BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Insonorizzazione scuole pronta entro fine estate Paga l’aeroporto

Sacbo annuncia l’inizio di lavori di insonorizzazione in cinque istituti scolastici, quattro a Colognola e uno a Grassobbio. L’intervento terminerà con l’inizio dell’anno scolastico e ha l’obbiettivo di limitare il rumore provocato da aerei in fase di atterraggio e decollo.

Sacbo annuncia l’inizio di lavori di insonorizzazione in cinque istituti scolastici, quattro a Colognola e uno a Grassobbio. L’intervento terminerà con l’inizio dell’anno scolastico e ha l’obbiettivo di limitare il rumore provocato da aerei in fase di atterraggio e decollo.

Nell’ambito del Piano di mitigazione ambientale di SACBO, relativo a interventi da attuarsi sui recettori sensibili ricompresi all’interno delle Zone A e B della Zonizzazione Acustica Aeroportuale, elaborato in armonia con il Decreto VIA n. 677/2003, la società di gestione dell’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio ha proceduto alla consegna dei lavori che riguarderanno interventi di ottimizzazione dell’efficacia acustica delle facciate di cinque istituti scolastici. I lavori, affidati alla ditta aggiudicataria MI.CO di Onore, concernono la sostituzione degli infissi e saranno eseguiti entro la fine delle vacanze estive, per permettere il regolare svolgimento delle attività didattiche. I recettori sensibili individuati consistono in quattro edifici scolastici siti nel quartiere di Colognola in Bergamo (Istituto Superiore Belotti – Via per Azzano, Scuola materna – Via Costantina, Scuola media – Via San Pietro ai Campi, scuola elementare Calvino – Via per Azzano) e uno sito in Grassobbio (scuola elementare – Via Fornacette). Le cinque scuole individuate andranno ad aggiungersi alle quattro già mitigate attraverso interventi effettuati negli anni scorsi (due in Bergamo – Colognola e Campagnola – e due in Orio al Serio). Al termine dei lavori lo stato di isolamento acustico delle facciate dei recettori sensibili individuati sarà confrontato con quello ante operam, tramite l’esecuzione di rilievi e misurazioni acustiche di dettaglio eseguite dai tecnici dell’Istituto Tecnologie e Costruzioni del Centro Nazionale per le Ricerche ITC/CNR.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sandokan

    Nei dintorni dello scalo non si vive più… Non sono disturbi da poco o da amanti del silenzio! non ci sono più le condizioni ambientali per aprire una finestra, vedere la tv, parlare ai propri figli, riposare la notte …. Ma questa é violenza!!!

  2. Scritto da mario

    un suggerimento al sindaco :
    vendere le azioni Sacbo e col ricavato sistemare la biblioteca Mai .Due piccioni con una fava,tutela del patrimonio culturale e finalmente non più azionista di interessi contrari ai suoi cittadini.
    Ma per far ciò servono gli attributi…………..

  3. Scritto da usiamo il cervello

    Ma ci state prendendo per i fondelli? Dal 2004 in base al Decreto Ministeriale (VIA) che autorizzava lo sviluppo dell’aeroporto le Zone soggette a mitigazione ambientale erano ben indicate dal Piano di Sviluppo e non comprendevano i quartieri della citta’!!!! Tutto quello che stanno facendo adesso è illegale e i primi responsabili sono gli Amministratori pubblici che tollerano questa illegalità. Siamo arrivati al doppio delle Unità di Traffico autorizzate, e adesso ci mettono anche i Boeing. Ma credete che la gente possa tollerare ancora a lungo questo scempio???

  4. Scritto da stefano

    Ci sono zone più colpite dal rumore e altre meno, ma l’inquinamento c’è per tutti, non dimenticatevelo voi che state seduti al comune di Bergamo.

    1. Scritto da luca

      L’assurdo è che noi siamo sottoposti a limitazioni del traffico per evitare l’inqunamento, ma intanto l’aeroporto fa quello che vuole!

      A che serve fare tutto sto casino per il teleriscaldamento quanto ad altri è permesso di inquinare a piacimento?

      1. Scritto da fRANCESCA

        E l’assessore all’ambiente Massimo Bandera, pretende di voler considerare solanto le curve isofoniche come limite da imporre all’aeroporto di Orio. Presume con arroganza e sufficienza che il rumore prodotto dai nuovi aerei sia direttamente proporzionale all’inquinamento generato. Non tiene conto che in decollo l’inquinamento degli aerei si ripercuote su vasta area, coinvolgendo “ovviamente” molte più persone rispetto all’inquinamento delle auto, ma come si permette un’assessore che dovrebbe interessarsi soltanto alla nostra salute e del nostro ambiente, anteporre il solito guadagno di una società privata quale è SACBO spa. L’assessore Bandera è troppo coinvolto dal suo arrivismo!! DIMISSIONI

  5. Scritto da andrea

    Ma certo! Isonorizzate le finestre ed il problema è risolto! Che geni quelli della Sacbo!

    E mi raccomando, tenetele chiuse, anche se si muore dal caldo! Altrimenti, morirete per l’inquinamento!

