BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cinema, teatro e musica per celebrare la Giornata mondiale del rifugiato

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata del Rifugiato. Stasera alle 21, al Teatro Qoelet di Redona sarà proiettato il film di Andrea Segre “Mare Chiuso”, giovedì 21 giugno alle 21.30 allo Spazio Giovanile Edoné a Redona, spettacolo teatrale-musicale “War is Over”, a cura di Ergolab e Nick Baracchi.

Più informazioni su

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata del Rifugiato, istituita nel 2000 come occasione per ricordare la condizione di milioni di persone in tutti i continenti costrette a fuggire dai loro Paesi e dalle loro case a causa di persecuzioni, torture, violazioni di diritti umani, conflitti. In Italia è attivo dal 2001 il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) che è composto dalla rete degli enti locali che, con il prezioso contributo delle realtà del terzo settore, realizzano interventi di accoglienza per quanti arrivano sul territorio italiano in cerca di protezione internazionale.

A Bergamo il progetto territoriale di accoglienza è attivo dal 2006 ed è realizzato dal Comune insieme a Consorzio Sol.Co. Città Aperta e Caritas, mettendo a disposizione dello Sprar venti posti di accoglienza, destinati a uomini e donne costrette a fuggire dal loro paese. Parallelamente nel 2011 è stato attivato dal Consorzio Sol.Co Città Aperta il Progetto Etemenanki, finanziato dalla Fondazione Cariplo.

Il progetto ha lo scopo di facilitare il percorso di autonomia e integrazione dei rifugiati attraverso servizi di accompagnamento al lavoro e di seconda accoglienza. Gli interventi di accoglienza che realizziamo con Sprar ed Etemenanki sono finalizzati a facilitare i percorsi di inserimento socio-economico di richiedenti asilo e rifugiati, l’accoglienza che offriamo dura tutto l’anno, a prescindere dalle situazioni di emergenza.

L’accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati nella nostra città è uno strumento per esprimere la nostra solidarietà a quanti sono stati costretti a lasciare il loro Paese.

Accogliere i migranti forzati ci offre, al tempo stesso, un’opportunità per ribadire la centralità dei diritti umani, nonché un’occasione di sviluppo, arricchimento e crescita per la nostra comunità cittadina.

Per la ricorrenza della Giornata Mondiale del Rifugiato a Bergamo sono previsti due appuntamenti: mercoledì 20 giugno, con inizio alle 21, al Teatro Qoelet di Redona sarà proiettato in anteprima per Bergamo il nuovissimo film di Andrea Segre “Mare Chiuso”; giovedì 21 giugno alle 21.30, presso lo Spazio Giovanile Edoné, in via Gemelli a Redona, spettacolo teatrale-musicale “War is Over”, a cura di Ergolab e Nick Baracchi. Ad aprire la serata del 21 giugno, dalle 20.30, un dj set a cura di Felix Udoma, un ragazzo Nigeriano rifugiato a Bergamo. Due appuntamenti importanti di incontro tra la cittadinanza di Bergamo ed i rifugiati che la nostra città accoglie.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.