Paralimpiadi, che trionfo L’Italia chiude con 28 medaglie - BergamoNews
Londra 2012

Paralimpiadi, che trionfo L’Italia chiude con 28 medaglie

Calato il sipario sulle Paralimpiadi di Londra 2012: per l'Italia un grande successo con 28 medaglie e tante belle storie da raccontare, come quella della bergamasca Martina Caironi, oro e record del mondo nei 100 metri.

Con la strepitosa cerimonia di chiusura, infiammata dalla musica di Chris Martin e dei suoi Coldplay, è calato il sipario sulle Paralimpiadi di Londra 2012. Una spedizione trionfale per l’Italia che ha conquistato 28 medaglie, tante quante solo un mese fa ne aveva fatte registrare il medagliere olimpico.

Un successo che sta nei numeri (a Pechino le medaglie erano state 18) ma non solo, perchè l’attenzione con la quale il pubblico ha seguito la manifestazione e le emozioni che la Paralimpiade ha saputo trasmettere sono qualcosa di eccezionale. Storie di sport ma soprattutto di vita, con atleti che hanno dovuto affrontare sfide ben più impegnative di una semplice gara olimpica.

Alex Zanardi si è conquistato le copertine con due ori, un argento e un commovente bacio all’asfalto ma da ricordare ci saranno anche le quattro medaglie, due ori e due bronzi, di Cecilia Camellini nel nuoto, l’oro e record del mondo di Assunta Legnante nel lancio del peso e lo strepitoso successo, anche questo impreziosito dal record del mondo, della bergamasca Martina Caironi nei 100 metri.

Martina era la stella della spedizione bergamasca: deteneva già il record del mondo (15”89, ritoccato a 15”87) e le sue qualità erano sotto gli occhi di tutti. A Londra, però, dopo aver dominato la sua gara si è messa in mostra anche per la sua straripante simpatia. “E’ proprio vero?” si era domandata ai microfoni di Rai Sport prima di lasciare una dedica di una profondità rara: “La medaglia è per me, le emozioni di tutti”.

“E’ stato un trionfo – si è sbilanciato Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico –: Londra segnerà uno spartiacque nella storia delle Paralimpiadi. Si sono affacciati alla ribalta atleti molto giovani, ma abbiamo visto anche straordinari campioni che hanno fatto la nostra storia. Stiamo raccogliendo i frutti del lavoro iniziato ancora prima di Pechino: quattro anni fa le fondamenta erano già state posate, ma eravamo all’inizio”.

leggi anche
  • La presentazione
    Paralimpiadi, otto bergamaschi alla conquista di Londra
    Paralimpiadi Londra 2012: sono otto i bergamaschi in gara
  • Paralimpiadi
    Il sogno ora è realtà A Martina Caironi oro e record mondiale
    La gioia di Martina Caironi
  • Paralimpiadi
    Martina, orgoglio orobico e simpatia travolgente “Ho vinto, è tutto vero?”
    Martina Caironi
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it