BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Con la bontà di Pinardi raccolti 3400 euro pro terremotati emiliani

Il giocatore insieme al circolo culturale “La decima” ha organizzato al suo paese d’origine, nel bresciano, un’asta di maglie di Serie A e B. Tra i pezzi battuti una casacca nerazzurra della prossima stagione, offerta da Bellini.

Più informazioni su

Il lodevole gesto è di un indimenticato ex atalantino. Alex Pinardi, insieme al circolo culturale “La decima” di Urago D’Oglio, ha organizzato una raccolta di maglie di calciatori di Serie A e B, grazie alla quale ha raccolto 3400 euro per le popolazioni terremotate dell’Emilia.

L’iniziativa ha avuto come scenario l’oratorio di Urago d’Oglio nel bresciano, paese d’origine del giocatore cresciuto a Zingonia nella scuderia di Mino Favini e salito alla ribalta con la banda dei Vava-boys. La due giorni benefica è iniziata con un quadrangolare, al quale ha preso parte anche lo stesso Alex con una squadra composta tra gli altri da suo fratello (nel ruolo di portiere) e alcuni amici. Al termine delle partite è poi iniziata l’asta delle maglie raccolte da Pinardi sui campi di A e B nel corso della sua carriera. Tra di esse anche alcune prestigiose, come quella di Kluivert del Milan, di Camoranesi della Juve o di Pazzini della Fiorentina. Battuta all’asta in anteprima anche la maglia dell’Atalanta della prossima stagione offerta da capitan Bellini, grande amico di Pinardi. Ma il pezzo più apprezzato è stata la casacca della Nazionale Under 21 numero 17, proprio quella dell’esordio del fantasista bresciano nel 2000, aggiudicata ad un generoso che ha versato ben 500 euro e ha poi deciso di lasciarla comunque a Pinardi.

Tra i presenti alla festa anche tre modenesi che hanno perso la propria casa a causa del terremoto, e che hanno assistito commossi alle donazioni economiche fatte per le maglie. Particolarmente soddisfatto Pinardi per l’ottima riuscita dell’iniziativa: “Da ex capitano del Modena sono ancora molto legato a quella terra e a quella gente –le parole del giocatore- e per me è una gioia poter offrire loro il mio piccolo aiuto”. Intanto il presidente de “La decima”, Giodano Lanzanova, ha annunciato nuove iniziative di questo tipo: “Visto l’enorme e inaspettato successo, pensiamo di organizzare qualcos’altro di simile. Presto andremo anche a visitare alcuni dei paesi colpiti dal sisma”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gigi Pasquinelli

    Ci tengo a ringraziare nuovamente Alex per lo strepitoso gesto. E a fare presente che nella sua squadra del torneo ha giocato il figlio Niccolò (vedi foto). Già un ottimo calciatore. Da tenere d’occhio!