BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dal Comune 100 mila euro alla Curia per restauri Lo impone la legge

Bergamo così come tanti altri Comuni hanno imposto una revisione della spesa al singolo centesimo. Tuttavia la legge regionale 11 del marzo 2005 impone a tutte le amministrazioni di destinare “l’8% degli oneri di urbanizzazione secondaria, per attrezzature di interesse religioso” come chiese, oratori, case parrocchiali.

Più informazioni su

Ogni soldo speso dall’amministrazione vale doppio in un periodo di crisi come quello che sta attraversando l’Italia e gli enti locali. Bergamo così come tanti altri Comuni hanno imposto una revisione della spesa al singolo centesimo. Tuttavia la legge regionale 11 del marzo 2005 impone a tutte le amministrazioni di destinare “l’8% degli oneri di urbanizzazione secondaria, per attrezzature di interesse religioso” come chiese, oratori, case parrocchiali. “La Curia beneficia di una serie di contributi che il Comune di Bergamo deve destinare a fondo perduto per opere di ristrutturazione – spiega l’assessore alle’Edilizia privata Tommaso D’Aloia – quest’anno abbiamo scelto le chiese di Sant’Alessandro della Croce, San Pio X a Celadina e Santa Teresa di Lisieux in Conca Fiorita”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giupì

    Eccoti D’Aloia, l’assenteista che emerge. La giunta Tentorio, dopo questa elargizione , non abbia la faccia tosta di spossesarsi di Palazzo Suardi, magari vendendolo a soggetti collegati alla curia.!
    Il contratto di locazione di via S.Alessandro che non si può revocare? Solcc ai precc e ciocc al ruèr, ià tira fò pio nusù (senza le dieresi).

  2. Scritto da arpaleni

    trattandosi di una legge regionale del 2005 c’è da supporre che l’abbia voluta formigoni (quello che negli ospedali lombardi ci mette i preti anzichè gli infermieri) quindi tutto regolare !!

    1. Scritto da roberto

      Non so negli ospedali, magari è così, ma la normativa che prevede il contibuto da parte dei Comuni del 10% degli oneri di urbanizzazione secondaria è normato da D.M. del 1968 n. 1444 e successive modificazioni.
      Magari la L.R. che Lei ciata riguarda le modalità di eragazione in applicazione al D.M. sopra richiamato.
      Per la giusta cronaca.
      Buona serata e cerchiamo di rendere l’Italia ancora Bella senza sparare sentenza, perchè già l’aria è piena di malumori e approsimativa informazione.

  3. Scritto da L76BG

    e si..ne hanno proprio bisogno!! La prima casta italiana è la chiesa, intesa come persone fisiche, nn entro in merito religioso. Naturalmente questi 100.000 si aggiungono alle varie sovvenzioni, ai vari affitti pagati inutilmente (vedi scuola GdF) dal pubblico e profumatamente dai privati (città alta ma non solo)..e poi ci sono le offerte, le “tariffe” funebri, matrimoniali, ecc..ecc.. approposito qualcuno le dichiara quelle? mah.. certo ce ne sarebbero di situazioni da rivedere approposito di rapporto stato/vaticano ma come per altre lobby, meglio far finta di nulla e puntare sui lavoratori ormai allo tartassati..nel caso qualcuno preghera per noi (speriamo a gratis)

  4. Scritto da Peccato

    Bergamo News alla nascita era una testata sufficientemente obiettiva e indipendente (per quanto lo si possa realisticamente essere). Ma ormai, specie negli ultimi mesi, è andato schierandosi su un anticlericalismo ideologicamente qualunquista sempre più sgradevole, specie perché lasciato gocciolare qui e là facendo finta di niente. Evidentemente a Bergamo la serenità di pensiero non può sopravvivere. Peccato: eravate un giornale credibile. Eravate.

    1. Scritto da atea ad oltranza

      caro Sig. Peccato, continui a leggere il bugiardino ovvero “l’Eco di Bergamo”, che di obiettività ne leggerà parecchia … peccato che esista gente come lei che non vede nulla… l’umanità potrebbe essere migliore …

    2. Scritto da atea ad oltranza

      caro Sig. Peccato, continui a leggere il bugiardino ovvero “l’Eco di Bergamo”, che di obiettività ne leggerà parecchia … peccato che esista gente come lei che non vede nulla… l’umanità potrebbe essere migliore …

    3. Scritto da berghem

      hai uno zio vescovo, vero???

    4. Scritto da Asdrubale

      Le pongo una domanda , la risposta se la dia lei con calma .
      Negli ultimi anni è Bergamonews che è divento “anticlericale e ideologicamente qualunquista” o è la chiesa che ha prestato il fianco a critiche rispetto alle quali Bergamonews si comporta da tenera mammoletta ?

      1. Scritto da mitiar1

        provo a risponderle da osservatore esterno di questa querelle, ma da lettore di bgnews un po’ stanco di tante presunte polemiche in realtà inesistenti o riguardanti pochissimi portate avanti da questo giornale.
        sui soldi alla chiesa sono d’accordo che se ne potrebbe fare a meno. e non perchè voglio farci moschee come il tizio di qualche post fa. proprio perchè se non ce ne sono non se ne danno.
        ma la piega che ha preso bgnews fa spesso passare la voglia di leggere. mi si dirà come hanno fatto più volte con altri di non leggerlo .. ma eviterei di pensare che ogni commento sia per partito preso. a volte alcune osservazioni sono sensate e ci si potrebbe riflettere…

        1. Scritto da Redazione Bergamonews

          “Presunte polemiche in realtà inesistenti”? In realtà è un pezzo di cronaca. Se i commentatori decidono di discuterne non è colpa nostra. Già il fatto che lei si sia preso la briga di commentare (a proposito, se lei si definisce osservatore esterno dovrebbe rivelare la sua identità, altrimenti come potremmo fidarci?) è sintomo che l’articolo faccia discutere.

