BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tentorio scrive a Monti “Bergamo merita rispetto, mi riceva urgentemente”

Il primo cittadino di Bergamo, con una lettera carica di indignazione, sfoga tutta la sua rabbia per la scuola annunciata e mai aperta: "Io e Pirovano abbiamo chiesto un incontro quattro volte ma nessuno ci ha mai risposto, questa non è democrazia".

Tutta la rabbia per quella Scuola Magistratura che non è diventata realtà, il sindaco di Bergamo Franco Tentorio la sfoga in una lettera indirizzata al ministro della Giustizia Paolo Severino, al ministro degli Affari Esteri Giulio Terzi, al ministro degli Interni Annamaria Cancellieri, all’onorevole bergamasco Gregorio Fontana e al premier Mario Monti.

Ecco la lettera carica di rabbia e delusione con la quale Tentorio ha voluto esprimere tutta la sua indignazione.

 

Ho avuto in copia la lettera con cui il Suo Ministero risolve il contratto di locazione della sede della Scuola di Bergamo.

Sono stupito, deluso e molto arrabbiato. Prima di tutto per motivi politico-amministrativi, poiché il Suo Ministero più volte – l’ultima solo quattro mesi orsono, con la visita del prof. Onida, evidentemente mandato alla sbaraglio – aveva garantito la Scuola di Magistratura a Bergamo.

Secondariamente per lo spreco di pubblico denaro che il Ministero ha fatto e ha fatto fare a Comune e Provincia, con promesse clamorosamente non mantenute: 240.000€ il Comune, 240.000€ la Provincia oltre a 550.000€ il Demanio – Ministero. Totale: 1.030.000€.

A tutto ciò si aggiunge la grave scorrettezza di non avere ricevuto il Presidente della Provincia e me, che abbiamo avanzato almeno quattro volte la richiesta, senza l’educazione nemmeno di una risposta. Non si fa così in democrazia! La Comunità bergamasca merita rispetto e io denuncio fortemente che non l’ha avuto. Tanto più che Comune e Provincia si erano resi disponibili addirittura a pagare mobili e attrezzature.

Poiché vorrei proprio che ci si dicesse in faccia i motivi della grave inadempienza del Suo Ministero, chiedo, unitamente al Presidente della Provincia, di essere ricevuto con doverosa urgenza e personalmente da Lei. Non mancherò comunque di comunicare in tutti i modi alla gente bergamasca la gravissima offesa di cui è stata vittima.

Saluti.

Franco Tentorio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MAURIZIO

    Anche se c’è una legge dello stato non si paga un affitto senza avere in mano un contratto con clausole di salvaguardia. Anche i sassi sanno che la pubblica amministrazione non rispetta quasi mai i tempi pattuiti e, spesso, nemmeno gli impegni sottoscritti. Bastava fermare la sede con una cauzione iniziando a pagare ad insediamento avvenuto. Non era possibile farlo? Si rinunciava alla sede. La verità è che la sede era troppo importante politicamente per rinunciarvi. Ecco perchè I POLITICI LOCALI meritano il nostro disprezzo. Non perchè hanno sbagliato. Tutti noi sbagliamo. Non è stato per nulla un errore. In Italia si usa il denaro pubblico per fare politica.

  2. Scritto da Gustavo

    Perchè hanno buttato via tanti soldi senza avere garanzie in mano ? Lo chiedo al comune di bergamo, non a Monti , che dovendo risparmiare ha fatto il suo dovere.

  3. Scritto da mario

    caro Sindaco il rispetto si deve meritare,Monti La sta trattando come Lei sta trattando il quartiere di Colognola , massacrato dal suo socio Sacbo.Chi di inadempienza ferisce di inadempienza perisce!

