BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Parco in via Ponchielli Chiuso da cinque anni tra degrado e abbandono fotogallery

Alberto Sangalli, residente in via Ponchielli, scrive e denuncia la situazione di degrado del parco pubblico chiuso da cinque anni in attesa di una convenzione tra i residenti di un condominio e Palafrizzoni.

Più informazioni su

Alberto Sangalli, residente in via Ponchielli, scrive e denuncia la situazione di degrado del parco pubblico chiuso da cinque anni in attesa di una convenzione tra i residenti di un condominio e Palafrizzoni.   

 

Egregio signor Direttore,

Nonostante le indicazioni fornite dall’Amministrazione Comunale di Bergamo finalizzate all’eliminazione d’insetti e parassiti tipici del periodo estivo esiste ancora, all’interno dell’area urbana, situazione di degrado dovute alla mancanza osservanza delle disposizioni date.

In via Sempione, laterale di via Ponchielli, da circa cinque anni esiste un’area, destinata a Parco Pubblico (come si evince dal cartello in allegato) chiusa e incolta.

Le attrezzature installate a suo tempo sono a rischio di sicurezza poiché in questi anni nessun lavoro di manutenzione è stato eseguito. L’area è ancora in fase di contestazione tra i residenti del condominio e l’Amministrazione Comunale per la necessaria stipulazione della “Convenzione” che ne definisca le responsabilità e la manutenzione, pertanto ripeto, da cinque anni rimane chiusa. Premesso questo, nel frattempo nessun intervento viene eseguito per mantenerla in condizioni compatibili con la pubblica igiene: l’erba è alta oltre un metro, fioriscono essenze che causano allergie e proliferano insetti di ogni genere.

Le zanzare hanno trovato l’habitat ideale per proliferare e deliziano le nottate delle abitazioni che sorgono nel vicinato Gli attuali proprietari e l’Amministrazione Comunale si palleggiano le responsabilità e, nel frattempo, per gli abitanti, il disagio cresce.

L’Ordinanza del Sindaco n° 37 che contiene i provvedimenti per la prevenzione e il controllo dell’infestazione da aedes albopictus, è ignorata e nessun controllo sinora è stato effettuato.

I residenti delle vie Ponchielli, Sempione, Stelvio, Cenisio si augurano che una pubblica denuncia dell’intollerabile situazione possa determinare un tempestivo intervento di chi è incaricato a provvedere alla tutela della salute dei cittadini.

Certo che questa lettera sia ospitata dal Suo Quotidiano porgo cordiali saluti

A nome dei residenti delle vie Ponchielli, Sempione, Stelvio, Cenisio

Alberto Sangalli

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da dante

    buongiorno abito da circa un anno in via ponchielli e anche io ho notato l’assurdità del parco chiuso in via sempione. tra l’altro (e la cosa fa ancora più rabbia) ho visto condomini nel parco portare i loro cani a fare i bisogni. non si riesce, partendo da noi cittadini a fare qualcosa per cercare di porre rimedio a questa situazione e dare, oltre a un parco per i nostri figli, anche un senso ai soldi spesi? grazie Dante Cavallaro

  2. Scritto da 081

    Fa un certo effetto leggere di “degrado” e “abbandono” in terra orobica, ma siamo sicuri che la notizia sia attendibile…?

    1. Scritto da Alberto

      L’attendibilità delle foto é assicurata dal fatto che basta andare personalmente in via Sempione ( laterale di via Ponchielli – Bergamo ) per verificare la situazione. Allo stato dell’arte é nelle medesime condizioni, magari con qualche centimetro in più di altezza dell’erba.

      1. Scritto da 081

        Indubbiamente, solo che vicende del genere pensavo che accadessero solo nel meridione…tutto qua!

        1. Scritto da Alberto

          Molte volte il “meridione” l’abbiamo in casa. Senza offesa per i meridionali e per i bergamaschi che credono di essere al di sopra di ogni sospetto! Se i nostri Consiglierti Comunali (maggioranza e opposizione) girassero maggiormente per la città, se ne accorgerebbero.

          1. Scritto da 081

            Bravo: condivido !!!

  3. Scritto da Claudio

    Ma non capisco… per lo stadio saltano fuori comitati..Italia (non ricordo il nome per esteso) assessori tutti a dire polmone quà polmone la no cemento no centri comm.li ..vabbè mettiamoci no aeroporto… poi ci sono i parchi comunali completamete abbandonati. Ma gli assessori che tanto hanno parlato nelle settimane precedenti…che fanno ) il parco è del comune.. troppo impegnati su altre cose super urgenti ? bandiere sulle mura.. litigare fra di loro ..non so spiegateci, visto che per fare quel parco sono stati utilizzati soldi NOSTRI !