BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo street parade “Stiamo aspettando le multe, dove sono?” fotogallery video

Gli organizzatori della Bergamo Street parade tornano sulle polemiche seguite alla sfilata del 19 maggio scorso. L’amministrazione comunale ha promesso multe per oltre 15 mila euro, non sono ancora arrivate.

Gli organizzatori della Bergamo Street parade tornano sulle polemiche seguite alla sfilata del 19 maggio scorso. L’amministrazione comunale ha promesso multe per oltre 15 mila euro, non sono ancora arrivate.

Abbiamo appreso tempo fa dai quotidiani locali che l’Amministrazione Comunale ha deciso di proseguire con il proprio atteggiamento ingiustificato nei nostri confronti tentando di sanzionarci. Le dichiarazioni sono state chiare: le multe arriveranno. Noi, a ormai tre settimane di distanza, le stiamo ancora aspettando! La nostra posizione sarà quella di rifarci alle dichiarazioni di Prefetto e Questore, secondo i quali la nostra iniziativa era assolutamente in regola con le autorizzazioni richieste di norma per una manifestazione politica. Nell’attesa di ricevere effettivamente tali multe e di poterle impugnare una a una, vogliamo riportare in primo piano ciò che rende la Street Parade realmente scomoda, ovvero le motivazioni politiche che ci hanno portato ad organizzarla. A questo scopo stiamo organizzando un convegno aperto alla cittadinanza che avrà luogo a settembre. L’idea è quella di creare una tavola rotonda, un momento di confronto sulle tematiche del mondo giovanile e della gestione del tempo libero nella città di Bergamo. Chiameremo a raccolta cittadini, associazioni, Istituzioni per mettere a fuoco le situazioni di criticità in città e le buone pratiche diffuse sia sul nostro territorio che in Italia e all’estero che potrebbero costituire progetti e soluzioni mutuabili. Il tentativo di mostrare il pugno di ferro da parte dell’Assessore Invernizzi non ci spaventa affatto: è la naturale continuazione dell’atteggiamento di chi, per partito preso, ha avuto l’interesse di mostrarsi ostile sin dall’inizio solo per ottenere attenzione, pubblicità gratuita ed eventuali consensi. Invitiamo la cittadinanza e le Istituzioni a partecipare all’appuntamento di settembre in merito al quale seguiranno comunicazioni più dettagliate. Secondo noi dialogare significa ascoltarsi e scambiarsi idee e proposte concrete, non nascondersi dietro a sanzioni e cavilli burocratici nel tentativo di distogliere l’attenzione dai reali problemi della città.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rocco

    sembra stiano arrivando le multe dice l’assessore invernizzi io direi facciamo cosi se le multe possono essere impugnate e annullate l’assessore invernizzi si dimetta perchè perdere tempo prezioso in comune per cose che non esistono è uno spreco di soldi dei contribuenti… aspettiamo di sapere se l’assessore invernizzi deve dimettersi :)

  2. Scritto da Luca

    Basta con queste manifestazioni!!!! E’ ora di tornare al coprifuoco alle ore 20.00!!!!!……..

  3. Scritto da gigi

    un’amministrazione comunale ridicola che non è in grado di fare ciò che dice e che dovrebbe fare ed un’invito a chi vuole organizzare qualcosa senza considerare i personaggi del comunali

    1. Scritto da gio

      Ridicolo mi sembrano questi che si lamentano di non avere ricevuto una multa meritata, non gli amministratori comunali

      1. Scritto da alieno

        Meritata perchè? perchè lo dice il gio?
        o immeritata in quanto autorizzata dal questore – unico ad avere voce in capitolo per la questione?
        -vendita alcolici? se qualcuno ha venduto, che paghi
        -rumore? ma avete mai visto una manifestazione silenziosa? tutte la manifestazioni hanno megafoni, musica, rumore… la nostra è nata così: musica – rumore – suono (per qualcuno assordante) contro il deserto di questa città
        -occupazione suolo pubblico? che chi di dovere studi un pò la legge anziché perdere tempo

  4. Scritto da 81

    Basta polemiche per motivazioni futili. Ritenetevi fortunati che la manifestazione è stata fatta e non avete avuto ripercussioni successive. Pensate piuttosto nel caso vogliate rifarla l’anno prossimo, di ORGANIZZARLA SERIAMENTE senza creare ulteriori polemiche.

    1. Scritto da alieno

      continua –
      – vendita alcolici: nessun carro ha venduto bevande, cibi, alcolici come indicato dall’organizzazione – gli unici venditori abusivi erano esterni
      – orari concordati con la questura: rispettati
      Credo che questa grande manifestazione sia stata organizzata molto meglio di altre iniziative patrocinate dal comune o da altri enti pubblici.
      Forse questa manifestazione da fastidio in quanto mostra cose che qualcuno vorrebbe non vedere, in primis giovanissimi che bevono. Questi giovani l’avrebbero comunque fatto in un altro posto, quindi rivolgetevi a chi ha il DOVERE di educare e non a chi non ha il potere di educare nessuno, ma solo di gestire una situazione di festa per una notte

    2. Scritto da alieno

      Potresti specificare cosa intendi per seriamente?
      Io intendo queste cose:
      – richiedendo le dovute autorizzazioni: è stato fatto
      – pulendo le strade al termine: è stato fatto, a spese nostre e per nostra scelta, anche se non eravamo tenuti a farlo – siamo stati ostacolati in questo dal Comune stesso che, a mio parere, non ha gradito la nostra scelta di un altro servizio pulizia, più economico e disponibile
      – con impegno e dedizione: ogni carro è stato realizzato grazie all’impegno di tanti giovani, che hanno portato in città tante persone – gli esercizi ne hanno beneficiato.
      – garantendo la massima disponibilità per garantire l’ordine pubblico: così è stato, ci sono stati disordini-continua

      1. Scritto da Edo

        Io nn trovo che sia stata organizzata bene, anzi. I mezzi d pulizia erano assolutamente insufficienti e ha dovuto intervenire il comune pagando ultileriori mezzi. Gli alcolici saranno anche stati venduti da esterni ma penso fosse cmq compito degli organizzatori controllare anziché lavarsene le mani. X nn parlare delle droghe che giravano. Se poi volete fare finta che sia andato tutto bene fate pure ma nn aspettatevi che la gente v creda..

        1. Scritto da alieno

          I mezzi pagati dal comune hanno iniziato con la pulizia delle strade prima ancora che i mezzi pagati dagli organizzatori avessero finito. Il grosso tratto di strada che l’azienda esterna aveva pulito da sola era impeccabile. Non è stata data la possibilità di pulire da soli, quindi non si può giudicare preventivamente l’esito di un lavoro. Per quanto riguarda le droghe, senza aprire qui un discorso infinito, credo che le motivazioni per cui la gente lo fa non siano da cercarsi in una manifestazione che dura poche ore. Il problema degli abusi illegali o statali (non dimentichiamo che lo stato Guadagna su alcol e fumo) non nasce durante la Street, ma prima, forse a casa?

        2. Scritto da mucca carolina e giangiotto

          A controllare i venditori abusivi doveva pensarci la polizia locale, che e`cosi`solerte , contro i venditori abusivi extracomunitari………….