BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scuola Magistratura Pirovano: “Ci han beffato non possiamo far ricorso”

Rabbia, delusione e tanta amarezza per il presidente della Provincia di Bergamo, Ettore Pirovano, sulla rescissione del contratto per la Scuola di magistratura: "Con uno stratagemma ora non potremo più fare ricorrere alla Corte dei conti per chiedere il rimborso dei fondi anticipati dalla Provincia".

Più informazioni su

Deluso e beffato all’ultimo minuto. Ettore Pirovano, presidente della Provincia di Bergamo, non riesce a trattenersi: “Questi professoroni o professorini come vogliono esser chiamati, hanno giocato davvero sporco” esclama.

Nemmeno un mese fa, alla vigilia della festa della Repubblica, Pirovano aveva giurato che se la Scuola di magistratura non avesse avuto una sede a Bergamo, avrebbe fatto ricorso alla Corte dei conti. Avrebbe citato il Demanio per chiedere il risarcimento di quei soldi (240mila euro per via Tasso e 240mila euro per Palazzo Frizzoni) che la Provincia di Bergamo aveva già versato alla proprietà, ovvero all’Opera Sant’Alessandro che è della Curia di Bergamo.

E invece? “Un mesetto fa hanno avocato il contratto in carico al Demanio al Governo, in questo modo sarà praticamente impossibile chiedere che almeno i soldi anticipati dalla Provincia di Bergamo ci vengano restituiti” spiega Pirovano. “Questa mossa è una strategia preordinata, studiata a tavolino per fregare doppiamente Bergamo – aggiunge –. Un gesto davvero inelegante che ci ferisce profondamente”.

Ora pare impossibile poter ricorrere alla Corte dei conti per citare il Governo.

“Sarebbe un paradosso e non avremmo successo, sarebbe solamente un’azione di immagine che francamente non mi interessa” confida. E allora? “Vedremo che cosa possiamo fare per riportare a casa almeno i soldi anticipati al Demanio, se non sarà possibile non mancherò di rivolgere pernacchie a questo Governo ogni giorno. È l’unica possibilità che mi è rimasta”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da arpaleni

    a prescindere che non si capisce per quale motivo abbiano affittato degli spazi per tenerli vuoti (o meglio si capisce benissimo considerando chi c’è a palazzo frizzoni e chi c’è in via tasso), ora cercano di salvare la faccia (facendosi ridere dietro anche dai polli).
    Comunque se i soldi li avessero cavati dalle proprie tasche, probabilmente (ma anche su questo avrei qualche dubbio visto le aquile con cui abbiamo a che fare) tutto ciò non sarebbe successo.

  2. Scritto da spread senza fine

    Di fronte a tanta vergogna non c’è nessuno che dà le dimissioni?
    Di fronte a tanta incapacità non c’è nessuno che chiede le dimissioni?
    Politica di destra, politica di sinistra insieme tra umiliazioni e preponze.

  3. Scritto da pino

    il loro federalismo è fatto non per recuperare efficienza slegandosi dal Sud, ma solo un modo per gestire localmente i nostri soldi, amplificare gli sprechi e guadagnarci un pacco di soldi!
    Al sud rubano? e qui hanno voluto fare lo stesso ! VERGOGNA

  4. Scritto da giulia

    FALLIMENTO TOTALE QUINDI? DAVVERO UN PECCATO…

  5. Scritto da Carlo

    può sempre farsi aiutare dal socio Invernizzi che con tutte le cariche che ha, magari, capisce qualcosa in più !!! perchè non organizzano una scuola serale per leghisti che vogliono capire come si fa a governare il proprio pesello, piuttosto che pensare a scuole di magistratura !! …prima l’alfabeto, poi penna e calamaio….è così che si fà.

  6. Scritto da Olmo

    siamo alle solite: il nostro Pirovano nasconde la sua incapacità di governare con il solito vittimismo leghista…..se imparasse a leggere…meglio e, poi, a scrivere…subito, senza dormire sugli allori dei nuovi cartelli stradali in bergamasco…allora sì che riuscirebbe a far ascoltare la voce dei suoi cittadini anche a Roma; oramai ci stiamo proprio abituando all’incapacità di questa gente… peccato. Ciao Pirovano, abbi pazienza che prima o poi, magari per sbaglio, qualcosa di buono riescon a fartela fare !!

