BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Metalmeccanica, a maggio aumenta ancora il ricorso agli ammortizzatori sociali

Il consueto report mensile della Fiom-Cgil su cassa integrazione in corso, mobilità e lavoratori coinvolti ha evidenziato ancora una volta una situazione di crisi profonda per il settore metalmeccanico.

Più informazioni su

Il consueto report mensile della Fiom-Cgil su cassa integrazione in corso, mobilità e lavoratori coinvolti ha evidenziato ancora una volta una situazione di crisi profonda per il settore metalmeccanico.

Il rapporto tiene conto delle aziende di cui la Fiom-Cgil conosce la situazione e quindi non è una fotografia esaustiva di tutte le realtà del territorio bergamasco in difficoltà. Rispetto all’analisi del mese scorso le azioni totali, tra cassa integrazione ordinaria, cassa straordinaria, cassa in deroga, contratti di solidarietà e mobilità, sono passate da 207 a 247, con un aumento del 19%.

Ancora poco utilizzato il contratto di solidarietà: con la scadenza di quello alla Gamba di Brembilla e alla Over di Osio Sotto e con l’entrata della Ropeca si è passati da 12 a 11 contratti di questo tipo.

Se si confrontano i dati con lo stesso periodo del 2011, infine, la situazione di crisi assume proporzioni davvero preoccupanti. Rispetto a un anno fa, quando il ricorso agli ammortizzatori sociali era a quota 150 provvedimenti totali, si registra un aumento del 65%: i dipendenti coinvolti, che il mese scorso erano 7629 e un anno fa 6407, arrivano sono ora 9580.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sergio

    Direi bene: hanno fatto saltare la pensione a migliaia e migliaia di anziani, che ora dovranno saldare, fresare e verniciare fino a 70 anni, tanto che il mercato del lavoro non ha quasi più ricambio per alcuni anni….Avanti i giovani: cioè, i settantenni…