato che non è sindaco di Pontida per fare l’esattore delle tasse romane spacciate per tasse comunali, non vuol partecipare a questo imbroglio e soprattutto vuole mantenere la parola data ai cittadini pontidesi, ossia non mettere la tassa sulla casa . Roma ha messo una tassa statale, che venga Roma a riscuotersela con il suo commissario”. Una forma di dissenso che desta scalpore, ma a quanto pare per l’amministrazione pontidese è l’unica via possibile. “E’ l’unica protesta civile che si possa fare senza far rischiare multe al cittadino: gli unici rischi lo corrono il sindaco, la giunta ed i consiglieri, ma la protesta bisogna farla contro l’arroganza dello stato vessatore”.

Gianluca Mercuri

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pontidese

    Il sindaco Pierguido Vanalli è alla ricerca della riconferma in Parlamento ( visto che non può più essere rieletto come sindaco).
    Un bel pò di pubblicità gratis, molta gazzarra, visibilità alle stelle, un pizzico di plauso leghista e il gioco è fatto.
    Chi ci rimette siamo noi pontidesi che l’abbiamo votato per fare il Sindaco e non altro. Ci serve un amministratore che sia presente e che non deleghi ai due assessori a farne le veci.
    Ad amministrare così sono capaci tutti, compreso il Trota,la Minetti ed Er Batman….

    1. Scritto da SILVIA

      Caro pontidese, io penso che invece siano bravi tutti a parlare per nulla, a giudicare senza sapere, a sputare sentenze sulle spalle di chi cerca di fare le cose per bene. Troppe volte ho sentito critiche gratuite circa l’incapacità degli amministratori, troppe volte ho sentito dire che si sono fatte cose solo per tornaconto personale.Il 2014 è vicino, ti invito caldamente a candidarti (se non fai già parte del consiglio comunale) così potrai toccare con mano la difficoltà di amministrare in questo periodo economico…e magari, chissà, vedremo anche te seduto sulla poltrona del Parlamento perchè, diciamoci la verità, a nessuno farebbe schifo sedersi lì.

    2. Scritto da claudio

      il risparmio del comune di pontida x il sindaco Vanalli è stato e sara’ , dal 2004 al 2014 di 125.000 euro , e non è poco x un comune di 3000 anime . vedi tabella http://www.comune.pontida.bg.it/resources/pagina/N120c9074111be3e874e/N120c9074111be3e874e/indennit__di_carica.pdf . il sindaco e la giunta poi , sono presenti assiduamente x ogni problema di tutti i Pontidesi . il caro lettore democristiano è solo arrabbiato perchè oramai lo hanno riconosciuto x la persona che è ,

    3. Scritto da claudio

      x quanto riguarda l’affermazione ” Vanalli è alla ricerca della riconferma in parlamento , visto che non puo’ piu fare il sindaco ” rispondo : Vanalli è stato mandato con forza da noi leghisti dell’isola , contro la sua volonta’ , e speriamo che rivenga rieletto x il bene della Padania , dell’isola , e sopratutto x Pontida , è una persona modesta per bene e sicuramente ha fatto il suo dovere senza nessun interesse personale , ma lavorando x tutta la comunita’ . per Pontida sicuramente è stato un bene x le casse comunali ( e di conseguenza x tutti i pontidesi ) perchè i pontidesi non hanno dovuto sborsare per la prima volta , il compenso spettante al sindaco , con un guadagno x il comune

      1. Scritto da Aledj81

        Hem, scusate, ma che cos’è la padania? Tra l’altro con la “p” maiuscola…Ma per favore. Pontida è un paese moribondo, al collasso. non ci sono attività valide, i mezzi pubblici (quegli sconosciuti), nemmeno l’ombra. Inquinamento alle stelle, il valore degli immobili è a dir poco penoso. Ci sono lavori sparsi qui e la fatti con le chiappe. E infine (o quasi) la piaga del campo leghista. Che schifo.

    4. Scritto da Ipocrisia

      Visto da fuori l’analisi mi sembra perfetta, è una cosa così priva di senso che è difficile possa avere altre spiegazioni.

