BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Minaccia dalla Cina Niente cittadinanza al Dalai Lama

Il Comune di Milano avrebbe voluto concedere la cittadinanza onoraria al Dalai Lama, atteso il 27 e 28 giugno. Le minacce della Cina di disertare l’Expo 2015 hanno però fatto desistere Pisapia.

Più informazioni su

Il Comune di Milano avrebbe voluto concedere la cittadinanza onoraria al Dalai Lama, atteso il 27 e 28 giugno. Le minacce della Cina di disertare l’Expo 2015 hanno però fatto desistere Pisapia. L’amministrazione ha approvato la proposta di sospensiva della delibera avanzata in apertura di seduta dal presidente, Basilio Rizzo. In 16 si sono dichiarati favorevoli al rinvio, 12 i contrari e 3 astenuti. Il consiglio dovrebbe comunque mettere a punto un momento di omaggio all’autorità spirituale buddista: l’orientamento è quello di una «manifestazione» (così definita dal sindaco Pisapia), o forse di una lezione del Dalai Lama in aula. “Se la giunta farà un passo indietro e rinuncerà a dare la cittadinanza onoraria al Dalai Lama coprirà di vergogna Milano e tutta l’Italia”. Lo aveva affermato Kalsang Dolker, presidente della comunità tibetana di Milano, intervistato da Tempi.it. E aveva chiesto a Pisapia “di non cedere – afferma – il Dalai Lama ha ricevuto premi in tutto il mondo ed è già cittadino onorario di Bologna, Venezia e Roma; è triste vedere che Comune di Milano tentenna su un gesto simbolico, ma importante. Soprattutto se lo merita, per la sua personalità spirituale e per quello che rappresenta”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gianluca

    e bravo Pisapia (e il caro Vendola) bravi a parole ma nei fatti…..si sono fatti bagnare il naso persino da Alemanno……

  2. Scritto da reds65

    inchiniamoci agli yuan…

  3. Scritto da Palio Ceresco

    Ma l’Italia è una colonia della Cina???
    Strano! Credevo fosse una colonia degli Stati Uniti. Per questo ricavano il gas i texani da sotto il suolo del norditalia, causando scompensi di terreno. Per questo poi ci sono i terremoti.
    Non si finisce mai d’imparare.
    Strana la vita, eh?

  4. Scritto da lotty

    uno che si fa chiamare sua santità evoca in me diffidenza, la laicità prima di tutto.

  5. Scritto da Ranger

    Gli interessi economici “comunisti” ? A guardare la bilancia dei pagamenti tra i due paesi non si direbbe ! Perchè la cina non l’avete mandata all’inferno voi mentre eravate al governo ? Dopo 10 anni vi è spuntata la lingua ? Gli italiani contro i lombardi e i veneti, questa è grossa , ma non siete stati al governo fino all’altro giorno per 10 anni ? P.S. non dimenticare che siete al 4% , il volume alcoolico di una birretta.

    1. Scritto da Ranger

      Era per Arturo qui sotto

  6. Scritto da Arturo

    Congratulazioni al sinistro Pisapia,pronto a difendere gli interessi economici comunisti contro gli interessi di vita del popolo Tibetano,invaso e sottomesso dalla cina comunista e oggi quasi distrutto.Come gli inglesi con i Pellerossa,gli spagnoli con gli Indios e oggi con gli italiani contro i Lombardi e Veneti