BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le mie ferie? A Bergamo Gli amici si preoccupano “Hai bisogno d’aiuto?”

Una blogger de “L’Unità, Nicoletta Speltra, autrice di “Girodilì” racconta le divertenti reazioni di alcuni amici e parenti quando ha comunicato loro la destinazione delle vacanze estive: Bergamo.

Più informazioni su

Una blogger de “L’Unità, Nicoletta Speltra, autrice di “Girodilì” racconta le divertenti reazioni di alcuni amici e parenti quando ha comunicato loro la destinazione delle vacanze estive: Bergamo.

Nel 2009 ho trascorso le vacanze estive a Bergamo. Non ho parenti in quella città, nessun legame di lavoro, nessuna importante ragione che mi costringesse ad andare esattamente lì e non altrove. Ho proprio scelto Bergamo con consapevolezza, perché non c’ero mai stata prima e mi attirava l’idea di questa città divisa in due parti, collegate tra loro da due piccole funicolari, che dalle foto mi davano l’impressione di essere piacevoli e pittoresche. Ho pensato che se quelle funicolari erano così curate, molto probabilmente la città lo sarebbe risultata altrettanto o di più. E ho prenotato! Mi giustifico in anticipo perché ho imparato all’epoca, tre anni fa, prima di partire per il cuore della Lombardia, che l’idea di Bergamo non si associa facilmente, nell’immaginario collettivo, a quella di una vacanza. Mi sentivo come Troisi in Ricomincio da Tre, quando decide di viaggiare da Napoli a Firenze e da allora in poi, in continuazione – prima della partenza, durante il percorso, una volta a destinazione – si sentirà ripetere da ogni parte: “Emigrante?”. A me non hanno rivolto la stessa identica domanda, molto probabilmente, solo perché sapevano che sarei rimasta a Bergamo due settimane e non di più. Però hanno fatto varie altre ipotesi e domande, una raccolta degna del Monologo del naso di Cyrano de Bergerac:

indiscreta: hai finito i soldi?

premurosa: hai bisogno di aiuto?

sprezzante: di’ la verità, hai paura dell’aereo?

insinuante: sei costretta ad allontanarti da casa per un po’?

incredula: ad agosto?! sei sicura?!

inquisitoria: come mai?

secca: perché?

La più gettonata era: chi devi andare a trovare?

Alla fine, per tagliar corto, mi sono rassegnata: “Ho dei cugini di secondo grado che vivono lì da anni”. Io, comunque, non mi sono mai pentita – anzi! – di aver scelto Bergamo per le vacanze estive.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lidia

    Bergamo è bellissima e le iniziative non mancano (cinema all’aperto, museo di notte, incontri all’orto botanico, all’Accademia Carrara, il “tour del mistero” in Città Alta, gli spettacoli del Palacreberg o del Donizetti…). Chi non vuole rinunciare al mare dovrebbe visitare Bergamo in autunno, quando in occasione di Bergamo scienza ci sono conferenze e laboratori interessanti, con la presenza di illustri scienziati (anche alcuni Nobel). E non dimentichiamo il lago d’Endine (un gioiellino della natura), il lago d’Iseo con la sua Montisola (entrambi i laghi hanno acque balneabili), le nostre montagne…

  2. Scritto da stefania

    Bergamo è splendida, sempre e comunque. D’estate poi in città alta si respira..altro che zanzare e umidità..si passeggia per le strade antiche soffermandosi ad ammirare i bei palazzi, i vicoli stretti e perchè no…una cenetta romantica in qualche ristorantino rappresenta la ciliegina sulla torta..o forse dovrei dire l’uccellino sulla polentina ;-)

  3. Scritto da Pluto

    Umidita’ a parte, zanzare incluse nel prezzo.
    Bella e paesana. Irrimediabilmente paesana.
    Le sue gelaterie sono un must

  4. Scritto da Ste

    Non esageriamo và… Bergamo città in Agosto va bene per un paio di giorni, visita completa in Città Alta e ai musei. Poi o ci si sposta per le valli (ad esempio se si è appassionati di bici e/o escursioni), un paio di gite ai laghi (ma qui iniziamo già in buona parte a sconfinare) oppure scatta la fase NOIA di una città dove gli eventi vengono organizzati con il contagocce e perdipiù spesso si rivelano mezzi flop, con quattro bancarelle e qualche concerto simil-festa della birra.

  5. Scritto da Montserrat Satorra Farré

    Sono finiti i tempi della vacanza “famiglia Brambilla va al mare” ed emerge un cambio di costume alla ricerca di spazi/tempi di dimensioni umane, di qualità e vere. La città é pronta a rispondere con proposte adeguate? il potenziale c’é e ora tocca alle istituzioni disegnare un progetto vincente che risponda a questo tipo di visitatore.

  6. Scritto da cl

    Ma chi l’ha detto che in vacanza si deve andare al mare?

    Certo che se fossi stato in lei avrei optato per altre città!

    1. Scritto da bergamasc

      Infatti…perchè sempre e solo al mare…io dopo 3 giorni di vita sabbia – acqua mi rompo veramente le scatole…per non dire della pena che provo per gli stakanovisti dell’abbronzatura…

  7. Scritto da giulia

    A Bergamo in agosto non si sta male: traffico ridotto, possibilità di frequentare luoghi ombregiati, parchi, gite sui colli e nelle valli, manifestazioni… insomma alla fine non è stata una scelta sbagliata…ma forse sono di parte ;-)

    1. Scritto da 081

      Io non sono chiaramente di parte, ma lei dice una sacrosanta verità!

  8. Scritto da 081

    Una cosa è certa: a Bergamo ad agosto si sta particolarmente bene.