  2. Scritto da La verità fa male

    L’I.M.U. Lega Nord-PDL esentava la prima abitazione, era interamente introitata dai Comuni, non prevedeva l’assurda rivalutazione della rendita catastale, era sostitutiva di tutti gli altri tributi che gravavano sulla casa, sarebbe entrata in vigore nel 2014 (dando quindi tempo ai dirigenti del Ministero e ai Comuni di predisporre regolamenti e decreti attuativi). L’I.M.U. di Monti, il quale furbescamente tenta di dire “è un’imposta introdotta dalla Lega”, è cosa ben diversa: è un’imposta in buona parte incassata dallo Stato, non esenta la prima abitazione, prevede una forte rivalutazione delle rendite catastali. Pertanto si dimetta Monti, non il sindaco di Pontida

    1. Scritto da Delirio

      E’ noto anche ai sassi che nelle condizioni in cui eravamo l’eliminazione dell’ici è stata una bestialità , adesso si è trasformata PER FORZA in una piccola patrimoniale per compensare il disastro economico in cui ci ha messo la lega con i sodali del pdl. Ma di cosa stiamo parlando ? Se mai ci fossero 2 soldini andrebbero messi nell’apparato produttivo (cuneo fiscale, tasse sul lavoro/aziende !!)

      1. Scritto da il polemico

        incredibile,l’elettore di sinistra prima accusa il governo berlusconi di non aver abbassato le tasse,poi lo accusa di aver tolto una tassa,peraltro solo sulla prima casa,giusto per non tartassare l’operaio che ha solo l’abitazione dove abita,definendola una mossa assurda, e ora non contento giustifica il governo che l’ha reintrodotta,aumentata a piacimento e che poi i soldi intascati sono stati dati ad altri…avendo notato che di effetti positivi non ce ne sono stati,che senso ha avuto reintrodurla?e per i 2 soldini,calcolando quello che si prende dallo stato monti e tutti quelli del suo governo,dubito che rimane qualcosa.purtroppo

        1. Scritto da Desolazione

          “Polemico” perchè ti squalifichi ad ogni intervento ? Applicati , o le bugie le racconti di proposito ? L’ici alla prima casa dell’operaio l’ha tolta Prodi , Berlusconi l’ha tolta a tutti, anche ai ricchi . Quella gestione dei conti del bilancio dello stato da circo equestre adesso la stiamo pagando tutti duramente ed amaramente, particolarmente la parte più debole della popolazione.

          1. Scritto da La verità fa male

            Prodi aveva fatto un primo passo: non sapremo mai con esattezza quante persone sarebbero state esentate dall’ICI sulla prima casa (le stime più credibili parlavano di un 40-50% di persone esentate) perchè il suo governo è caduto prima dell’attuazione della legge, è arrivato Berlusconi che ha ampliato l’esenzione. Attenzione: dico “ampliato l’esenzione” perchè rimanevano obbligati a pagare l’I.C.I. sulla prima casa i proprietari di ville e case di lusso (categorie catastali A/1, A/8 e A/9) quindi i super-ricchi non sono mai stati esentati dall’I.C.I. sulla prima casa. Semplificando possiamo dire che Prodi aveva esentato l’operaio, Berlusconi il ceto medio e medio-alto

          2. Scritto da Chefforte!

            Ah ah , non ha esentato i castelli !

      2. Scritto da La verità fa male

        Il governo Monti, con la complicità degli euroburocrati strapagati (qualcuno si è mai chiesto quanto costa al contribuente italiano mantenere i carrozzoni europei?) per ora non ha rimediato a nulla, anzi, ha aggravato la crisi. Abbiamo anche realizzato il capolavoro che, in attesa di chiedere aiuti al Fondo salva-Stati, a noi italiani viene chiesto di pagare una quota al Fondo salva-Stati per salvare Grecia e Spagna. Non so se capisce quanto è assurda la situazione: ci mancano i soldi al punto che rischiamo di essere obbligati a chiedere di essere salvati, ma in attesa di essere salvati, dobbiamo trovare i soldi per salvare altre nazioni

        1. Scritto da il polemico

          beh,forse perchè l’italia i soldi li ha,ma è meglio far credere di non averli così si è giustificati a fare certe scelte contro la gente stessa?

