BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Biblioteca Mai Un piano di salvataggio per la sala Furietti

Un piano d’emergenza per salvare la sala Furietti della Biblioteca Mai. La volta pericolante rischia di crollare e per metterla in sicurezza servirà l’aiuto di personale specializzato.

Più informazioni su

Un piano d’emergenza per salvare la sala Furietti della Biblioteca Mai. La volta pericolante rischia di crollare e per metterla in sicurezza servirà l’aiuto di personale specializzato: l’obiettivo è infatti quello di far procedere i lavori senza impedire agli studenti di frequentare la sala studio e senza dover spostare i circa cinquemila volumi ospitati.

Il piano prevede l’installazione di una controsoffittatura che divida a metà la sala e che permetta a degli specialisti di operare sospesi in aria, per l’impossibilità di appoggiarsi all’intonaco: dal Comune fanno sapere che il delicato intervento durerà un anno e dalle prime stime dovrebbe costare attorno ai 500 mila euro.

La situazione, fanno sapere da Palazzo Frizzoni, è seria e il piano di salvataggio è stato condiviso dal sindaco Franco Tentorio, dall’assessore ai Lavori pubblici Alessio Saltarelli e dall’assessore alla Cultura Claudia Sartirani.

Se la Soprintendenza darà parere positivo si procederà poi alla valutazione dei danni. Il salvataggio della Mai è stato preso a cuore da tutti, a dimostrazione di come la biblioteca sia riconosciuta come vera e propria istituzione, tanto dai cittadini quanto dall’Amministrazione Comunale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cittadino deluso

    Se una volta tanto gli assessori avessero operato con la “razio” e non con la “panza”, dando priorità agli interventi effettivamente urgenti ed indispensabili, affidandosi a persone e tecnici competenti in materia e non ai quei collaboratori tuttologi e incapaci, che pensano solo alla quantità, chissa perchè……., forse non si dovrebbe correre ai ripari, come sempre ora mai. Prima si restaurano le facciate, poi, se capita, ai soffitti che crollano sulla testa delle persone…………… Mha bravi, riescono sempre a STUPIRE e a giustificarsi con il fatto che le casse sono vuote, anche se le loro………….