Madama Butterfly di Giacomo Puccini in teatro di Seriate - BergamoNews
Stagione lirica

Madama Butterfly di Giacomo Puccini in teatro di Seriate

Biglietti ancora disponibili per la rappresentazione de La Madama Butterfly al teatro Gavazzeni di Seriate venerdì 5 ottobre.

Appuntamento della stagione lirica e di balletto con la tragedia giapponese di Madama Butterfly di Giacomo Puccini che sarà la protagonista della terza serarta della quarta Stagione Lirica e di Balletto della Città di Seriate, intitolata “Va pensiero sull’ali dorate”, riprendendo il noto coro dell’opera verdiana.

Sul palco del Cineteatro Gavazzeni, venerdì 5 ottobre, alle 21, l’Orchestra Sinfonica Lombarda, diretta dal maestro Damiano Carissoni, e il Coro lirico di Parma, guidato dal maestro Romano Oppici, che porteranno in scena l’opera pucciniana, su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica.

Sono ancora disponibili dei biglietti in vendita la sera stessa dello spettacolo, a partire dalle 20, alla biglietteria del teatro Gavazzeni, in via Marconi 40, a Seriate.

Il costo del biglietto è di € 16. Per maggiori informazioni sulle prevendite chiamare il 340.3479724 o contattare l’Ufficio Cultura allo 035.304.308 – 035.304.354.

Interpreti Madama Butterfly Maria Zilocchi – Suzuki Maria Carla Baldi – Pinkerton Fabio Valenti – Sharpless Carlo Morini – Goro Yamadori – Commissario Imperiale Giovanni Guerini – Bonzo Samuel Tao.

Orchestra Sinfonica Lombarda Direttore Mo Damiano Carissoni, Coro Lirico di Parma Direttore M° Romano Oppici.

L’Orchestra Sinfonica Lombarda fondata nel 2000 dal maestro Antonio Brena, svolge attività artistica in campo sinfonico e lirico. Coro Lirico di Parma fondato e diretto dal maestro Romano Oppici, vanta una qualificata esperienza nel repertorio del melodramma italiano ed europeo e collabora da anni con la stagione lirica del Teatro S. Babila e Teatro Derby di Milano.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it