BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Quante scelte sbagliate attorno al parcheggio e al parco della Trucca”

Un lettore di Bergamonews, Marco Zambelli, a proposito del parcheggio alla Trucca (leggi l'articolo) e del parco in generale interviene con una lettera decisamente critica sulle scelte adottate nella zona.

Più informazioni su

Un lettore di Bergamonews, Marco Zambelli, a proposito del parcheggio alla Trucca (leggi l’articolo) e del parco in generale intreviene con una lettera decisamente critica sulle scelte adottate nella zona.

 

Leggere le dichiarazioni dell’assessore Ceci, nonché vice-sindaco, fa venire la depressione.

Soprattutto sapendo che ci sono stati incontri ad aprile sul tema dei disagi del parco, quindi in largo anticipo per poter fare accorgimenti e prendere decisioni.

Anzi alcune decisioni pare fossero state prese dalla giunta (a detta di Ceci), ma a luglio si sente parlare dell’anno prossimo.

Perché tanta indifferenza e tanta arroganza e incompetenza? Perché non parlano chiaro, perché non parlano degli accordi con chi gestisce il parcheggio dell’ospedale, accordi che obbligano il comune a non costruire parcheggi aggiuntivi nella zona.

Diciamolo, in modo che si sappia che nel parco PIU’ GRANDE DELLA CITTA’ c’è solo un parcheggio per 130 auto a fronte di migliaia di persone che devono poi girare a lungo per poter trovare un posto alternativo, perché non parlare del parco giochi nuovo costruito al villaggio degli sposi e ancora completamente chiuso, era così indispensabile a 200 metri da questo? E anche quel parco non ha un solo posto auto, ma dove ha la testa questa giunta?

Per lungo tempo i genitori di questa parte del quartiere hanno richiesto che la velocità lungo la via King venisse ridotta mediante dossi rallenta traffico e/o semafori. Ma solamente con il parco e la tenso struttura, di fronte all’aumento del traffico pedonale, il Comune ha provveduto. Solo Il giorno prima dell’apertura del parco è stato creato il parcheggio.

Pochi giorni prima dell’ adunata degli alpini è stato ampliato alle dimensioni attuali e spianato. E solo in seguito è stato sistemato come lo si vede oggi, ma senza ben definire un regolare flusso in entrata e uscita, ci si chiede chi ha progettato quel parcheggio che crea ingorghi da mattina a sera?

L’ingresso dell’area bimbi del parco (messa nel posto più inquinato del parco) era previsto con un cancello sulla via King (come testimonia il vialetto). A un solo metro da veicoli che sfrecciano spesso a 70 km/h!

Con tutto lo spazio disponibile del più grande parco di Bergamo, le aree bimbi e cani (che per loro natura creano rumore) sono state allestite a ridosso dell’unica casa esistente in quella zona, ma chi è il progettista?

Settimana prossima ci sarà di nuovo il festival reggae nel parco, possibile non sia stato possibile in tutti questi anni trovare una zona alternativa e indisturbata ove organizzare il festival? Ma chi da queste autorizzazioni?

Esiste un ingresso pedonale e una pista ciclabile che entrano direttamente nel parco nella zona a ridosso dell’ospedale, ma nessuno le conosce e non sono stati ancora segnalati nonostante le promesse dell’assessore.

E si parla dell’anno prossimo? No caro assessore!!!

Marco Zambelli

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea

    Invece di indignarvi e fare quadrato con Il signor Zambelli che si ribella di fronte ad amministrazioni incapaci difendete anche voi il vostro orticello.
    Le piste ciclabili, i limiti di velocita’, i parchi dei bimbi, la coda per parcheggiare riguardano e riguarderanno anche voi come utilizzatori o futuri utilizzatori del parco…
    Cordialmente
    Andrea

  2. Scritto da I AM

    Io personalmente ringrazierei tutti i ragazzi (come quelli dell’associazione BG Reggae) si danno da fare e investono tempo, soldi e tanta fatica per fare qualcosa per tutta la città (l’intero festival è gratis) e non per speculare su appalti comunali (vedi gli spalti di città alta) o per riempire le tasche dei commercianti (vedi notti bianche)

  3. Scritto da I AM

    Adesso Basta!!!!!!!!!!!!!!! non ne si può più di sentire questi personaggi lamentarsi di tutto ciò che si fa per dare un po di vita e di movimento in questa città solo perché stanno vicino a casa loro, vorrei proprio che mi spiegaste come mai nessuno di voi si lamenta anche della la sfilza di notti bianche in centro, in borgo Santa Caterina, tutti gli spalti di città alta……questi non danno disturbo a nessuno anzi vengono applaudite come “grandi iniziative” del comune mentre un grande festival organizzato da una piccola associazione culturale che si svolge al centro di un enorme parco che oltre a 2 case non ha nulla intorno(oltre all’ospedale chiuso) crei un disagio così grande…..

  4. Scritto da il polemico

    guardi,leggendo un pò quà e là le “avventure” della bergamasca,ho potuto notare che in qualsiasi posto si voglia fare qualcosa,c’è sempre qualcuno che è contrario,pure il concerto reggae,se si facesse ad 1 km in mezzo ai campi,arriverebbe sempre il comitato di turno lamentandosi che ci sarebbe troppo rumore per il quieto dormire delle lumache,mentre per i parcheggi sono d’accordo con lei,ci sono state lacune progettuali,si deve solo stabilire per che motivo ci sono state

  5. Scritto da lamagraz

    Non si alteri il lettore, stiamo parlando di dilettanti….