    1. Scritto da MARCO

      Attualmente le decisioni dello sviluppo dell’aeroporto vengono prese da: Comune di BG interessato soltanto al propio guadagno economico per spendere sempre di più; dall’assessore Bandera interessato a mantenere la propria poltrona dopo una carriera nella commissione aeroportuale che ha prodotto l’attuale disastro; da Radici interessato a costruire palazzi a Colognola su terreni pagati poco perchè “prima” del suo ingresso in SACBO decollavano gli aerei, adesso guarda caso sono stati spostati; da Percassi interessato al polo del SUO lusso e dal prossimo Casinò di SanPellegrino (ne abbiamo già abbastanza del slot e del superenalotto che ci impoveriscono); MA TUTTI NOI NON SIAMO STANCHI DI LORO?

  6. Scritto da gg

    La Zonizzazione acustica approvata nel 2010 NON E’ ASSOLUTAMENTE IN ARMONIA CON IL DECRETO Valutazione Impatto Ambientale n. 677/2003. Il giudizio positivo espresso dal Decreto VIA era basato sul Piano Sviluppo Aeroportuale di Sacbo il quale prevedeva espressamente che la città di Bergamo fosse TOTALMENTE ESCLUSA dalle curve del RUMORE. Era questa la condizione dettata dal Ministero affinché l’aeroporto si potesse sviluppare. Tutti i comuni che compongono la commissione aeroportuale che ha approvato la Zonizzazione sono in possesso di questi documenti e non possono negare la verità. L’aeroporto è in costante violazioni di legge. ISTITUZIONI PREPOSTE AL CONTROLLO DOVE SIETE ????

    1. Scritto da Davide

      Ma se Bergamo città dovesse essere esclusa dalle curve Isofoniche, quali altre realtà urbane verrebbero coinvolte? Colognola ha da sempre avuto aerei, spostarli sull’autostrada potrebbe essere una buona scelta, ma portarli sopra gli altri paesi limitrofi sarebbe una vera ingiustizia sociale! con gravissime ripercursioni su altrettante migliaia di persone. Limitare i passaggi sopra le case dei colognesi è importante, escludere Colognola completamente ai voli aerei sopra l’autostrada non è giusto, limitare i voli aerei da Orio dovrebbe essere una regola invece come sempre i soliti “padroni” come definisce Miro Radici gli azionisti SACBO spa, prepotentemente decidono per tutti noi(democrazia!?)

  7. Scritto da colognolese

    spero che in caso di incidente non auspicabile per nessuno, io sia centrato perbene dell’aereo, al contrario spendero’ il resto della mia vita e usero’ tutte le mie risorse tra tribunali e giudici in italia ed in Europa. in questo paese i problemi si risolvono sempre dopo fatti drammatici purtroppo! e i diritti si calpestano sull’altare del profitto

    1. Scritto da Francesco

      mi scusi, ma se lei venisse investito mentre attraversa la strada cosa farebbe? secondo il suo ragionamento dovrebbe citare in giudizio il concessionario che ha venduto l’auto.
      Io veramente non capisco questa miopia e voglia solo di polemizzare

      1. Scritto da Veronica

        Caro Francesco, la sterile polemica è solo da parte tua. Credi veramente che chiedere il rispetto dei propri sacrosanti diritti, sia un’espressione di miopia o di inutile polemica. Se guardi a Montichiari, ti rendi conto che per salvaguardare i diritti dei cittadini e del territorio circostante l’aeroporto, hanno predisposto un Piano D’Area, PRIMA DI URBANIZZARE l’area vicina o prossima all’aeroporto stesso. Ecco, Montichiari, un aeroporto nato bene, con a disposizione la possibilità di crescere senza limitare il RISPETTO!!! Ma i soliti interessi di pochi: UBi, M.Radici, R.Percassi, Comune di BG, provincia di BG ecco fare di tutto pur di aumentare gli aerei a Orio e cancellare Montichiari!

      2. Scritto da Vava

        Carissimo Francesco, guarda quanto è successo in Via A.Mai in Bergamo città, diverse persone coinvolte in incidenti anche mortali, cittadini e studenti che hanno a più riprese chiesto di porre rimedio ad una situazione critica e troppo pericolosa. A distanza di mesi, la miopia dei nostri amministratori non ha ancora risolto questo problema, che poteva e doveva essere risolto prima di tali eventi. Le segnalazioni degli studenti e docenti, delle scuole affacciate su Via Angelo Mai, sono rimaste inascoltate, i morti a causa di un reale pericolo sono l’evidenza che le persone preposte ad amministrare la nostra città, non sono sufficientemente competenti. Riflettiamo ora sull’aeroporto: VERGOGNA!