  7. Scritto da luc

    fatene una ragione…….. anche per la tua carriera politica non potrai fare ricorso ;)

  8. Scritto da Dante

    Ma per la “Guardia di Finanza” a Grumello perchè non avete mosso manco un dito? Purtroppo non avete nessun peso polititco e nessuno vi considera.

  9. Scritto da gianni

    Pirovano parla di gesti ineleganti: da che pulpito……
    Mi sembrerebbe invece elegante e doveroso che la Magistratura indaghi per capire le modalità e la correttezza di questo “lascito” della Provincia all’Opera Sant’Alessandro .

  10. Scritto da residente

    quanto ci costa la vostra incapacità?
    domani scoppierà lo scandalo ” bergamo capitale della cultura” con spese astronomiche. E NOI PAGHIAMO!

  11. Scritto da agnese

    Tentorio e Pirovano: la politica del nulla! La Città dei Mille in mano a piccoli uomini…

    1. Scritto da GP

      beh che pirovano non sia una lince è risaputo ma quasi tutta la classe leghista a partire dal trota sono bravissimi ad urlare ROMA LADRONA
      MA SI SONO AMBIENTATI BENE,
      A BREVE PER pirovano arriveranno anche i problemi cave
      non ci sono mai stati grandi uomini nella città dei mille a partire appunto dai mille quello è stato l’inizio del declino.

    2. Scritto da pablo

      io direi piuttosto che il governo è in mano a gente che non sa rispettare la parola data! una vergogna

      1. Scritto da cua de paja

        Verba volant, scripta manent…. tradotto: saper fare e scrivere i contratti … parlare meno a vanvera e fare più fatti!!! Purtoppo abbiamo professionisti della politica poco “professionali”.

        1. Scritto da Pablo

          Il contratto c’era ma il caro ministro l’ha rescisso!

  12. Scritto da giuan de ghisa

    Presidente Pirovano, se Lei fosse a busta paga in una azienda privata sarebbe già stato licenziato!
    Le resta una scappatoia onorevole: dignitosamente dia le dimissioni!

  13. Scritto da Luigi Potenza

    Scusi cav. Pirovano, cosa c’entra il ricorso allla Corte dei Conti con il decreto ministeriale che ha stabilito che invece di tre sedi della Scuola ce ne sarà solo una. Come lei sa l’Istituzione della Scuola a Bergamo era stata fatto con un decreto interministeriale (Finanze e Giustizia) del 27.4.2006. Con lo stesso strumento, decreto ministeriale, è stata stabilito che di scuole in Italia ce ne sia solo una. E’ una decisione politica e non tecnica.

  14. Scritto da Fabrizio Calvo

    E perché Comune e Provincia non prendono in considerazione la possibilità di farsi restituire i 530 mila euro (non 480mila!) versati all’Opera Sant’Alessandro, tra il 2008 e il 2010, direttamente dal sen. Castelli? In fin dei conti se il progetto della Scuola è naufragato, l’ex ministro della Giustizia dovrebbe fare un po’ di pubblico mea culpa. Rendendo alla ‘sua’ comunità i danari che le aveva caldamente consigliato di investire in una sua idea. Si potrebbe parlare di responsabilità civile dei ministri…

  15. Scritto da francesco

    Le pernacchie le faccio a lei on Pirovano per manifesta incapacita’: lo so’ che non succedera’ ma davanti ad errori simili in un paese serio , non questo,ci si dimette. Assieme al Sindaco che mi pare abbia meriti al riguardo.Altro che fare i sostenuti e le verginelle!!!!!
    Se non siete in grado di fare gli interessi del territorio , lasciate il campo ad altri piu’ bravi.Ad esempio quelli di Firenze che hanno trovato il modo di ottenere la scuola di Magistratura.Con questo accadimento ,lei politicamente, ha finito di esistere lo sa’?

