BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La scossa di Raimondi “Tifosi, scusateci Ora bisogna ripartire”

Il terzino bergamasco chiede "perdono" ai sostenitori nerazzurri e indica la strada per riprendere il cammino: "A Roma abbiamo tutte le carte in regola per fare bene. Col Torino è stato uno shock, ma è il momento di voltare pagina".

Più informazioni su

A due giorni dall’incredibile disfatta casalinga subìta dai nerazzurri nel match con il Torino, è Cristian Raimondi a metterci la faccia. Lui, che giusto una settimana fa era stato il simbolo della bella vittoria dei bergamaschi sul Palermo, oggi si trova a commentare una delle debacle più incredibili della storia recente dei nerazzurri: “Ora è importante resettare tutto quello che è successo domenica – ha spiegato il terzino orobico -, ricordandosi però di quelli che sono stati gli errori per rimediare laddove abbiamo sbagliato. E’ stato uno shock, una cosa incredibile, anche perché la scoppola è arrivata dopo uno degli inizi di gara migliori di questa stagione”.

Raimondi, per commentare il ko, prova a scavare nel suo passato calcistico: “Mi è già capitato di perdere con un risultato tanto pesante davanti al mio pubblico – ha ricordato -, ma quella successa domenica è una cosa che mi ha lasciato davvero spiazzato, senza parole, perché arrivata dopo un ottimo nostro inizio. Ora chiedo scusa a tutti i tifosi a nome della squadra. Certe cose fanno male soprattutto a noi e non si devono più ripetere. Ognuno s’è fatto la sua opinione, anche se io credo che la buona prestazione fatta fino al gol del 2-1 vada salvata. Si è trattato di un quarto d’ora di black-out che ci ha fatto cancellare tutto quello che di buono avevamo fatto fino a lì. Il campionato è solo all’inizio, ora rimbocchiamoci le maniche e ripartiamo ancora più uniti e forti. La trasferta di Roma? Possiamo fare qualcosa di positivo, ne abbiamo bisogno per metterci alle spalle questa partita maledetta”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario59

    Suvvia… non drammatizziamo…. è solo un gioco..qualcuno dovrà pur retrocedere in serie B, e poi… l’importante è partecipare….

  2. Scritto da Plugo

    Prima chiede scusa Lucchini per il gol da fermi a Catania, ora Raimondi a nome di tutti. Ma sul gol dell’ 1-2 ci voleva meno presunzione e la giusta rabbia agonistica per la quale non serve essere campioni. Dalla parte di Peluso, poi, Cerci ha potuto fare, nonostante abbia il cambio di passo di una tartaruga, quello che voleva indisturbato con i suoi assist vincenti a ripetizione. Sembrava una macchinetta per il lancio dei piattelli…