BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seriate offre 10mila euro per rilanciare le attività commerciali

Stanziato un fondo per l'apertura o il mantenimento di attività di vendita al dettaglio, artigianali, alimentari, attività di servizio e di pubblico interesse in aree ben precise del paese. Per ogni domanda accettata pronti 2 mila euro.

Più informazioni su

In tempo di crisi e della dilagante costruzione di supermercati c’è chi la pensa diversamente. Com l’amministrazione comunale di Seriate, che ha promosso un’interessante iniziativa volta a valorizzare il commercio locale e a ravvivare il centro storic. Si tratta di un bando per la selezione di soggetti a cui concedere contributi a sostegno sia della costituzione di nuove attività commerciali e artigianali, sia della prosecuzione delle attività già esistenti.

Il Comune per il 2012 ha deciso di stanziare 10 mila euro da erogare per l’apertura o il mantenimento di attività commerciali di vendita al dettaglio, artigianali, alimentari, attività di servizio e di pubblico interesse in aree ben precise del paese, tra cui Piazza Bolognini, Via Colombo, Via Decò e Canetta, Via IV Novembre, Via Parietti e Via Tasca. Possono presentare la richiesta, entro le 12.30 del 31 Agosto 2012, i titolari di attività già esistenti da almeno dieci anni, e chi intende avviare una nuova attività commerciale o artigianale.

Metà del fondo offerto dall’amministrazione verrà erogato come contributi alle attività operanti già da 10 anni le quali, per i successivi 3 anni, godranno di uno sgravio fiscale pari al 50 % della sommatoria finale di IMU, Tassa sui rifiuti solidi urbani e Tassa occupazione del suolo pubblico, già pagati. La restante metà del fondo verrà erogato a chi aprirà una nuova attività. Per ogni domanda accettata verranno stanziati 2 mila euro. La speranza è che un intervento anti-crisi come questo, possa servire a tutelare la ricchezza commerciale dei piccoli borghi come quello seriatese e magari sia uno stimolo anche per altri comuni della nostra provincia.

 

Giorgia Latini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da bruna

    visto che questa trovata non avrà successo (forse apriranno parrucchieri cinesi o locali slot) consiglio al comune di usare questi soldi per le borse di studio ai ragazzi di terza media, visto che da quest’anno sono rimasti a bocca asciutta perchè non c’erano soldi.

  2. Scritto da Prugnette

    Cos’é, siamo su scherzi a parte? 10 Mila euro per incentivare che cosa? L’ avvio di una attività? Ma non servono neppure per avviare una bancarella al mercat. Ma smettetela con queste prugnette stile Monti quando fa progetti a chiacchiere per incentivare la crescita.

  3. Scritto da baluba

    2000 euro per aprire un’attività in un posto che da anni è stato lasciato diventare un ghetto? ma va la baluba!

  4. Scritto da Baldo

    Purtroppo sono iniziative (già viste) che non servono a nulla. Se c’è qualche barlume di convenienza per investire in un determinato posto lo si fa , qualche migliaio di euro non cambia niente.

  5. Scritto da bruna

    dovevano intervenire prima oramai è troppo tardi.Come si può pensare che qualcuno investa in questo momento in un’attività sopratutto in quelle vie.

  6. Scritto da leonardo g.

    iniziativa encomiabile per una serie di motivi,non per ultimo poter offrire un servizio a quanti anziani e non con poca mobilità quindi impossibilitati a recarsi nell’interland per i fabbisogni quotidiani.