  4. Scritto da G.Comi

    Giusto, Bergamo merita rispetto…Perchè non comincia lei egregio sindaco magari con piccole cose ma importanti per i cittadini ad es. sistemare marciapiedi come in via A.Locatelli e altre, da terzo mondo?!? O far risolvere almeno in parte all’efficente e competentissimo ufficio viablità le tante situazioni di pericolo e disagio sulle strade cittadine? Cordialità

  5. Scritto da ct

    Comune e provincia hanno speso soldi per l’affitto perchè la sede bergamasca era imposta da una legge dello stato.
    Ora i tecnici (si, gli stessi del pasticcio degli esodati) cancellano una legge e spostano la sede dove piace di più a loro.
    Bravo tentorio: pochi fronzoli e orpelli e molta pragamaticità bergamasca

    1. Scritto da Ras Immirù

      Era imposta da bel grandioso tubazzo , questa faccenda se non sbaglio è cominciata con Castelli nel 2003 , la lega ed il pdl in tanti anni non han fatto un tubo come al solito e adesso il castigamatti ha detto che di sede ne fa una e non 3 per riparmiare. Se avete buttato via gli anni che colpa ne hanno gli altri ?

      1. Scritto da angilberto

        Ma la Lega cosa c. ci viene a fare a Bergamo a raccontar palle sul nord a quei poveri cristi che ci credono ancora, quando per il nord non hanno fatto nulla di nulla. Il sig. Pirovano citi i suoi colleghi che hanno venduto la pelle a Bergamo prima di uccidere l’orso. Vi immaginate l’Italia del nord separata dal suo resto e amministrata dai grandi e capaci statisti della Lega?

  6. Scritto da ct

    Comune e provincia hanno speso soldi per l’affitto perchè la sede bergamasca era imposta da una legge dello stato.
    Ora i tecnici (si, gli stessi del pasticcio degli esodati) cancellano una legge e spostano la sede dove piace di più a loro.
    Bravo tentorio: pochi fronzoli e orpelli e molta pragamaticità bergamasca

  7. Scritto da pm

    Ma chi se ne frega della scuola di Magistratura… pensate alle cose veramente utili per la città, che finora avete esclusivamente tirato a campare.

  8. Scritto da MAURIZIO

    Poichè la locazione della scuola di formazione per la magistratura era fortemente condizionata da conflitti politici è del tutto ovvio che non bisognava versare un solo euro senza clausole di salvaguardia. Pirovano e Tentorio non le hanno utilizzate. Punto. E’ notizia di ieri che il Tribunale di Bergamo nion ha i soldi per la carta da fotocopiatrice. Buttiamo via 480 mila euro di affitto, ma non abbiamo i denari per far funzionare il Tribunale. Sono più importanti i processi E’ più importante o la scuoletta per i magistrati? E’ un governo (locale e nazionale) di pazzi.

  9. Scritto da arpaleni

    a prescindere dal tono e dalla forma della lettera che sembra scritta da un ragazzino di 2° media, è stupefacente il fatto che costoro abbiano affittato un immobile per tenerlo vuoto per un sacco di tempo. Di gente che spreca denaro pubblico c’è n’è tanta, ma per farlo in modo cosi stupido e poi a fronte di “promesse”.
    Veramente una storia penosa che dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, l’inadeguatezza di costoro.

    1. Scritto da Rita Blasi

      dire le cose come stanno non è da ragazzini di 2^ media.
      Comunque anche certi atteggiamenti di certi commentatori (specie antiorio) sono da gente – diciamo – fortemente immatura.
      A proposito di democrazia, vero?

  10. Scritto da roberta

    Ma quale gravissima offesa!! Pensi piuttosto ad iniziare a fare finalmente il sindaco, mancano solo due anni ormai a quando i bergamaschi vi manderanno a casa.

  11. Scritto da agnese

    Ma quale offesa, parli per Lei e per Pirovano.
    Finalmente avete trovato pane per i vostri denti!
    Nella bergamasca avete fatto e disfatto senza ascoltare nessuno e ora vi ripagano con la stessa moneta.
    Peccato che il viaggio e il soggiorno lo pagheremo ancora noi.

    1. Scritto da voltaire

      Complimenti vivissimi Teresa !

  12. Scritto da Mario Mare

    Sono d’accordissimo

    1. Scritto da Carlo Pezzotta

      Anch’io sono con te; é Bergamo che merita rispetto e non il duo Tentorio-Pirovano.