  8. Scritto da gabriele

    queste scuole sono ubicate a Colognola da un’età variabile fra i 43 e i 103 anni.

    precisamente:
    scuola elementare Calvino – Via per Azzano: 1909

    Scuola materna – Via Costantina: 1964

    Istituto Superiore Belotti – Via per Azzano: 1964 (Istituto don Carlo Botta)

    Scuola media – Via San Pietro ai Campi: 1969

    1. Scritto da Francesco

      Peccato che l’aeroporto è nato nel 1939…

      1. Scritto da Davide

        Peccato, che da ben 73 anni, nessun politico che si rispetti abbia mai pensato di creare un Piano d’Area, proprio per garantire la crescita dell’aeroporto ed il rispetto dei cittadini. Peccato che nessuno abbia limitato l’insediamento urbano nei territori limitrofi all’aeroporto stesso. Pensa Francesco, prima di cambiare la rotta di decollo degli aerei in direzione Ovest, proprio il comune di BG ha autorizzato un’esproprio di terreno agricolo per costruirci sopra un’insediamento commerciale che si trova sotto la attuale linea di decollo! Da parte del comune di Bg devono aver intuito che è meglio costruire, prima di cambiare le rotte di decollo, alla faccia della tutela dei lavoratori!!!!

        1. Scritto da Riccardo

          Hanno espropriato un terreno agricolo, per trasformarlo in artigianale, ed i lavori di costruzione dei capannoni è finito proprio in coincidenza con il cambio di rotta del decollo aerei in direzione Ovest. Sicuramente tutto programmato a dovere, nell’unica intenzione da parte del Comune di Bergamo di fare cassa comunque e sempre! Stiamo diventando schiavi dei nostri amministratori a cui interessa avere a disposizione soltanto più soldi d spendere? Guardiamo al Centro Servizi della Finanza, 50 milioni di euro spesi nell’anno 1994 e tuttora non completato, a causa dell’anticipo della virata si trova sotto la linea di decollo degli aerei pertanto dovrà essere ABBATTUTO! Altro spreco!! E IO PAGO

  9. Scritto da luca

    CHIUDIAMO L’AREOPORTO E TUTTI A PRENDERE L’AEROE A MALPENSA O LINATE!!!!
    POI PERO’ GUAI A LAMENTARSI…..
    p.s. io abito a Stezzano

    1. Scritto da AZZAnese

      Qui non si trata di chiudere l’aeroporto, si tratta di limitare il numero dei voli in partenza ed in arrivo dall’aeroporto. Mantenere un aeroporto, in equilibrio con il territorio che lo circonda è un DOVERE e non rispettare tutte le migliaia di cittadini che attualmente vengono interessati fortemente da inquinamento acustico ed ambientale è UNA VERGOGNA!!! Non è possibile pensare di risolvere tuttti i problemi creati dall’aeroporto con una mitigazione, occorre limitare! diminuire i voli! puntare anche su una valida alternatva come Montichiari, che ha già approvato il Piano di Zona, per permette all’aeroporto eventualmente di espandersi ma sempre nel rispetto del territorio circostante!!!

  10. Scritto da mario

    questa mattina alle 11 circa i bambini dell’asilo comunale di via Linneo erano in giardino a giocare, nel mentre sopra di loro proprio in verticale passavano gli aerei.Signori della Sacbo ci prendete per gonzi? a cosa serve insonorizzare una scuola, in questi casi, così come per le abitazioni! il vostro business specula sulla salute dei cittadini col consenso delle autorità.VERGOGNA ! e la giustizia dov’è ?

    1. Scritto da Davide

      Di bambini che frequentano l’asilo di Azzano o di Stezzano, oppure di Campagnola e ancora Seriate, Gorle…. ce ne sono tantissimi! L’inquinamento ambientale e sonoro arriva a tutti, come è possibile che così poche persone possano decidere il futuro di MIGLIAIA DI PERSONE, senza limitare un aeroporto che non è più in equilibrio con il territorio circostante? Mi domando cosa deve accadere affinchè queste poche persone vengano spostate ad altri sottoincarichi per manifesta incapacità! BASTA! ci sono alternative come Montichiari, che prima di espandersi ha creato un Piano di Zona, proprio per il rispetto del territorio che lo circonda, e soprattutto per il rispetto delle persone!!!

  11. Scritto da GP

    forse sono troppo giovane chiedo ma cerano prima le scuole o l’aereoporto semplicemente per chi ha progettato le scuole non tenendo conto dell’acustica aerea indipendentemente da chi paga
    è semplicemente fastidioso fare e disfare.

    1. Scritto da mario

      ma quante volte bisogna dire che le nuove rotte passano sopra Colognola.Prima sorvolavano la tangenziale! solo per motivi elettorali
      il caro sindaco ha sacrificato un quartiere della città per favorirne altri.

      1. Scritto da GP

        MI SCUSI ma non essendo della zona non posso saperlo ho semplicemente chiesto un informazione che lei non ha risposto personalmente dei casini politici o meno frega niente ripeto infastidisce fare e disfare.
        SIG MARIO un consiglio un pochino di camomilla sicuramente l’aiuta
        buona serata.

        1. Scritto da mario

          caro GB non era mia intenzione aggredirla, grazie per il consiglio della camomilla ,ma non fa più effetto,ormai sono assuefatto, dato che prorio di sera quando inizia la sarabanda dei decolli me ne prendo
          una flebo. ad ogni passaggio, per il rumore, si perde un pezzo di telegiornale di film o di partita….quindi per stare calmo…