BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Camminata per dire no al comprensorio sciistico

Domenica 24 giugno partenza alle 8 dagli Spiazzi di Boario a Gromo della camminata diretta al laghetto Spigorel, organizzata dalle associazioni ambientaliste Serianambiente ed Orobievive.

Più informazioni su

Favorisce lo sviluppo sostenibile della montagna e contrastare il progetto del comprensorio sciistico valseriana – val di scalve.

Con questo spirito è stata promossa per domenica 24 giugno la camminata, in partenza alle 8 dagli Spiazzi di Boario a Gromo (Bergamo) diretta al laghetto Spigorel, organizzata dalle associazioni ambientaliste Serianambiente ed Orobievive.

Anche il Movimento 5 Stelle di Bergamo si schiera a sostegno di coloro che sono a favore di un turismo sostenibile e rispettoso della montagna e si oppone alla realizzazione del progetto di collegamento sciistico tra la stazione di Lizzola e quella di Colere: di sostenibile nella realizzazione del comprensorio sciistico non c’è nulla, come dimostra la vicenda legata alla realizzazione della Pista del Sole, parte integrante dell’ipotetico comprensorio sciistico.

E’ con questo spirito che anche alcuni iscritti del Movimento 5 stelle parteciperà alla camminata di domenica 24 giugno, partenza alle 8 in località Belvedere agli Spiazzi di Gromo. http://www.meetup.com/beppegrillo-195/events/70056652/

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pierluigi

    La montagna non e’ degli ecologisti ma di tutti. I paragone con il Trentino e le Dolomiti e’ quanto mai azzeccato.Se ci fosse qualcosa di simila potrebbe catturare buona parte degli sciatori della Lombardia che non volgliono sobbarcarsi gli alti costi di via ggio ( benzina sopra i 2Euro) , potrebbe valorizzare la Valle e porterebbe lavoro per tutti. Ma agli ecologisti questo non interessa, vivono sopra le nuvole…

  2. Scritto da Aldo

    Un esempio: è notizia dell’altro ieri che, dopo la sperimentazione dell’anno scorso, quest’anno si potranno utilizzare gli impianti per fare il giro del Sella Ronda nei 2 sensi in mountain bike. Così i bravi altoatesini hanno trovato il modo di utilizzare più a fondo gli impianti anche nella stagione estiva. Sono certo che gli altoatesini ringraziano profondamente gli ecologisti che si oppongono allo sviluppo del comprensorio Colere-Lizzola-Spiazzi. Meno concorrenza c’è, meglio è. Le Dolomiti sono tappezzate di impianti, eppure sono patrimonio dell’umanità. Cos’altro dire?

  3. Scritto da alessandro

    e al posto dell comprensorio sarà creato visto l abbondante acqua mineral- arsenico ferrugginose LE TERME DI GROMO con relativo centro-benessere etcetc
    ecco questa è una soluzione x creare lavoro e benessere x la valle

  4. Scritto da Geppo

    Fate ridere ecologisti…….tornate all’età della pietra

  5. Scritto da malghes

    Semperboni le risulta che gli ambientalisti chiedano la chiusura degli impianti di lizzola e colere? Sono contro l’ampliamento e a favore dell’utilizzo dei soldi per il rinnovo di impianti vetusti come ad esempio il primo troncone di colere.

    Riguardo a Valcanale fa un paragone improprio e che fa sorridere, visto che gli ambientalisti non hanno a disposizione i soldi dei bilanci cittadini e delle proprietà comunali (come gli alpeggi magari o terreni), oltre ai milioni della regione…

    1. Scritto da walter semperboni

      L’essere contro l’ampliamento è come l’obbligarci a chiudere;il paragone di Valcanale,non è improprio perchè io non dico che voi dobbiate investire soldi ma viste le chiacchere almeno investire in idee,cosa che non avete fatto perchè idee alternative non ne avete,ma fate solamente chiacchericci da zitelle

  6. Scritto da paola

    La solita lungimiranza dei bergamaschi… Le fabbriche chiudono, le valli si stanno spopolando, ma guai ad avere in valle turismo milanese o bergamasco di città, non sia mai che portino soldi e ricchezza!

  7. Scritto da walter semperboni

    Da neo Presidente degli impianti di Lizzola,vorrei capire cosa intendono per turismo sostenibile visto che di concreto non dicono mai nulla;Valcanale dovrebbe essere il loro tavolo di lavoro,ma chiusi gli impianti è stato lasciato al proprio desolante destino…siete ridicoli