BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dopo il grande successo Oriocenter rispolvera le aperture “by night”

Stando alle prime notizie, la maggioranza dei 200 negozi del centro commerciale è pronta a stupire la clientela con promozioni da record e sconti folli che arriveranno anche a toccare il 50%. Spazio anche a musica, cabaret e raccolta fondi per l'Emilia.

Più informazioni su

Dopo il grande botto degli ultimi saldi e le 60mila presenza registrate nel week-end della Befana, Oriocenter ripropone le aperture "by night". Tre notti di sconti folli dal 29 giugno all’1 luglio (venerdì, sabato e domenica): a una settimana esatta dall’avvio dei saldi di fine stagione, il centro commerciale di Orio al Serio gioca d’anticipo sfruttando la recente deroga al divieto di promozioni avallata dalla Regione lo scorso gennaio e lancia un’iniziativa che farà certamente gola a tanti consumatori.

In quei tre giorni Oriocenter aprirà regolarmente alle 9 (a alle 8,30 il sabato) ma chiuderà a mezzanotte. L’apertura straordinaria ha riscosso grande successo, tant’è vero che tutte le 200 vetrine – Iper compreso – che compongono uno dei centri commerciali più grandi d’Europa hanno aderito all’iniziativa, come successo anche nel week-end della Befana.

Stando alle prime notizie, la maggioranza dei negozi è pronta a stupire la clientela con promozioni da record e sconti folli che arriveranno anche a toccare il 50%.

Una vera e propria mossa anticrisi quella ideata dal centro commerciale che, al tempo stesso, lascerà spazio anche ad altre particolari iniziative. Dalle 15 alle 18, infatti, verranno allestiti due palchi per concerti jazz e cabaret, mentre verrà aperta una raccolta fondi con l’intento di appoggiare un progetto che punta alla ricostruzione di una scuola primaria a Mirandola, distrutta dal terremoto che ha devastato l’Emilia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da paolo

    e dopo questi commenti negativi Bergamonews ha messo la notizia in secondo piano: non la si trova più nella pagina principale. A voi non fa pensare???

  2. Scritto da perplesso

    il vero problema è che le nostre restano opinioni che nessuno considera. Questi commenti saranno letti da un proprietario di Oriocenter, da un sindacalista o da un addetto ai lavori qualsiasi. perchè loro non rispondono? perchè tanto se ne fregano e poi tutto continua ad andare come vogliono loro.
    fateci sentire e dateci le vostre ragioni, fateci capire perchè è cosi bello e necessario aprire fino alle 24 se la maggior parte dei commenti sono negativi

  3. Scritto da jen

    L’ultima volta che sono entrata a Oriocenter era l’estate del 2007, trascinata dal fidanzato di allora.
    Da allora non sono mai più entrata in nessun centro commerciale, Esselunga di Bergamo esclusa ma è un supermercato, non C.C.
    Ho la fortuna di abitare in città, che offre qualsiasi cosa, magari non negli orari notturni, ma basta organizzarsi e riesco addirittura ad andare a fare la spesa alle 19!
    i centri commerciali in sè, fosse per me, sarebbero già tutti chiusi da 5 anni.

  4. Scritto da luca

    io valuterei l’opzione di chidere definitivamente l’orio center, così come anche tutti gli altri centri commerciali… tutti in giro a godersi la natura altro che shopping…
    ah… e per tutti i dipendenti.. be che qualcuno dei benpensanti trovi una soluzione x loro….

  5. Scritto da Yuri

    Ma si apriamo i centri commerciali non-stop, 24 ore di bulimia commerciale.
    Non se ne può piu’ !

  6. Scritto da Ivan 1976

    Gli ”sconti folli” fateli di giorno ed in settimana e fate respirare i dipendenti che ci lavorano dentro!!
    I consumi sono in calo verticale non xchè i centri commerciali siano aperti troppo poco, ma xchè non gira la ”moneta” nelle tasche della povera gente!
    Fare ”sconti folli” di giorno anzichè ”by night” non cambierà la vita all’Orio Center, ma agevolerà quella dei Lavoratori che oltre al centro commerciale hanno una famiglia di cui occuparsi, sia alla Domenica, sia nelle Festività, che a tarda sera…

    1. Scritto da diversamenteabile

      condivisibile a metà quello che lei ha scritto mi scusi ma quando e stato preso ha visto il contratto la letto e firmato lo sapeva che doveva lavorare a rotazione con riposo infrasettimanale e allora?non
      siate zitelle acide lasciate decidere a chi compete se le vendite sono in calo o meno.
      mentre spiace per quei negozi di paese o città che non hanno la stessa opportunità ecco questa discriminazione non mi piace IVAN 76
      la vita è una roulette gira se non giochi non saprai mai se vinci
      W LA VITA.