    2. Scritto da andrea marco

      ma tu che parli tanto la venderesti la tua casa al valore catastale ( Rend. cat. x 1,05 x100) ? Con questo sistema di calcolo una casa di 4/5 vani può essere alienata ad un valore minimo di € 40.000!!

      1. Scritto da La verità fa male

        Non confondiamo i due valori. Il valore di vendita, che nelle attuali condizioni di mercato è in calo, può essere influenzato da determinate situazioni personali (se mi trovo in stato di assoluta necessità posso anche essere costretto a svendere la casa) e oltre a questo se ho acquistato la casa con un mutuo pago l’IMU ma non posso nemmeno rivenderla fino a quando non ho estinto mutuo e ipoteca, a meno che l’acquirente non accetta di accollarsi il mutuo residuo. Proprio per queste ragioni (e per altre ragioni di equità fiscale) il valore su cui calcolare le tasse dovrebbe essere molto più basso di quello di mercato, e di queste cose un professore bocconiano doveva tenerne conto

    3. Scritto da Fuffi

      Pienamente d’accordo. In più, il governo centrale ha tirato un altro pacco ai comuni virtuosi, che sono quasi tutti al nord: ha fatto sovrastimare ai comuni l’importo previsto per l’imu e quindi ha ridotto di pari importo i trasferimenti, poi, visto che i comuni incassano di meno, questi si sono trovati con degli importi da coprire: ovviamente, visto che le spese erano già state tagliate, si è dovuto aumentare l’aliquota IMU. Per un comune di 5000 abitanti l’importo sottratto è di 100.000 euro. In più la regione ha dovuto tagliare i trasferimenti del welfare del 47%. Governo ladro.

      1. Scritto da agnese

        Si spieghi meglio altrimenti lasci perdere….
        Quello che dice non ha riscontri.

        1. Scritto da robi

          Si informi meglio lei, quanto scritto sopra è la realtà, finalmente qualcuno che ha mangiato la foglia.

  3. Scritto da Lega Ladrona

    Dei leghisti che rinunciano alla poltrona ? NON SI E’ MAI VISTO !!!!!
    ma questi zii del Trota non erano seduti a Roma ( sulle comode poltrone) e governavano questo paese portandolo nella situazione in cui siamo. Ma x piacere finitela !!!

    1. Scritto da claudio

      alle prossime elezioni candidati x Roma cosi vedremo come ti comporterai e cosa riuscirai a fare . questo paese sta pagando la rendita dei bot al 15% degli anni 80 . sicuramente molti politici attuali fanno letteralmente vomitare , ma serve una rivoluzione x decapitare il re che comanda l’italia , la storia ce lo insegna . chi parte ?

    2. Scritto da Brenno

      insulto ego sum. Poveraccio.

  4. Scritto da robi

    Finalmente qualcuno che tira fuori gli attributi, gli altri amministratori leghisti cosa fanno su questo tema ? Dormono ?

    1. Scritto da Trota Fiorita

      No sono sveglissimi, pagano l’imu perchè serve per rimediare ai tremendi danni fatti dalla banda Lega-Pdl al governo. Gente che si comporta come la vostra lega è giusto che se ne vada : per sempre.

      1. Scritto da claudio

        cosa diciamo agli elettori del pd e del pdl che in passato hanno eliminato l’ici ed ora si rimangiano tutto e sono al governo insieme ? almeno la lega è coerente , anche nel momento in cui il trota ha sbagliato . è andato a casa immediatamente e non lo vedrete piu’ in politica .

      2. Scritto da Damiano

        Comunque, beghe politiche e lega a parte, l’imu è davvero il sistema più vigliacco dello Stato per fare cassa: quando uno si guadagna una casa a rate, stipendio dopo stipendio, con tasse urbanistiche, la corrente, il gas, l’acqua… E’ già tutta tassata. Facciano pagare i danni ai politici che li hanno fatti, non a noi cittadini… Tutti i giorni se ne sentono di tutti i colori, di cosa combinano le regioni e le province… Cosa conta la nostra imu, contro i miliardi che questi maneggiano maldestramente (per non dire altro) ogni giorno? Dobbiamo pagargli noi i loro stravizi e le loro incapacità?