BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tutta la rabbia di Conte “Giudici troppo tifosi, antipatico perché vinco”

Il tecnico bianconero, dopo la conferma della condanna a 10 mesi, sfoga tutta la sua amarezza in conferenza stampa: "Hanno creduto a Carobbio che si vendeva partite, colleghi e famiglia. Ma io non ho mai scommesso in vita mia, è una vergogna".

Più informazioni su

"Do fastidio perché vinco? Non è un problema mio. Sono antipatico perché ho in bacheca uno scudetto e ho ottenuto due promozioni? Non è un problema mio". E’ furibondo, Antonio Conte, dopo la conferma in appello della codnanna a 10 mesi di squalifica per la vicenda del calcioscommesse. "Ho paura a rientrare nello spogliatoio, dove devo essere un leader. Questo significa che non posso litigare con un mio giocatore. O altrimenti – prosegue l’allenatore della Juventus – devo mettermi una webcam 24 ore su 24 in testa per registrare tutto. E ai colleghi allenatori, ai giocatori dico: attenti, perché domani potrebbe capitare a voi. Tenete gli occhi aperti".

"La procura federale aveva chiesto dieci mesi di squalifca per due omesse denunce – continua Conte -. Un’accusa cade, ma la pena rimane di 10 mesi. Quello che mi stanno facendo è una vergogna – afferma ancora -.Se non ho visto nulla, cosa devo denunciare? Devo inventare?", si domanda Conte. "Dopo questa vicenda, ho il timore di andare nello spogliatoio e di litigare con un calciatore. Ho paura di mandare un calciatore in tribuna: domani qualcuno puo’ denunciarmi".

Conte, poi, attacca Filippo Carobbio, il ‘pentito’ alla base del procedimento sportivo che ha portato alla squalifica di 10 mesi comminata al tecnico bianconero. "Carobbio è poco credibile per la procura di Cremona, ma ‘Pippo’, come viene chiamato con chi è pappa e ciccia, è credibile per la procura della Figc. Io devo sentirmi definire poco credibile dalla procura federale che invece considera credibile una persona che da 3 anni si vende le partite, i compagni e la famiglia", dice Conte. "Sono oggetto di accuse infamanti, per fare di me lo spot di uno scandalo calcioscommesse. Ma non ho mai scommesso in vita mia – ha aggiunto Conte -. E sono piu’ credibile di chi come Carobbio si vendeva le partite. E’ una vergogna".

"Questa è una vicenda assurda, e io sono sempre stato corretto in campo e fuori. C’è un giudice – conclude Conte – che parla di me, dice cose inopportune, forse da tifoso. Ha qualcosa di personale con me".

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da riccardo

    100 volte meglio il profilo basso della società Atalanta, molto più dignitoso e onorevole.
    Quela di Conte è una conferenza stampa di una sguaiatezza rara e nei termini semplicemente inaccettabile.

  2. Scritto da Luigi

    Ah, non sa nulla, non ha visto nulla… Albinoleffe-Bari (quando Conte allenava il Bari) finita 1-4 per il Bari. Ero allo stadio di Bergamo e sinceramente, si capiva che ciò che accadeva in campo non rispecchiava i valori della classifica… Il Bari era chiaramente la capoclasse! Ma l’Albinoleffe, in quel momento messa bene in classifica, sembrava una squadra di debuttanti allo sbaraglio, che quando prendevano il pallone, non aspettavano altro che il Bari glielo prendesse. Ci dica Carobbio, se non sa nulla di questa partita… dove, sia lui, sia Conte, erano in campo…

  3. Scritto da silvano

    Non vedo il perchè di tutta questa rabbia del mister, ma se allena normalmente la juve tutta settimana ,solo che non va in panchina tutto qua?( per mè se la condanna è giusta dovrebbe essere allontanato da tutti i campi di gioco per i 10 mesi di condanna se nò che c………………………o di condanna è?Ma dato che siamo in Italia tutto è permesso. O forse è colpa ancora dell’inter!!!!!!!!!!!!!!