      1. Scritto da Ivan 1976

        Ho una parente stretta che lavora al Centro comm. di Curno, e le dirò che dopo un lungo periodo di prova (con contratti a progetto) è stata assunta a tempo indeterminato.. solo che all’epoca Curno era aperto solo una Domenica al mese (la 1.a) mentre ora è aperto 4 Domeniche su 4 e mi creda che il riposo infrasettimanale è un optional che MOLTO raramente (praticamente mai) viene applicato nonostante + turni festivi e orari che sono stati prolungati.. praticamente giorni e orari d’apertura sono aumentati ma il personale x coprirli è sempre lo stesso!!
        Risultato: si lavora sempre, si accumulano ROL a iosa che vengono pagati a fine anno con una valanga di trattenute in busta paga.. W la vita??

        1. Scritto da paolo

          provate a cambiare le regole in corsa in una fabbrica: si scatena il putiferio (e giustamente)…..nei centri commerciali invece non dice un cavolo nessuno, anzi se lavori li ti danno del fancazzista che si lamenta sempre…..ah, e i sindacati? ma no quelli se ne stanno alla larga, non vogliono certo infastidire i poteri forti. Fanno finta di fare gli indignati e poi per i dipendenti del centro commerciale non cambiano nulla

          1. Scritto da Disperata

            e oltre il danno la beffa!!Commesse\i obbligati ad essere sempre disponibili e ad ammazzarsi di straordinarie quando poi non vedono lo stipendio da mesi, e tu dici w la vita??!!!

  7. Scritto da mola

    fAIL, le persone cominciano a capire che i rapporti tra le persone e con la natura hanno più valore dei soldi!

    1. Scritto da paolo

      speriamo…io spero che vada deserto cosi la capiscono….FORSE

  8. Scritto da Denise

    Ci obbligano inoltre a fare sconti record per aumentare l’affluenza… ecco, loro è su questo che guadagnano, RIDICOLI!!! State facendo di tutto per farci sprofondare nel baratro!

    1. Scritto da paolo

      aumentare l’affluenza…..è questo il loro unico obiettivo. Poi si guadagna poco?i turni sono ridicoli? ci sono tante spese in più pe i negozi? il servizio di conseguenza scade? ma chi se ne frega, a Oriocenter è entrata più gente dell’anno scorso

  9. Scritto da Denise

    Ma quale grande successo? Io ho lavorato in quei giorni, e per i corridoi fino alle 23 c’era gente a spasso, che non entrava nei negozi, né tantomeno spendeva… La gente non ha soldi da spendere alle 14 così come alle 24, anche oriocenter sta sprofondando nella crisi più totale, e non accenna minimamente ad abbassare gli affitti da capogiro… in più obbliga le aziende a fare questi prolungamenti d’orario che sono soltanto onerosi… Oriocenter sta ammazzando i negozi medio-piccoli! Certo uno zara e un hollistar camperanno in eterno.. ma gli altri??? Basta con queste baggianate! in più non ci pagano gli straordinari!!!!! è ora di finirla!

    1. Scritto da paolo

      ha pefettamente ragione Denise, perchè Bergamonews non viene a intervistare veramente chi dentro ci lavora e ci mette (e in questo caso ci perde) anche i soldi!!!….magari senza passare dalla censura della proprietà. Venite nei negozi e fate sentire cosa pensano veramente i negozi

  10. Scritto da Laura

    Che posto finto e triste…

  11. Scritto da paolo

    ma quale anticrisi? i negozi aperti fino alle 24 non costano nulla? e poi a cosa serve mettere una data di inizio saldi se nessuno la rispetta???SIAMO PROPRIO IN ITALIA. Poi la gente non capisce più nulla e se ne viene fuori con pretese assurde. Ci vuole più ordine e rispetto, questa è la ricetta anticrisi!!