BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Canicola da giorni ma nel treno piove Guarda la foto

Un fenomeno meteorologico-paranormale? Il sole picchia da giorni sul Nord, ma sul treno da Bergamo a Milano piove. Ecco la foto che ci ha inviato un pendolare.

Più informazioni su

Un fenomeno meteorologico-paranormale? Il sole picchia da giorni sul Nord, ma sul treno da Bergamo a Milano piove. Ecco la foto che ci ha inviato un pendolare.

Una settimana fa ho mandato due mail di protesta sull’aria condizionata dei treni da Bergamo a Milano. Per una settimana non ho protestato non perché le cose fossero migliorate, ma, più semplicemente, perché per salvaguardare la mia salute ho deciso di viaggiare in autobus. Oggi ho ripreso il treno: regionale 2608 delle 8.02. Salgo sulla seconda carrozza: calda. Passo alla prima carrozza: è fresca, ci sono ben 2 posti liberi e mi siedo. Dopo Verdello una spaventosa puzza di bruciato si diffonde per il vagone costringendo più persone a coprirsi il volto e per poter respirare. Dopo 10 minuti, sparisce e si ripresenta all’altezza di Pioltello. Arrivo a Lambrate: mi avvio verso la porta, ma un ragazzo mi segnala che è impossibile scendere da quella parte perché nel corridoio piove.

E non piove poco: nella foto si può vedere le condizioni del corridoio. Posso solo ripetere quanto scritto una settimana fa: Assessore (non si sa per quanto ancora) Cattaneo, A.D. Biesuz SVEGLIATEVI!!!

I pendolari sono stanchi

Salvatore Vassallo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da massimiliano bavo

    Continuate a votare Formigoni da bravi cattolici.
    Continuate pure…..

  2. Scritto da pippuzzo

    Al solito, mille disagi e l’unica cosa che il povero pendolare può fare è scrivere ai giornali. Peccato che i diretti interessati si facciano beffe degli articoli pubblicati.
    Forse è il caso di organizzarsi in comitati pendolari (ah, esistono già? e dove sono?) e cominciare a sedersi sui binari per costringere i dirigenti a tirar fuori i soldoni che servono.

    1. Scritto da pen

      peccato che sedersi sui binari sia interruzione di pubblico servizio…
      non è questione solo di soldi ma soprattutto di rispetto verso chi paga un servizio che non vale nulla.

      Biesuz dichiara che non ci sono problemi di aria condizionata? Ce lo dimostri. Ai pendolari ha deciso di non rispondere, secondo voi perchè?

      I comitati già ci sono ma purtroppo mancano gli interlocutori. Quelli reali, tipo Provincia di Bergamo.. e Regione.

  3. Scritto da edoardo

    acqua di condensa del condizionatore? che comunque dovrebbe scaricare all’esterno…

  4. Scritto da p.c.

    a me è successo qualche anno fa, sulla linea via carnate: durante il viaggio, dal soffitto ha cominciato a piovere acqua, e non stiamo parlando di acqua di sorgente. Arrivata alla stazione di destinazione, inviperita, mi sono rivolta al personale nel “gabbiotto”, che mi ha invitata ad allontanarmi perchè altrimenti LORO avrebbereo chiamato i carabinieri

    1. Scritto da Carlo

      non facciamo l’errore di prendercela con i lavoratori…..è in questo modo che le cose non cambieranno mai, anzi ci sarà sempre un “peggio” !! non sono quelli nel “gabbiotto” che hanno deciso di spendere tutti i nostri soldi per l’alta velocità; non sono loro che hanno investito tutto (debiti compresi) sulle frecce rosse, le classi business, i vagoni wifi…etc… e se ne fregano dei treni locali e delle migliaia e migliaia di pendolari (anche loro lavoratori) che sono oramai carne da macello !! e’ quello che vogliono gli “altri”: la guerra tra i poveri, lavoratore contro lavoratore…..

      1. Scritto da p.c.

        quelli nel gabbiotto, proprio per il lavoro che fanno, devono prestare anche assistenza ai viaggiatori: quelli nella fermata in questione sono molto maleducati e, soprattutto, non forniscono MAI alcuna indicazione ai passeggeri. e non si sa dove sia il libro dei reclami, che, a detta di alcuni controllori, è obbligatorio nelle stazioni

  5. Scritto da alby bergamo

    Leggo tutti i giorni sul eco di Bergamo la situazione gravosa che i pendolari, ogni mattina sono costretti a subire ed è oltraggiosa. Oramai sostengo che è inutile sparare alle nuvole e bisogna boicottare tutto il sistema, utilizzando altri mezzi di comunicazione (autobus/ car sharing). Quando non vedranno più un centesimo in cassa, quando non vedranno più viaggiatori, ci penseranno due volte a trattarli come animali sul carro del bestiame. Mi dispiace per tutti quelli che non hanno “VOCE” per urlare.

  6. Scritto da Chericone Alessio

    Domanda ai mass media. Ma perché tutte queste notizie negative non si possono mandare ai mass media della televisione (telegiornali). Esiste qualche tutela misteriosa (mafiosa) particolare che peremette alle ferrovie di fare quello che vogliono?
    Attendo risposta grazie.