          1. Scritto da mitiar1

            forse mi sono spiegato male, anche se mi pare di aver scritto che in questo caso sono d’accordo e non darei i soldi alla chiesa. quando dico osservatore esterno lo faccio per rispondere ai dubbi di chi ha chiesto al primo commentatore se ha uno zio vescovo… non è che se uno prende una posizione una volta debba per forza avere interessi particolari (lo zio vescovo)… a volte si osserva qualcosa e ci si fa un idea pur essendo estranei al problema.
            proseguendo nel discorso dicevo la mia sul fatto che comunque anche secondo me bgnews ultimamente dia più spazio a polemiche demagogiche e futili (che però piacciono ai 10 commentatori abituali) quasi a voler montare polemiche su argomenti —-

  5. Scritto da Roberto Trussardi

    Purtroppo la legge lo prevede ma ciò non toglie che è ripugnante che i comuni, senza il becco di un quattrino, finanzino i più ricchi e oscuri immobiliaristi del paese. L’articolo si riferisce al comune di Bergamo ma tutti i comuni sono obbligati e sono ben 244 solo in provincia di Bergamo

  6. Scritto da sarebbe bello se...

    sarebbe davvero bello se le parrocchie destinatarie dei finanziamenti pubblici decidessero di donare tutti questi soldi per finanziare finalmente la costruzione di una moschea in grado di accogliere con dignità i credenti mussulmani.

    1. Scritto da atea ad oltranza

      ecco ….. ci mancano soltanto le moschee in Italia .. finanziate pure quelle da noi cittadini laici, ma la democrazia dove sta di casa nella cosiddetta “laica” Italia??? Che ogni credente si paghi il proprio culto, come in Germania, quella è democrazia.

    2. Scritto da Alberto

      Ecco la boiata (cit.) di giornata…

  7. Scritto da Roberto

    Mi sembra di leggere un filo di polemica nel dare la notizia. Ma perchè non si dice quando le comunità parrocchiali fanno ogni giorno, mettendoci anche parecchio denaro a causa dell’assenza delle istituzioni e dei comuni? Questo non fa mai notizia e tutto dovuto!!??!! E poi diciamo chiaro, allo stato conviene molto di più questa formula piuttosto che prendersi a cuore i numerosi beni artistici e storici che poi rimangono sulle spalle delle parrocchie.

    1. Scritto da atea ad oltranza

      sig. Roberto, non è esattamente così, se aprisse maggiormente i suoi occhi capirebbe che sta parlando della multinazionale più grande del mondo che sta in piedi con finanziamenti a fondo perduto e che non paga tasse o una percentuale irrisoria rispetto al giro d’affari che ha e, inoltre possiede una banca ufficiale ed altre in via ufficiosa … Le chiedo cortesemente di documentarsi e di meditare e poi ne potremo parlare. Inoltre mi chiedo i NO GLOBAL non vedono che c’è questa multinazionale che ci sta GLOBALIZZANDO?????? che aprano gli occhi pure quelli …

      1. Scritto da ROBERTO

        Potrei dire le stesse cose anche a te! E se anche potrà risultati difficile crederci sono assai ben documentato.

        1. Scritto da lotty

          se lei è così ben documentato spieghi a tutti l’ultima faccenda gotti tedeschi-bertone & c…

          1. Scritto da Roberto

            Non mi sembrava questo l’argomento. Ma detto così può benissimo dirmi di stare zitto. Non si può fare di tutta l’erba un solo fascio, e questo non vuol dire che anche nella chiesa possa esserci la necessità di riorganizzare alcune idee e verificare alcuni riferimenti. Non era questo il tema della notizia, perchè altrimenti il rischio è di far prevalere l’ideologia al confronto. Grazie!

    2. Scritto da mah

      quello che mettono le comunità parrochiali è il nome e non sicuramente i soldi ovviamente non scrivo a vanvera-

      ma lei è mai stato in CURIA ? beh io si HA mai visto il lusso che c’è?
      assurdo come dare l’acqua al mare.

      1. Scritto da Roberto

        Si sono stato in curia alcune volte, e sono stato anche in parrocchia altrettante volte e ti posso assicurare che molti mettono soldi di tasca loro per supplire alle assenze delle istituzioni. Per fortuna le parrocchie non chiudono i rubinetti altrimenti anche lo stato sarebbe con le gambe per aria!

    3. Scritto da damiano

      ineccepibile, sottoscrivo…ma non c’è un filo di polemica, c’è allusività a grappoli. dan brown l’han proprio letto in tanti…

  8. Scritto da M

    Santa Teresa di Lisieux a Colognola? Si trova in Conca fiorita accanto alla (ex) sace

    1. Scritto da giulia

      ma infatti…mi stavo proprio chiedendo dove stesse questa chiesa visto che abito a colognola