    1. Scritto da Giova

      Io direi invece che è il ministro Severino a doversi dimettere, visto che si è rimangiata la parola data alla nostra città! La colpa non è del comune e della provincia. E quelli di Firenze avranno trovato il modo di ottenere la scuola chissà in cambio di cosa..è una cosa indecente!

    2. Scritto da Pota

      Concordo con te : Prima ci siamo fatti scappare l’accademia di finanza ora la scuola di magistratura , e domani ??
      Abbiamo un Sindaco ed un Presidente della provincia INCAPACI.
      Capaci solo di dar colpe altrui

  16. Scritto da Giggi

    Che disastro! Un Sindaco che fa l’appello in televisione in bergamasco. Cosa s’aspettava? Che la scuola di magistratura italiana venisse data a una città bilingue? Per non parlare del suo socio della Provincia. Ma se li incontraste per strada non vi verrebbe da ridere? Se abitassero a Roma li chiamerebbero: “er nano” e “er riporto”

    1. Scritto da edo

      Inutile scaricare la colpa sul Tentorio e Pirovano, dobbiamo ringraziare la cara Severino! Lei sì che mi fa ridere..

  17. Scritto da Politica 2012

    Infatti per anni siamo andati avanti con la politica del dito medio, pernacchie, ecc.
    adesso i risultati si vedono……

  18. Scritto da MAURIZIO

    Cav. del Lavoro Pirovano, la colpa è sua e del sindaco di Bergamo, non solo del governo centrale. Quindi la faccia finita con questo teatrino e si vergogni di avere buttato, insieme al suo socio in affari, 480 mila euro. Qundo verrà il momento, ne risponderà patrimonialmente, anche con le immeritate e illegittime pensioni pubbliche a suo nome.

    1. Scritto da Alberto Ribolla

      Ma cosa sta dicendo?
      La colpa è di questo Governo che ha cancellato una scuola già pronta, già praticamente aperta, per preferirne una a Firenze costata alle casse pubbliche più di 12 milioni di euro!
      Il Comune e la Provincia di Bergamo, come da accordi firmati, avevano preso in carico per il primo periodo l’affitto della struttura – ristrutturata dal proprietario – per poi passare il contratto al Demanio.
      Noi, cittadini ed istituzioni bergamasche, siamo solo parti lese!
      I modi ed i metodi di questo Governo sono scandalosi: anche per questo motivo le nostre proteste sono state condivise all’unanimità tramite odg che ho presentato in Comune, purtroppo, ancora una volta, senza alcuna risposta!

      1. Scritto da maurizio

        STO DICENDO CHE SE IL CAPETTO DI UN ENTE BUROCRATICO FIRMA UN ASSEGNO PER UN CONTRATTO DI AFFITTO CHE POI SI RIVELERA’ NON OPERATIVO, TALE CAPETTO E’ RESPONSABILE DELLA SPESA EFFETTUATA. CHIARO? PUNTO.

      2. Scritto da il nonleghista

        Il ricorso coveva essere fatto all’indomani dell’annuncio del Ministro e non rimandato per settimane e settimane.
        il Comune paga 150 mila euro e la Provincia più di 300 mila euro all’anno i loro Avvocati e questi non sono nemmeno capaci di suggerire la strategia migliore? Pensavate che con la carnevalesca ed inutile intervista in dialetto rilasciata da tentorio il Ministero cambiasse idea? Siete veramente allo sbando. La colpa è del Ministero ma voi non siete senza responsabilità!

      3. Scritto da cua de paja

        Senta Ribolla, Vi siete incautamente fidati dei Vs. parlamentari e dei Vs. ministri. Senza redigere un contratto degno di chiamarsi tale, con clausole atte a tutelare i Bergamaschi avete speso i nostri contributi che vi diamo sotto forma di tasse. Ora vi lamentate perchè il “nuovo padrone della baracca” ha capito che non servono 3 scuole di magistratura e leggendo le quattro righe scritte ha trovato il modo di recedere dagli accordi?
        Se non siete stati capaci di fare un contratto abbiate almeno la decenza di “capire” l’errore commesso e … fi sito che l’è mei!